torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Maestri di scacchi"

al Teatro Hamlet di Roma


Una scacchiera al centro del palcoscenico che traccia un confine ed è allo stesso tempo perimetro d’azione e prigione per i protagonisti. Dieci attori che rappresentano dieci pezzi, cinque bianchi e cinque neri, prendono posizione in una sospensione carica di tensione ed attesa. Tra versi primordiali e urla di incitamento, come guerrieri di altri tempi, danno il via ad una memorabile partita. Si apre così uno spettacolo innovativo e suggestivo, un atto unico che coinvolge sapientemente lo spettatore dall’inizio alla fine.

Maestri di Scacchi vuole rappresentare la metafora della vita, intesa come una sola partita in cui si è costretti a dare il massimo ed in cui ogni mossa può essere risolutiva o fatale. Sulla scacchiera si sfidano gli ultimi pezzi rimasti in gioco, elementi di due armate che si contendono la vittoria. Unico vero obiettivo, infatti, è conquistare uno spazio all’interno di una vita che ricompensa solo chi è disposto a combattere e a lottare per raggiungere i propri obiettivi. Ognuno sembra avere una sola opportunità decisa da chi comanda il gioco. E' la scelta che fa la differenza ed il rispetto delle norme è un elemento imprescindibile per il raggiungimento della vittoria. Una voce fuori campo annuncia le mosse da compiere; alcuni pezzi vogliono sottrarsi, altri ragionano sulle opportunità di un percorso alternativo infrangendo le regole. Avvincenti alcuni dialoghi tra pezzi di diverso colore; alcuni esprimono, oltre ai sentimenti, anche la loro idea di strategia, dando consigli al loro superiore, la forte e potente Regina. Recitazione, tecnica corporea e movimenti scenici perfetti si fondono in una partita avvincente, diretta abilmente da Alessandro Carvaruso, che in un crescendo di emozioni e colpi di scena conduce ad un finale imprevedibile. Solo alla fine si capirà il messaggio profondo che il testo di Alessandro Carvaruso e Giuseppe Renzo vuole trasmettere. Uno spettacolo che lascia allo spettatore la possibilità di una lettura personalizzata; Maestri di Scacchi rappresenta, infatti, un viaggio individuale alla riscoperta dei valori umani e sociali da interpretare anche alla luce del proprio vissuto.

Una compagnia nata intorno ad un progetto; è questo il caso singolare della Compagnia Andrea Bissau, nata nella primavera del 2013 proprio per portare in scena Maestri di scacchi. Dieci giovani attori professionisti, capitanati dal regista e co-autore Alessandro Carvaruso, si sono innamorati del testo ed hanno deciso di autoprodurlo. L'incredibile complicità fra gli attori, la perfezione dei movimenti scenici insieme all’amore viscerale per questo spettacolo sono gli ingredienti del successo di un piccolo progetto indipendente, che ha attirato spontaneamente, durante le stagioni 2014-2016, l’attenzione e l’affetto del pubblico. Questa nuova edizione dello spettacolo è ancora più coinvolgente anche grazie alla tensione trasmessa dalle musiche composte dal grande Maestro Francesco Perri, ai surreali costumi di Violetta Canitano e Andreina Cortellesi ed al suggestivo disegno luci di Marcello Vanni. Quest’anno la compagnia si rinnova grazie all’ingresso di tre nuove attrici Simona Di Bella, Francesca Verrelli e Valeria Zazzaretta che si integrano perfettamente nella precedente formazione costituita da Enzo Avagliano, Patrizia Casagrande, Francesco Castiglione, Francesca Del Vicario, Fernando Gatta, Alessandra Mancianti e Andrea Rettagliati.

Regia: Alessandro Carvaruso Aiuto regia: Enzo Avagliano Musiche originali: Francesco Perri Scene e Costumi: Violetta Canitano e Andreina Cortellesi Disegno luci: Marcello Vanni Fotografia: Violetta Canitano

con: Patrizia Casagrande – Regina Bianca Fernando Gatta – Torre Bianca Francesco Castiglione – Alfiere Bianco Francesca Verrelli – Cavallo Bianco Valeria Zazzaretta – Pedone Bianco Alessandra Mancianti – Regina Nera Francesca Del Vicario – Torre Nera Andrea Rettagliati – Alfiere Nero Simona Di Bella – Cavallo Nero Enzo Avagliano – Pedone Nero DAL 24 AL 26 febbraio 2017 Teatro Hamlet Via Alberto da Giussano, 13 – Roma 06 94842463-333 4313086 info@teatrohamlet.it Orario spettacoli: venerdi’ e sabato ore 21,00 - domenica ore 17,00 Biglietto € 13 intero + € 2 tessera associativa € 10 ridotto + € 2 tessera associativa

articolo pubblicato il: 21/02/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it