torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"L'Ibrido"

alle Terme Stufe di Nerone di Bacoli


VI edizione TEATROallaDERIVA (il teatro sulla zattera) Terme-Stufe di Nerone direttore artistico | Giovanni Meola 2 Luglio ore 21:30 - Contrabbandieri di sogni

L'Ibrido

di - regia – con | Giuseppe De Vincentis e con | Simona Barattolo

Diversità e carcere. Tra momenti duri, prese di coscienza e ironiche divagazioni, Carmine/Carmen scopre e rivela se stesso/a ma anche l’inumanità di chi non concepisce e sopporta l’esistenza del diverso. In una cella di manicomio criminale tre-passi-per-tre, il dialogo crudo, grottesco e senza sosta tra le due anime irriconciliate di una stessa persona, sedata e brutalmente allontanata dal suo stesso corpo.

Dopo il successo e il numeroso pubblico del primo spettacolo di quest'anno (‘Clips Revival’), prosegue domenica 2 Luglio alle ore 21:30 alle Terme - Stufe di Nerone (Bacoli-NA) la VI edizione della rassegna TEATROallaDERIVA (il teatro sulla zattera), ideata da Ernesto Colutta e Giovanni Meola, che ne cura la direzione artistica per il quinto anno.

Per il secondo appuntamento, la compagnia Contrabbandieri di sogni presenta L'Ibrido, scritto e diretto da Giuseppe De Vincentis, che è anche in scena con Simona Barattolo. De Vincentis ha una storia molto travagliata alle spalle (detenzione a più riprese per reati non di sangue) ma è proprio grazie a scrittura e teatro che ha saputo riscattare il suo percorso. Questa è la sua seconda prova drammaturgica e registica. Come attore mette in campo una forza viscerale capace di essere modulata da una sorprendente padronanza scenica. Ritorna così l'impegno civile e sociale, argomento caro alla nostra rassegna, in uno spettacolo che racconterà in modo diretto e allo stesso tempo grottesco il tema della diversità e del carcere.

TEATROallaDERIVA, manifestazione unica in Italia, è divenuta appuntamento fisso delle estati flegree. L’unicità risiede nel fatto che gli spettacoli vengono rappresentati su di una zattera galleggiante sull’acqua, costruita appositamente e posizionata all’interno del laghetto circolare delle Terme-Stufe di Nerone. II direttore artistico presenta così lo spettacolo: “La seconda prova teatrale di De Vincentis, talento verace ma approdato da poco al teatro, dopo svariati anni passati in carcere, è una tranche de vie fulminante.”

articolo pubblicato il: 27/06/2017 ultima modifica: 01/07/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it