torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Il seduttore"

al Teatro San Babila di Milano


14 – 19 novembre Roberto Alpi Laura Lattuada Agnese Nano Isabel Russinova

Il seduttore

di Diego Fabbri regia Alessio Pizzech

Eugenio gestisce un’agenzia di viaggi ed è sposato con Norma ma intrattiene due relazioni extraconiugali: la prima con Wilma, la seconda con Alina, segretaria presso l’agenzia. Tre donne, tre luoghi e tre modi di vivere una relazione sentimentale totalmente differenti. Norma è alla ricerca di un amore fedele, ma insegue qualcosa che ormai è finito; Wilma è impegnata in una guerra costante e radicale con Eugenio in cui carne e sensualità diventano privilegiato campo di battaglia; infine Alina, proiettata in un sogno di fuga dalla realtà, in un gioco di emozioni eccitante e leggero. La storia di Eugenio “il seduttore” è legata, seppure indirettamente, alla perdita del figlio avuto da Norma. Egli promette a ognuna amore sincero e viaggi lontani in geografie a dir poco immaginarie. Con perfido cinismo fa in modo che le tre donne si incontrino in un Caffè, imbastendo un gioco rocambolesco di equivoci e situazioni tragicomiche. Il tutto per divertirsi nel vederle parlare assieme, inconsapevoli, dello stesso uomo. L’epilogo sarà sorprendente. Tre racconti di un unico femminile, declinazioni di un’unica esistenza. Il Seduttore le usa, le manovra alla ricerca disperata di una identità che solo le tre donne possono dargli. Il Seduttore come un novecentesco Don Giovanni, cerca così in loro un appagamento di una mancanza profonda che riverbera nelle pieghe della sua anima; l’infanzia stroncata del suo unico figlio rivive in lui, nel suo atteggiamento bambino ed infantile che inganna e seduce.

Alessio Pizzech nasce a Livorno nel 1972, ancora bambino si dedica al canto, lavora in un circo fino a 18 anni e in un attimo, da promessa del teatro, la critica lo definisce come uno dei più significativi registi italiani. Con straordinaria energia mette in scena circa 120 spettacoli fra prosa e lirica collaborando con tutti i principali teatri e festival italiani. Dal 1991 si dedica alla regia in prosa : 1991 La Parrucca di Natalia Ginzburg -1992 Lezioni d’Amore di Dacia Maraini -1993 Kreisleriana di E.T. Hoffmann -1995 Le Serve di J. Genet -1996 Fiori d’Acciaio di Robert Harling -1997/98 Dialoghi delle Carmelitane di G. Bernanos Il Bell’Indifferente, J. Cocteau La Famiglia Mastinu di Alberto Savinio Zoo di Notte di M. Azama Savannah Bay e Hiroshima Mon Amour di Margherite Duras Caligola di A. Camus e Le Sang du Poète da J. Cocteau -2000 Savinio Puer Aeternus da A. Savinio Lotta fra Negro e Cani di B. M. Koltès -2001 Yerma di F. C. Lorca-2002 Nozze di Sangue, F.C. Lorca -2003 La Morsa e Sogno ma Forse No di L. Pirandello Parole di Sale da Giorgio Caproni -2005 Barber’s Shop di Alberto Severi -2006 Processo Ebbro di B.M. Koltès -2006 La Nuit de Valognes di E. E. Schimdt-2007 Mele e negri di Tommaso Santi -2008 Illuminazioni da H.Muller-2009 L’eredità di B.M Koltès -2010 Coco di B. M . Koltès -2010 Per non morire di mafia di P. Grasso – 2010 / 2011 Dovresti tornare più spesso e Risalendo la strada ho incontrato i fantasmi di P. Myniana sempre nel 2011 Che disgrazia è l’intelligenza di A. Griboedov - 2012 La Carne del marmo da Michelangelo Buonarroti e Faust di F. Pessoa – 2013 Emma B. Vedova Giocasta di A. Savinio – Dopo il silenzio di F. Niccolini e P. Grasso – 2014 Spensare da L. Meneghello – Senza vincitori né vinti di Rigoni Stern e Francesco Niccolini. Ha collaborato prima con il Festival di Castiglioncello e poi con Inequilibrio Festival – Armunia, Fondazione Pontedera Teatro, con l’Associazione Teatro di Buti, la Città del Teatro – Stabile d’Innovazione, il Teatro Metastasio di Prato – Stabile della Toscana, Il Festival di Ventotene, con il Teatroinscatola di Roma, il Cut di Venezia, la Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca e di Milano, il Festival dei Due mondi di Spoleto, il Festival Il Garofano Verde, il Festival Primavera dei Teatri, il Festival Quartieri dell’arte di Viterbo, la Scuola del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma ed il Festival TonesOneTheStones, Festival Lunatica, Teatro di Buti.

