torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"Korea Week"

a Roma


I tessuti pregiati degli hanbok della stilista Lee Sun Young, designer coreana di fama mondiale che mescola lo stile moderno con quello antico, combinando le diverse tramature in un unico gioco di colori e fantasie, le danze e la musica coreana con alcuni “nomi” prestigiosi del panorama musicale tra cui membri dell’orchestra nazionale e vincitori di premi, il beauty con Lim Chae Yeol famoso make up artist, che illustrerà le nuove tecniche coreane di applicazione del trucco.

E’ un concentrato di colori, suoni, sapori, sensazioni, la seconda Korea Week capitolina che, dopo il successo dell’edizione 2016, torna con un programma ricco di appuntamenti con incontri, concerti, corsi, degustazioni e mostre, tutti ad ingresso libero.

Location d’eccezione la sede dell’Istituto Culturale Coreano, splendido villino liberty in Via Nomentana 12, che si prepara a festeggiare il primo anniversario della sua apertura. Al 1° posto in Europa per ampiezza, l’Istituto si è affermato in meno di un anno come “polo culturale” della capitale con una fitta programmazione di incontri, proiezioni cinematografiche, mostre, workshops e corsi per promuovere le proprie tradizioni culturali.

Per celebrare questo importante appuntamento, realizzato in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, sono stati invitati artisti, artigiani, musicisti, stilisti, esperti della cultura coreana, alcuni delle vere e proprie star nel proprio paese, che presenteranno ogni giorno un aspetto diverso ed interessante del panorama coreano.

Si comincia il 24 ottobre con la Cerimonia del Tè (ingresso su prenotazione – 24-25-26 ottobre dalle 11.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 17.00), un programma a numero chiuso per 20 persone alla volta che, guidati dagli esperti Hye Sun Song e Kim Han Joo, avranno la possibilità di immergersi in un rituale senza tempo. Si prosegue con “K Fashion”, un’eccezionale sfilata, in programma il 25 ottobre alle 19.00, degli hanbok, i vestiti coreani da cerimonia, di Lee Sun Young, stilista coreana di fama mondiale acclamata da tutti i fashion-lovers, che presenterà 60 abiti meravigliosi tra cui il famoso “Hanbok reale”.

Riflettori puntati, il 26 ottobre, sulla musica coreana che sarà la protagonista della giornata in cui ricorre il 1° anniversario dell’apertura dell’Istituto. K Music sarà un concerto di musica tradizionale che vedrà insieme sul palco 10 talentuosi artisti del Centro Nazionale di Musica Tradizionale con un ricco programma di canzoni famose accompagnate da danze tradizionali; per sottolineare la sinergia tra Italia e Corea saranno eseguiti anche alcuni brani italiani arrangiati per gli strumenti tradizionali coreani. Al termine saranno premiate con una targa in madreperla, 5 persone che hanno contribuito nel diffondere la cultura coreana in Italia. Il 27 ottobre si chiude in “bellezza” con K Beauty, un vero e proprio show con Lim Chae Yeol, make up artist di fama mondiale, che terrà una dimostrazione delle tecniche coreane di applicazione del trucco con un momento dedicato alle giovanissime che avranno la straordinaria opportunità di imparare a truccarsi come le dive della Musica Pop Coreana.

Accanto agli eventi principali si svolgeranno anche due laboratori artigianali per la realizzazione dei nodi ornamentali e delle dakibo, le borsette tradizionali coreane (accesso su prenotazione via mail a info@culturacorea.it con un costo per i materiali di €10.00) e la mostra dei Giogakbo, stoffa per fagotti, il tipo di artigianato più utilizzato nella vita quotidiana, per avvolgere, custodire e trasportare gli oggetti. Il Giogakbo, con il suo particolare stile patchwork, realizzato con un tessuto sottile e dei motivi geometrici, racchiude una particolare bellezza. Dal 26 Ottobre al 15 Novembre, nella sala mostre dell’ Istituto Culturale Coreano, si terrà l’esposizione: “Meravigliosi Giogakbo fioriscono, punto per punto, dalle sapienti mani delle donne coreane”. Saranno esposti 50 Giogakbo, realizzati da 40 artigiani e scelti dal rappresentante del Centro di ricerca sull’artigianato femminile Ssamjisarang, Ha Jaegu.

La Korea Week non rappresenterà solo un’occasione per conoscere da vicino la cultura e le tradizioni millenarie di quest’importante nazione asiatica ma porrà l’accento anche su tematiche economiche, politiche e di cooperazione internazionale grazie a due convegni in programma il 24 ottobre (K Economy, Seminario sulla cooperazione tra le piccole e medie imprese italiane e coreane, in collaborazione con Diplomacy, evento inserito nel Festival internazionale della diplomazia, Istituto culturale coreano, ore 17-19, su invito) e il 26 ottobre (K Union, Opportunità nella Corea del Sud e le sfide del Nord, in collaborazione con IAI – Istituto Affari Internazionali, Palazzo Rondinini, ore 10.00 -13.00).

Tutti gli eventi si svolgeranno presso l’Istituto Culturale Coreano, Via Nomentana 12*, e sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti. La cerimonia del tè e i laboratori sono a numero chiuso (per questi ultimi è previsto un contributo per i materiali di €10,00) ed è richiesta la prenotazione via mail a info@culturacorea.it L’unico evento in programma in un’altra sede è il convegno K Union che si terrà a Palazzo Rondinini, Via del Corso 518.

articolo pubblicato il: 17/10/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it