torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Condannato a morte"

al Teatro Gentile di Fabriano


La stagione del Teatro Gentile di Fabriano si arricchisce di un appuntamento fuori abbonamento, venerdì 16 febbraio su iniziativa del Comune di Fabriano con l'AMAT e l'Associazione Papaveri e Papere. In scena alle ore 21 Condannato a morte. L'inchiesta uno spettacolo scritto e diretto da Davide Sacco con Gianmarco Saurino, realizzato da Tradizione Teatro con il patrocinio di Amnesty International Italia, per riportare ancora una volta l'attenzione sulla pena di morte, rendendone con una effcace rappresentazione la disumanità tramite un testo in grado di raccontare l'uomo, solo di fronte al suo destino.

Condannato a morte. L'inchiesta è un'esperienza di vita, più che uno spettacolo in senso stretto. Tratto da L'ultimo giorno di un condannato a morte, pubblicato da Victor Hugo nel 1829, l'adattamento di Davide Sacco, anche regista, si assume l'arduo compito di rappresentare un tema ancora attuale in molti paesi del mondo, la pena capitale. In una sorta di arena/aula di tribunale, l'attore Gianmarco Saurino, che da solo interpreta più ruoli, è in gabbia e scalpita per esprimere le sue ragioni contro quella di Stato e il senso comune di 'giustizia'.

"Dopo l'esperienza di Condannato a morte. The punk version - afferma Davide Sacco nelle note di regia -, in cui avevo sentito l'esigenza di veicolare le parole incredibilmente attuali di Victor Hugo in una forma graffante e incisiva - punk, appunto - torno a questo testo con una sensibilita diversa, sicuramente piu matura. Non mettendo certo da parte l'intento polemico e vitale del capolavoro francese, ne do una lettura piu sottile, meno "gridata", incentrata maggiormente sulle mille sfumature che il testo porta alla luce. Un'inchiesta quindi, sia nel senso giornalistico (il racconto delle ultime ore del condannato a morte e meticoloso e puntuale), sia per la sua eclatante forza comunicativa e vibrante tensione narrativa".

Le scene sono a cura degli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Napoli coordinate da Tonino Di Ronza, le luci di Cesare Accetta.

Per informazioni e biglietti (8 euro): biglietteria Teatro Gentile 0732 3644.

articolo pubblicato il: 12/02/2018

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it