torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

musica
"Con il tempo, sai"

alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino


Venerdì 2 marzo, ore 21.00

Con il tempo, sai - avec le temps

La canzone tra Genova e Parigi Produzioni Fuorivia Di Massimo Cotto Con Piero Sidoti - voce e chitarre coordinamento scenico - Paola Farinetti dedicato a Gianmaria Testa

Ci sono città che hanno mille luci e altre che hanno solo una lanterna, ma le cui musiche si muovono sui medesimi binari, quelli della canzone d'autore. Parigi e Genova sono "una stella nella sera" e "un'idea come un'altra", solo più bella e con tutte le note del mondo. Avec le temps / Col tempo, sai rilegge, tra musiche e parole, le pagine più belle della chanson e della scuola genovese, attraverso le interpretazioni di Piero Sidoti e i racconti di Massimo Cotto, ma dietro ci sono anche il pensiero, la musica e la sensibilità di Gianmaria Testa.

Questo non è un reading come un altro, bisogna dirlo subito, la storia che c'è dietro è complicata, ma bella, ed è una storia di dolore, ma anche d'amore. Ve la racconta Paola Farinetti. "Più o meno tre anni e mezzo fa, prima che Gianmaria si ammalasse, avevamo un progetto che si chiamava appunto COL TEMPO, SAI /AVEC LE TEMPS. Doveva essere un vero e proprio spettacolo teatrale e coinvolgeva Massimo Cotto (giornalista e scrittore); Gianmaria Testa che con la Francia aveva, si sa, un rapporto privilegiato e il pianista jazz Roberto Cipelli che su Ferré aveva molto studiato e lavorato. Il nucleo fondante era dato dal rapporto tra gli chansonnier francesi (Brel, Brassens, Ferré, ecc.) e i cantautori italiani (De Andrè, Bindi, Lauzi, Conte, Tenco, ecc.), tra Parigi e Genova. Il progetto era già in fase molto avanzata c'era il copione, uno studio grafico di locandina, letture a tavolino fatte, squadra di lavoro e prove fissate e molte date già vendute e programmate. Poi Gianmaria si è ammalato improvvisamente e ovviamente si è bloccato tutto e le date le abbiamo annullate senza pensarci un attimo. Mai, neanche per un secondo, si è pensato che il progetto contasse più di chi lo faceva, immaginando una sostituzione.

Massimo Cotto e Paola Farinetti hanno ripensato tanto, in questi anni, a questo progetto mai nato, e pure con nostalgia e rimpianto. E' stato chiaro da subito che non avrebbe mai più potuto essere come lo si era immaginato all'inizio, ma al tempo stesso era un peccato lasciare quel copione e quelle storie che continuano a essere così vive in un cassetto. Così è venuta fuori l'idea di un reading, semplice semplice, da presentare una sola volta a Torino, venerdì 2 marzo alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, anche e soprattutto in omaggio e in ricordo di Gianmaria, e poi mai più. Accanto a Massimo, che come si sa è un giornalista musicale coltissimo e brillante, capace di raccontare come nessun altro e ora star di Virgin Radio, si è aggiunto Piero Sidoti, chitarra e voce, che di Gianmaria è stato amico discreto, e a lui toccherà dar voce sia agli chansonniers sia ai cantautori. Questo terzetto si è quindi incontrato per leggere e adattare il copione a questa nuova, provvisoria vita. Sidoti ha fatto sentire agli altri come venivano le canzoni di Brel o Montand o De André o Conte, fatte a modo suo, Massimo ha cominciato a leggere, Paola guardava da fuori e ogni tanto interrompeva per piccoli appunti. Ed è successo allora che i tre, a un certo punto, si sono guardati e si sono detti che "quella cosa lì" non era davvero niente male perché le storie che si raccontano sono belle e intriganti e Massimo Cotto le sa raccontare benissimo e perché Piero Sidoti è riuscito a far sue, senza snaturarle, canzoni che fanno parte della storia della musica e fanno tremare le vene ai polsi. Insomma è venuta fuori una "cosa" che non è né vuole essere uno spettacolo teatrale finito, questo no, anzi che è decisamente indefinibile, ma che emoziona e incuriosisce e un po' anche riscalda perché racconta di un'epoca speciale della musica. E allora può anche essere che, al di là di quell'unicum a Torino, se capita, COL TEMPO, SAI/AVEC LE TEMPS lo riproporremo anche altre volte".

INFO: Biglietti: Intero € 12,00 - Ridotto € 11,00 - Giovani € 8,00 - Ragazzi € 7,00 CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI Corso Galileo Ferraris 266 - Torino tel. 011.19740280 - biglietteria@casateatroragazzi.it - www.casateatroragazzi.it

articolo pubblicato il: 24/02/2018

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it