torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Premio Casarini

bando nazionale


“Tutto il mondo è un palcoscenico”, scriveva Shakespeare. E proprio la Verona dei Montecchi e dei Capuleti, la città più shakespeariana d’Italia, si prepara a celebrare, con la seconda edizione del Premio Casarini, il concetto di spazio scenico e illusione tanto eloquentemente illustrato dall’Arena Casarini, capolavoro novecentesco custodito al Due Torri Hotel.

Il Premio Casarini è un bando nazionale per gli studenti delle Accademie di Belle Arti di tutta Italia, promosso dal Due Torri Hotel e dall’Accademia di Belle Arti di Verona, con il patrocinio di ArtVerona e della Provincia di Verona. In palio c’è la possibilità di decorare, con pittura acrilica, una parete della Sala Accademia, attigua all’Arena Casarini. La prima edizione, l’anno scorso, se la aggiudicò Steve Ingham, brillante studente americano dell’Accademia di Belle Arti di Verona. Per il 5 stelle scaligero è un’occasione per farsi ancora una volta promotore di arte e di cultura, aprendosi con lungimiranza al territorio e ai giovani talenti.

L’iniziativa rende omaggio a Casarini, pittore, frescante, illustratore, vetratista e scultore, veterano delle biennali veneziane negli anni ’20 e decoratore di numerose scenografie dell’Arena di Verona negli anni ‘40, ’50 e ’60, l’epoca della Callas. La sua Arena, splendidamente restaurata dal Gruppo Duetorrihotels, restituisce tutta la magia del circo nella sua potenza evocativa: la particolare architettura della sala richiama un tendone circolare, dove danzano e saltano acrobati, giocolieri, ballerine e domatori, orsi, elefanti, cavalli, cammelli, scimmie e cani ammaestrati, in una vorticosa giostra di figure luminose e vivaci. Un’opera che sarà d’ispirazione per gli studenti delle Accademie, chiamati a reinterpretare in chiave contemporanea il gioco di prospettive e movimento cromatico, esaltando la diversità di linguaggi espressivi e culture, l’internazionalità di Verona, l’eccezionalità della location, elegante salotto a due passi da dal balcone di Giulietta, da Piazza Bra e dall’Arena, culla della musica lirica.

I candidati avranno tempo fino al 31 luglio per partecipare al bando: un’apposita giuria di esperti selezionerà la terna dei vincitori. Il primo classificato, ospite del Due Torri per una settimana, potrà realizzare l’opera che sarà inaugurata al pubblico durante ArtVerona. È previsto, inoltre, un premio in denaro per il vincitore, oltre a una menzione speciale per il secondo classificato. Il concorso sarà rinnovato ogni anno, per decorare, uno a uno, tutti i riquadri della sala.

Il progetto conferma l’impegno costante del 5 stelle scaligero nella promozione dell’arte e della cultura. Il Due Torri, infatti, è hospitality partner dell’esposizione dedicata al genio di Toulouse-Lautrec, in programma all’Amo, l’Arena Museo Opera fino al 2 settembre. Lo scorso ottobre ha affiancato la mostra “Picasso. Figure (1895-1972)”, che ha ripercorso il percorso artistico del più grande pittore spagnolo. L’hotel è da sempre uno dei palcoscenici più belli per la cultura – fin da quando, in passato, ha ospitato Mozart, Goethe, Giò Ponti – e per la bellezza, che del talento creativo rappresenta la forma più raffinata in assoluto. Tra i partner del 5 stelle figura, appunto, anche il Festival della Bellezza, una prestigiosa rassegna di concerti, spettacoli ed eventi dedicati a grandi artisti. hotelduetorri.duetorrihotels.com

articolo pubblicato il: 29/05/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it