torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

musica
I pensieri di Caterina da Siena

Chiostro di Santa Maria sopra Minerva


I PENSIERI DI CATERINA DA SIENA Due incontri musicali in compagnia delle sue parole

COMUNITA’ DEL CONVENTO DI SANTA MARIA SOPRA MINERVA CHIOSTRO DEL CONVENTO

Si terranno sabato 17 giugno e domenica 18 giugno 2017 alle ore 21:00, presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva (Piazza della Minerva, 42 – Roma), “I Pensieri di Caterina da Siena - Due incontri musicali in compagnia delle sue parole”, letti dall’attrice Paola Lambardi. L’evento, ad ingresso libero, è organizzato dalla Comunità del Convento di Santa Maria sopra Minerva.

Il primo incontro, sabato 17 giugno, sarà dedicato ai “Salmi intieri brevemente concertati”, opera del compositore domenicano di musica sacra Giacinto Bondioli (1596 – 1636), le cui composizioni molto apprezzate vengono citate in diversi studi e dizionari di musica stranieri. Verrà eseguita l’Opera IV (Domine ad adjuvandum, Beatus vir, Dixit dominus, Confitebor e Magnificat) dalla seguente formazione: Francesca Proietti (soprano), Christine Streubuher (alto), Edoardo Boccoli (tenore), Federico Fioretti (basso), Massimiliano Faraci (cembalo) e Remo Guerrini (viola da gamba).

Domenica 18 giugno sarà la volta di “Santa Caterina da Siena”, composizione originale del M° Tonino Battista per voce femminile (Matela Viola – soprano), oboe (Fabio Bagnoli), violoncello (Giuseppe Mulè) e clavicembalo (Massimiliano Faraci); la composizione sarà seguita da musiche di Georg Friedrich Handel e Giovanni Benedetto Platti. I PENSIERI DI CATERINA DA SIENA Due incontri musicali in compagnia delle sue parole Comunità del Convento di Santa Maria sopra Minerva BASILICA DI SANTA MARIA SOPRA MINERVA – CHIOSTRO DEL CONVENTO Piazza della Minerva, 42 - Roma 17 e 18 giugno 2017 Ore 21:00
Ingresso libero
Info: Frate Angelo Di Marco – 340.1683048 - angelodimarco64@gmail.com

NOTE BIOGRAFICHE Giacinto Bondioli fu un domenicano, organista e compositore di musica sacra. Nacque a Quinzano d’Oglio, un piccolo centro della provincia di Brescia, intorno al 1596. Probabilmente, fu avviato agli studi da Giuseppe Giardino che gli insegnò il latino. In seguito, terminato lo studio della filosofia, entrò nell’ordine domenicano, dove ricoprì diverse cariche, in particolare i priorati a Venezia e a Brescia. Il Bondioli viene spesso ricordato per essere lo zio di un altro compositore di rilievo: Biagio Marini (Brescia 1594 – Venezia 1663). Lo stesso Marini dichiara di aver studiato musica presso lo zio a Venezia e, per rendergli omaggio, ospitò una sua canzone, la Hiacintina, nella propria Opera prima a stampa, gli Affetti Musicali del 1617. Tuttavia non è da escludere, essendo coetanei, che i due furono avviati agli studi musicali a Venezia da un comune maestro, presumibilmente Giovanni Maria Piccioni (Quinzano d’Oglio 1569 – Coccaglio 1673), a cui il Bondioli dedicò i Salmi Concertati del 1622. Nella lettera dedicatoria, dopo essersi dilungato in ossequi e lodi, il Bondioli ricorda di essere stato suo allievo e che il Piccioni fu, tra l’altro, musico di S. Marco di Venezia e maestro di musica nel seminario di Brescia. Giacinto Bondioli trascorse gli ultimi giorni della sua vita nel convento di S. Domenico di Brescia, dove morì intorno all’anno 1636. La sua opera dovette essere molto apprezzata, tanto che il Bondioli viene citato in diversi studi e dizionari di musica stranieri.

articolo pubblicato il: 09/06/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it