torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Cover Green"

a Piombino


Martedì 29 agosto 2017: parte Cover Green - Musica da guardare, in programma a Piombino (LI) fino a domenica 3 settembre. Dopo il grande successo della prima edizione nel 2016, apprezzata per la combinazione di storici 33 giri esposti ed eventi culturali e musicali, l'Associazione Culturale Cover Green con il patrocinio del Comune di Piombino e della Regione Toscana presenta una seconda edizione ancora più ricca, come sempre nelle splendide sale di Palazzo Appiani e soprattutto a pochi metri dal mare nella straordinaria Piazza Bovio.

Cover Green - Musica da Guardare è una mostra ideata nel 2016 dall'Associazione Culturale Cover Green (nello specifico dai soci fondatori Federico Botti, Andrea Fanetti, Luca Pallini e Massimo Panicucci), con l'obiettivo di divulgare, valorizzare e far rivivere la magia delle copertine illustrate da maestri grafici, disegnatori e fotografi dei vinili anni '60/'70, promuovendo tutto ciò che appartiene al mondo musicale del rock classico. Se nell'edizione 2016 la mostra aveva esposto un centinaio di 33 giri progressive-rock italiani e stranieri, quest'anno si triplica il numero di esemplari: oltre 340 vinili d'epoca nelle sale di Palazzo Appiani, per la gioia degli occhi di appassionati del grande rock. Non solo progressive a CoverGreen, anzi: accanto a una parete interamente dedicata al genio visivo di Roger Dean (autore del mondo immaginario delle copertine degli Yes), il filo conduttore della mostra saranno i colori, tanto da creare inediti e sorprendenti accoppiamenti tra copertine dell'epoca d'oro del rock. La centralità data dall'organizzazione alle cromie e agli effetti grafici farà sì che accanto a Bob Dylan possano spuntare i Genesis, oppure accanto a Peter Gabriel possano accostarsi David Bowie, Velvet Underground o Who. La mostra sarà inaugurata martedì 29 agosto alle 18.00 in Palazzo Appiani, sarà visitabile tutti i giorni fino al 3 settembre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 23.00; l'accoglienza sarà curata dagli obiettori che prestano il servizio civile presso l'Arci di Piombino.

Cover Green 2017 è il risultato di un lungo percorso che gli organizzatori hanno svolto durante l'anno, con presentazioni di libri, incontri tematici (ad esempio quelli con figure prestigiose come Marco Bracci e Fabio Canessa), dj-set a base di vinili rock e in particolare incontri con le scuole. Il gruppo Cover Green infatti ha coinvolto due terze classi della Scuola Statale Secondaria I Grado A. Guardi di Piombino, suggerendo un percorso musicale-pittorico: l'ascolto di classici del rock italiano come Impressioni di settembre (PFM), Gioco di bimba (Le Orme), Non mi rompete (Banco del Mutuo Soccorso) e La mia prima luna (Claudio Rocchi) ha stimolato i ragazzi nella realizzazione di quattro opere grafiche, anch'esse esposte insieme ai leggendari 33 giri a Palazzo Appiani.

Cover Green è ovviamente anche musica, suonata, divulgata, oggetto di riflessione e conversazione, con un nutrito programma di eventi che si terrà a pochi passi da Palazzo Appiani, in una delle più belle e affascinanti piazze europee, Piazza Bovio. Martedì 29 agosto, dopo il vernissage, Cover Greenpropone un tuffo in una delle rotte più battute negli anni '60 e '70, quella dell'Oriente, con la presentazione del libro di Maurizio Lipparini dal titolo Oriente ultimo viaggio. Lungo le strade che portavano in India. Un suggestivo libro di viaggio, che quaranta anni dopo racconta l'itinerario compiuto in autostop dall'autore negli ultimi anni del grande incanto hippie, verso la Turchia, l’Afghanistan, il Pakistan, l’India del Nord e l’India del Sud, fino a Goa e ritorno. Altro narratore di viaggi, ma anche di luoghi strettamente connessi alla musica, è Bruno Casini, che torna a Cover Greenmercoledì 30 con una serata speciale: Ribelli tra spazi e banane. La Firenze rock anni '70. Il giornalista, scrittore, comunicatore e manager fiorentino, parlerà di due luoghi cult della Firenze rock di mezzo secolo fa, lo Space Electronic e il Banana Moon, vere e proprie oasi culturali.