Dal 1997 si dedica alla regia lirica. 1997 Le Pauvre Matelot di D. Milhaud -1998 Gianni Schicchi di G. Puccini -1999 Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini -2000 Sonnambula di V. Bellini Nozze di Figaro di W. A. Mozart - Rigoletto di G. Verdi - 2001 La Voix Humaine di F. Poulenc (versione pianistica) Tosca di G. Puccini Bohème di G. Puccini La Daunia Felice di G. Paisiello -2002 Pagliacci di R. Leoncavallo Cavalleria Rusticana di P. Mascagni Si di P. Mascagni -2003 Trois Operas Minutes di D. Milhaud Il Marinaio di A. Russo Tito Manlio di A. Vivaldi Der Kaiser Von Atlantis di V. Ullmann -2004 Pinotta di P. Mascagni La Serva scaltra , La contadina , Il Tutore di A. Hasse – 2005 Don Giovanni Tenorio di G. Gazzaniga -2006 Stabat Mater di Pergolesi (versione scenica) Il Piccolo Spazzacamino di B. Britten Dirindina di D. Scarlatti La Voix Humaine di F. Poulenc (versione orchestrale) -2007 Faust di C. Gounod Marcella di U. Giordano Amica di P. Mascagni Pimpinone di T. Albinoni Elisir d’Amore di G. Donizetti Pagine d’Amore da P. Mascagni Ode a Leopardi di P. Mascagni Zanetto di P. Mascagni Histoire du soldat di I. Stravinskij e Brundibar di H. Krasa -2008 Cenerentola di G. Rossini Carmen di G. Bizet -2009 Ascesa e caduta della città di Mahagonny di K. Weill e ripresa del Tito Manlio di A. Vivaldi – 2010 Cavalleria Rusticana di P. Mascagni e Pagliacci di R. Leoncavallo - Giulio Cesare di Haendel – 2012 Medea di G. Benda – Chi rapì la Topina Costanza di R. Vacca – Rigoletto di G. Verdi – 2013 Così tutte di W. A. Mozart - La Gatta Bianca di S. Conte – 2014 Il Viaggio di Roberto di P. Marzocchi – 2015 Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini. Ha collaborato con Opera Youth Arezzo, Lario Lirica, la Fondazione Donizetti di Bergamo - BergamomusicaFestival, Fondazione Gran Teatro la Fenice, Fondazione Teatro Verdi di Trieste, Fondazione Rossellini, Pergine Spettacolo Aperto, Il Teatro Alighieri di Ravenna, il Teatro del Giglio di Lucca, il Teatro Comunale di Modena, il Teatro Comunale di Ferrara,il Teatro Municipale di Piacenza, il Teatro Cilea di Reggio Calabria e il Teatro Vittorio Emanuele di Messina, il Teatro Verdi di Pisa e il Teatro Goldoni di Livorno, con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro della Fortuna di Fano, il Teatro Lirico di Spoleto, L’ente Concerti De Carolis di Sassari, Teatro Umberto Giordano di Foggia, con l’Ente Luglio Trapanese, Festival delle Ville Vesuviane, il Festival della Valle d’Itria, con il Teatro Nazionale Sloveno di Maribor, il Conservatorio di Stavanger (Norvegia), il Festival OperaBarga, i Solisti Dauni, il Festival Lunatica e Taormina Arte, Festival di Oslo, il Conservatorio di Beirut (Libano). - Regie radiofoniche: 2000 Savinio puer Aeternus da Alberto Savinio per Radio Tre Rai 2008 Pazzo d’amore di Sam Shepard per Radio Tre Rai - È Stato docente di Arte Scenica al Conservatorio Giordano di Foggia. Di particolare rilevanza l’attività di formatore attuata dal ’93 in Italia e all’estero Ha al suo attivo un contributo per la pubblicazione “I Teatri della scuola “edito dalla Provincia di Pisa

SPETTACOLI AVRANNO LUOGO PRESSO IL TEATRO PROSA martedì – giovedì – venerdì – sabato ore 20.30 mercoledì – sabato - domenica ore 15.30 ORARI BIGLIETTERIA La biglietteria è aperta da martedì a sabato dalle ore 10 alle ore 17 Nelle serate in cui c'è spettacolo la biglietteria è aperta dalle ore 19.30 Domenica (solo nei giorni di spettacolo) dalle ore 14.30 alle ore 17 TEATRO SAN BABILA Corso Venezia, 2/A - 20121 Milano -Tel. 02 798010 info@teatrosanbabilamilano.it www.teatrosanbabilamilano.it

articolo pubblicato il: 08/11/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it