torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Premio Eccellenti Pittori

IV edizione


Ventitré fra esponenti della cultura e dell’imprenditoria, collezionisti e semplici appassionati, stanno votando il più bel quadro italiano dell’anno appena trascorso. E il prossimo 10 gennaio verrà proclamata l’opera pittorica più bella del 2017. È partito il conto alla rovescia per il Premio Eccellenti Pittori-Brazzale, il riconoscimento, giunto alla sua quarta edizione, che va a premiare quella che potrà essere a buon diritto considerata l’opera d’arte più significativa prodotta in Italia nel corso dell'anno.

Il Premio Eccellenti Pittori (www.eccellentipittori.it), ideato dal giornalista Camillo Langone, e supportato per il quarto anno consecutivo dal Gruppo Brazzale, si pone oggi come un vero “diario della pittura italiana vivente”. I requisiti dei quadri selezionati sono essenzialmente due. Devono essere italiani e dipinti da artisti viventi: “Eccellenti pittori è la casa della pittura che nasce ed è espressione dell’arte vera, viva, che mira a esaltare il talento della pittura italiana. In Italia siamo in presenza di una grande offerta di eccellente pittura - spiega Camillo Langone - qualcosa che non si vedeva dagli anni Sessanta, ma al tempo stesso di una scarsa domanda. Si preferisce per comodità puntare sul nostro passato artistico. Ecco perché i nostri pittori il più delle volte sono costretti a lavorare all’estero per poter fare questo mestiere.”

Nelle passate edizioni del premio sono stati proclamati vincitori opere di artisti come Giovanni Gasparro, Tommaso Ottieri e Rocco Normanno, vincitore lo scorso anno con un doppio ritratto di Vittorio Sgarbi.

Fra i premi italiani d'arte, Eccellenti Pittori-Brazzale è l'unico dedicato esclusivamente alla pittura. Il solo la cui giuria non sia formata unicamente da addetti ai lavori, bensì da illustri amanti del bello. L'unico riconoscimento concentrato sulla necessità di dare visibilità alla migliore pittura italiana prodotta degli ultimi dodici mesi. Senza discriminazioni di età, stile, curriculum, senza esigere quote di iscrizione o disponibilità delle opere, e tutto ciò per avere un panorama più completo della migliore produzione pittorica contemporanea.

Mai come quest’anno la short list dei finalisti è formata da opere di alcuni fra gli artisti italiani più affermati della scena internazionale: da Nicola Samorì ad Alessandro Pezzoli, da Nunzio Paci a Enrico Robusti.

La giuria della quarta edizione del Premio Eccellenti Pittori-Brazzale vede tra i suoi componenti, fra gli altri, protagonisti della letteratura (Giuseppe Culicchia, Richard Millet, Edoardo Nesi, Aurelio Picca), del giornalismo (Camilla Baresani, Edoardo Camurri, Nicola Porro), della filosofia (Stefano Bonaga, Roger Scruton), dell'architettura (Pier Carlo Bontempi), dell’imprenditoria (Roberto Brazzale, e Guido Martinetti), del mecenatismo e dell'economia (Corrado Beldì e Franco Maria Ricci).

Qui l’elenco completo dei giurati: Giancarlo Aneri, Camilla Baresani, Corrado Beldì, Stefano Bonaga, Pier Carlo Bontempi, Roberto Brazzale, Tonino Cacace, Edoardo Camurri, Daniel Canzian, Giuseppe Culicchia, Adriana Giotta, Daniele Kihlgren, Camillo Langone, Guido Martinetti, Richard Millet, Edoardo Nesi, Tommaso Pandolfo-Fanchin, Aurelio Picca, Celeste Pisenti, Nicola Porro, Franco Maria Ricci, Roger Scruton, Umberta Gnutti Beretta.

Camillo Langone
Camillo Langone vive a Parma, dopo avere collezionato un buon numero di città (Potenza, Vicenza, Verona, Caserta, Viterbo, Pisa, Bologna, Reggio Emilia, Trani…). Ha pubblicato dieci libri, fra i quali “Eccellenti Pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare, collezionare” (Marsilio). Scrive sul Foglio (sulle cui pagine ha inventato la figura del critico liturgico) e su Il Giornale, occupandosi in particolar modo di letteratura, architettura, enogastronomia, oltre che ovviamente di arte contemporanea

Brazzale Spa
Attiva nel mondo del latte già dal 1784, Brazzale Spa è la più antica azienda familiare italiana del settore lattiero caseario, originaria dell’Altopiano di Asiago, in attività da ben otto generazioni. Oggi il Gruppo vanta sei stabilimenti produttivi sparsi in tutto il mondo, in Italia, Repubblica Ceca, Brasile e Cina e impiega complessivamente oltre 700 dipendenti, per un fatturato complessivo, nel 2017, pari a circa 160 milioni di euro, di cui oltre un terzo esportato dall’Italia nel mondo. Opera sul mercato con i marchi: Burro delle Alpi, Burro Fratelli Brazzale, Zogi, Verena, Alpilatte, Brazzale, Silvopastoril e Gran Moravia. Dal 2003, a Litovel, in Moravia (Repubblica Ceca), produce il formaggio Gran Moravia, stagionato in Italia. A Zanè (Vi), dal 1898, il Gruppo ha la sede principale ed il burrificio Burro delle Alpi. A seguito della fusione con la famiglia Zaupa, a Monte di Malo (Vi) realizza provoloni, Provolone Valpadana DOP, paste filate e pressate, Asiago DOP. Tutti i prodotti del caseificio di Litovel vengono prodotti con il latte della Filiera Ecosostenibile Brazzale, che nel 2011 ha ottenuto la certificazione di tracciabilità secondo le norme UNI EN ISO 22005:2008. Sempre in Repubblica Ceca, Brazzale ha realizzato la catena di negozi propri con insegna La Formaggeria Gran Moravia, che oggi conta 19 punti vendita, più di 120 commessi, per oltre 1.500.000 clienti all’anno, con il 70% del venduto importato dall’Italia. Nel 2012 ha creato a Shanghai una propria unità commerciale e, nel novembre dell’anno successivo, ha aperto un punto vendita sempre a marchio La Formaggeria Gran Moravia. Nel 2014, a Pechino, Brazzale ha sviluppato un caseificio di formaggi freschi per il mercato locale.

articolo pubblicato il: 03/01/2018

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it