Dalla musica evocata e raccontata a quella suonata da uno dei più grandi, amati e seguiti - anche a livello internazionale - protagonisti del rock italiano: Aldo Tagliapietra. Il fondatore delle Orme, autore, cantante, bassista e chitarrista, è ancora nel pieno della sua rinnovata carriera solista dopo la separazione (avvenuta nel 2009) dalla storica band veneziana che fondò nel 1966. Quella di giovedì 31 agosto sarà una conversazione-concerto: insieme al giornalista Donato Zoppo, Tagliapietra canterà e ripercorrerà le tappe salienti della propria storia, dalla nascita delle Orme al libro Le mie verità nascoste, dai clamorosi successi italiani e stranieri degli anni '70 fino al suo imminente e attesissimo nuovo album. Le Orme sono solo uno dei gruppi di cui si parlerà venerdì 1 settembre con Marco Bracci e Donato Zoppo, protagonisti di The Dark Side Of Italian Prog: i due scrittori si confronteranno sul 1973, l'anno del capolavoro dei Pink Floyd ma anche di grandi dischi di nomi come PFM, Banco, Area e Osanna. Insieme a Bracci e Zoppo anche Videodanz, la proiezione di video d'epoca dei gruppi citati, per una vera e propria serata tra musica e immagini.

A proposito di immagine, sabato 2 settembre si terrà l'originale contest fotografico Musica per gli occhi: un percorso guidato a cura di Cover Greenin collaborazione con Igers Livorno e il profilo Instagram del Comune di Piombino, rivolto a tutti gli Instagramers. Dalle 17.00 alle 17.30 a Palazzo Appiani i partecipanti ascolteranno musica e vedranno copertine che dovranno ispirare i loro scatti in ambienti cittadini: le foto migliori nate dalla suggestione incrociata tra i più bei luoghi di Piombino e la musica saranno esposte in luoghi della città. Hashtag d'ordinanza: #covergreenpiombino, #comunepiombino, #igerslivorno.

Gli ultimi due giorni di Cover Green saranno contrassegnati dalle performance. Sabato 2 una serata tutta dedicata al mito dei Genesis con i Progenesis, che tornano in Piazza Bovio dopo il successo del 2016: un concerto rivolto a una delle più amate band della storia del rock, particolarmente attenta alle copertine e all'immagine, con la presentazione di Marco Bracci e Donato Zoppo. Domenica 3 settembre gran finale a cavallo tra musica e teatralità, proprio all'insegna del mondo immaginario evocato da Peter Gabriel negli anni d'oro dei suoi Genesis: una Acoustic Prog Night con Alex Camaiti (chitarrista che molti fan del prog-rock anni '90 ricorderanno nei Nuova Era) e Aldo Milani (sax e flauto). Camaiti e Milani eseguiranno alcuni classici di Pink Floyd, Jethro Tull, PFM, Van Der Graaf Generator e tanti altri in chiave acustica, accompagnati dalla recitazione di Stefano Camarri, che darà vita, corpo e voce ad alcuni personaggi come Aqualung, che fanno parte dell'immaginario collettivo del rock.

Appuntamento dunque a Piombino dal 29 agosto al 3 settembre con una rassegna unica nel suo genere, supportata anche da cinque prestigiosi mediapartners: Art Vibes, Blog della Musica, Hamelin Prog, Jam TV, Sound36. Ingresso gratuito per tutti gli eventi, in caso di pioggia gli appuntamenti serali si terranno a Palazzo Appiani; durante la mostra e i concerti il gruppo di Cover Green proseguirà la sua campagna di tesseramento.

articolo pubblicato il: 26/08/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it