torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cinema
ricordo di Suzuki Seijun

ad Udine


Con Suzuki Seijun se ne va un gigante del cinema, non solo del cinema asiatico, e se ne va anche un pezzo di cuore del Far East Film Festival, che nei mesi scorsi aveva programmato con CG Entertainment uno zoom sul regista giapponese per la 19ª edizione (21 – 29 aprile). Più precisamente, uno speciale omaggio al suo titolo più famoso, La farfalla sul mirino (Branded to Kill), che compie ben 50 anni di vita e che Udine mostrerà in anteprima mondiale nella splendida versione restaurata dalla Criterion (in collaborazione con Nikkatsu).

Il FEFF 19, salutando Suzuki Seijun, presenterà anche il nuovissimo box che gli ha dedicato CG Entertainment: La farfalla sul mirino sarà pubblicato in un cofanetto da collezione contenente il film in formato Dvd e Blu-ray e il volume Time and Place are Nonsense curato da Tom Vick (ospite della scorsa edizione del Festival). Verrà inoltre pubblicato un cofanetto monografico con una selezione di 5 film in Dvd (Youth of the Beast, Tokyo Drifter, Detective Bureau, The Woman Sharper, Fighting Elegy).

Venerato da Quentin Tarantino, che non ha mai smesso di citarlo come fonte d’ispirazione, La farfalla sul mirino è senza dubbio uno dei maggiori cult della Nikkatsu Action. Uno yakuza movie amatissimo anche da Jim Jarmusch e universalmente riconosciuto come capolavoro dell’assurdo! Se la mitica major nipponica, nel 2005, è stata il centro di una memorabile retrospettiva del FEFF, proprio in quell’occasione Udine ospitò l’attore Joe Shishido, che della Farfalla è il protagonista.

Ecco le eloquenti e ironiche parole del divo giapponese (tratte da Né limiti, né confini: il mondo della Nikkatsu Action, scritto da Mark Schilling per il FEFF): «Che film! Incomprensibile, per certi versi, ma che film! Solo alcuni giapponesi lo avevano capito, per esempio i membri del Circolo di studi sul cinema della Waseda University, però quando uscì, nel 1967, nessuno andò a vederlo al cinema. Nessuno!».

articolo pubblicato il: 23/02/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it