torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
la fascia di Escoffier

grande festa al Castello di Limatola


Nell’incantevole scenario da sogno che offre l'antico e maestoso castello medievale di Limatola, in provincia di Benevento, martedì 24 ottobre, alle ore 19, inizierà la cerimonia di intronizzazione del nuovi iscritti all’Ordine Internazionale dei Discepoli d'Auguste Escoffier. La serata, che sarà ospitata dal castello normanno che sorge su una collina che domina il fiume Volturno, realizzerà il sogno di 35 nuovi iscritti al sodalizio che dopo una introduzione descrittiva della manifestazione alla quale sono invitati tutti gli organi di informazione, prenderà il via dapprima con l’investitura di coloro che l’associazione internazionale ha accettato, in base all’attenta valutazione di un valido curriculum, inviato dai nuovi iscritti, assegnando loro le relative fasce d’Ordine, che è una delle massime onorificenze conseguibili dai professionisti del settore enogastronomico, per poi divenire una serata conviviale con una luculliana cena.

La presentazione, dell’intero evento, è stata affidata a Romina Sodano, la ormai affermata conduttrice, sia per questa manifestazione che per tante altre dove si richiede personalità, fascino, professionalità e concreta preparazione dei vari argomenti che vengono proposti. Per una sera il magico castello che rappresenta un luogo incantevole della provincia di Benevento, accoglierà il top dei maestri della cucina da quelli già Discepoli di Escoffier ai nuovi, che il vertice internazionale, nazionale e locale dell’Ordre International des Disciples d’Auguste Escoffier con il Segretario Generale, Bernard-Louis Jaunet, unitamente al Presidente Nazionale italiano Francesco Ammirati ed al Segretario Generale per l’Italia Antonio Torcasso, con il Presidente campano ed il Segretario per la nostra regione, rispettivamente Nicola Di Filippo e Felice Franzese, intronizzeranno. I nuovi discepoli, pronunciando la storica frase “Giuro di trasmettere, servire e onorare la cucina, la sua cultura e la sua continua evoluzione” assumeranno così l’incarico e l’impegno a rispettare lo spirito dell’Ordine di Escoffier, riassunto nella formula del giuramento. Sarà così che in base ad una propria affermata bravura i 38 neo eletti chef (perché 3 fasce sono riservate a personalità che si sono prodigate per dare maggior lustro al sodalizio), potranno affermare apparteniamo ai continuatori della storia del più grande cuoco del mondo Auguste Escoffier definito “cuoco dei re, re dei cuochi”. Nicola Di Filippo, in primis come gli atri discepoli sono gli artefici di quella che a nostro avviso è la cucina che valorizza i prodotti naturali e di eccellenza nella loro naturalezza e bontà offrendo cibi gustosi e salutari al tempo stesso, con una esaltazione dei territori dove si gustano ed il piacere di scoprire o riscoprire attraverso questi anche la storia, cultura e civiltà dei vari paesi del mondo.

Proprio come riteneva il creativo e innovatore Auguste Escoffier, personaggio mitico, le cui intuizioni sono alla base della moderna ristorazione, che affermava: “l'arte culinaria deve essere praticata con semplicità, valorizzando sapore e nutrimento dei cibi”, infatti nelle sue ricette Auguste Escoffier tentò di conciliare l’antico con il moderno, studiando prima i ricettari di Antoine-Marie Carême (1784-1833, cuoco e pasticcere parigino) e poi provò ad armonizzarli con la nuova, originale e personale sensibilità del gusto fra l’altro, alleggerendo le salse e semplificando i piatti che spesso avevano forme monumentali.

Oltre all’ospitalità per l’evento offerta da Pina Martone con la sua struttura, ed alla disponibilità dell’Executive Chef della struttura Giuseppe Spina, Discepolo di Escoffier che farà degustare agli ospiti della serata le sue leccornie, contribuiranno all’evento l’azienda vinicola Annarumma di Boscoreale per l’aperitivo con la sua Falanghina spumantizzata “Bomba d’Amore”, i vini del marchio di controllo Du Pont de Nemours Italiana S.r.l. “Falerno del Massico”, “IGT Campania Rosso – Serena”, “IGT Roccamonfina Rosso – Fiona”, e dell’azienda Lapio con “Greco di Tufo” e “Taurasi”, il Panificio “Dolce Pane” di Sant’Anastasia NA, l’Industria carni “Gargiulo”, la “Porchetta D’Alterio” di Ariccia, “Carmeniello U Mozzarellaro” Prodotti esplosivi tutti i giorni di Brezza di CE, “Pastantica” di Antonio Prevete, di Cimitile NA, l’inconfondibile Nucillo artigianale “’E Curti” di Sant’Anastasia, i Confetti e Cioccolato “Papa”, la Pasticceria e Cioccolateria “Capriccio” e l’Abbigliamento professionale Chef “Goeldlin”.

articolo pubblicato il: 19/10/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it