torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
"Depero. Opere della collezione Fedrizzi"

al museo Correr di Venezia

di Manuela Mattei

Presso il museo Correr di Venezia si può ammirare la mostra di Giuseppe Fedrizzi dell’artista Depero che spazia dalla cartellonistica al dipinto, dalla ricerca strutturale e formale ad un più ampio progetto di arredo urbano, incarnando alla perfezione il termine più ampio di futurista.

Giuseppe Fedrizzi rimase abbagliato e affascinato dalle opere di Fortunato Depero tanto poi da raccoglierle e collezionarle, tutte opere coinvolgenti e uniche nel loro genere.

A chi gli domandava della sua pittura, Depero non mancava mai di sottolineare l’amore e la passione che aveva per la scrittura, per i rilievi, per le masse, per i volumi, ma anche per le particolari tecnologie e macchinari “Leonardeschi”.

La lente di ingrandimento va sulle sue ricostruzioni con recupero di svariati materiali e pezzi di decorazioni lignee, frammenti di mobili o zampe di sedie e che con il tempo aggiungerà sia l’elemento cinetico che quelli luminotecnico e sonoro.

Un grande artista che spazia dalla produzione di arazzi e cuscini, personaggi robotica, surreali e metafisici su tele o stoffe a bozzetti e schizzi pubblicitari, impedibile “Il bevitore di Campari Soda” del 1926 e l’olio su tavola “Notturno Alpestre” del 1944.

Una mostra interessante e unica nel suo genere in quanto riesce veramente a regalare, anche all’occhio più distratto, un universo variegato di generi artistici, tutti quanti puntuali e precisi sia nella scelta dei materiali usati che nell’unione impeccabile di colori e forme.

Si potrebbe quasi dire che Depero riesce abilmente a racchiudere in sé numerosi artisti, ovvero numerose personalità artistiche che si fondono, come per magia, in una, esprimendo così al meglio tutte le tecniche da lui interiorizzate ed espresse attraverso il suo meticoloso studio della realtà.

L’iter espositivo è corredato dall’esauriente catalogo edito da ELECTA.

Al museo Correr di Venezia fino al 1° Marzo p.v., per eventuali contatti ed informazioni potete accedere ai siti web www.depero.it oppure www.museiciviciveneziani.it .

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it