torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
bilancio del Sigep

XXXVIII edizione

di Giuseppe De Girolamo

Un successo che conferma il trend di crescita, già realizzato negli anni precedenti, e che si propone per nuovi sviluppi ed una ripresa degli specifici settori che rappresenta, ha ottenuto la XXXVIII edizione del Sigep che ha appena chiuso i battenti. I confortanti dati a chiusura dell’evento che vede 208.472 presenze di operatori (+ 3,5%), con un’importante crescita estera salita a 41.827 presenze (+ 29%) da 170 Paesi, decretano i successi del salone mondiale del dolciario artigianale, quest’anno in contemporanea ad AB TECH EXPO, dedicato all’arte bianca. La manifestazione di Rimini Fiera, dedicata alla gelateria, pasticceria artigianale, panificazione e caffè, ormai obiettivo mondiale dell’interesse verso questi settori è stata per la prima volta organizzata dalla Italian Exhibition Group , la nuova società nata dall´integrazione tra Fiera di Vicenza e Rimini Fiera, che detiene la presidenza con Lorenzo Cagnoni, già presidente del polo fieristico riminese.

Gli eventi clou del programma 2017 sono stati: il campionato mondiale juniores di pasticceria (vinto dal Giappone), il German Challenge (62 gelatieri tedeschi a disputarsi i 9 pass per la tappa di Berlino di Gelato World Tour), la finalissima di Bread in The City (vinta dall’Italia), The Ultimate Chococake Award dedicato ai professionisti nell´arte della lavorazione del cioccolato e i campionati italiani baristi con l’unico appuntamento nazionale con le sette competizioni valevoli per il circuito internazionale del World Coffee Events. Oltre 800 gli eventi promossi da Rimini Fiera e dalle aziende, accolti da un pubblico di operatori fortemente motivato a scoprire nuove tecniche e idee di prodotto come per il caffè che con la crescita della sua area espositiva è entrato nella denominazione ufficiale del salone per il gran successo ottenuto. 703 i giornalisti e i blogger italiani ed esteri accreditati, per uno sviluppo di oltre 170 milioni di contatti ad oggi. Alla giornata inaugurale del 21 gennaio, con la presenza di Cagnoni, al taglio del nastro c’erano il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, il Vicepresidente IEG Matteo Marzotto e il Direttore Generale IEG, Corrado Facco, Patrizia Cecchi director italian exhibitions group, la brand manager group Flavia Morelli, le brand manager (per la gelateria) Gabriella de Girolamo e per (la pasticceria, panificazione, caffè) Giorgia Maioli e l’attore Vincenzo Soriano, davanti ad una platea di Autorità e operatori che fin dall´apertura dei cancelli hanno raggiunto il quartiere fieristico, interamente occupato, anche nell´ampliamento appena inaugurato.1250 le imprese coinvolte su 118.000 mtq con un aumento di 5.000 mtq e primo step di un ampliamento del quartiere che porterà altri 11.000 mq nell’edizione 2018 di SIGEP, dal 20 al 24 gennaio.

Apprezzate da tutti le parole del primo cittadino di Rimini, che in base a statistiche, pubblicate dal Sole 24Ore, risulta essere tra i primi posti dei sindaci più amati ed apprezzati d’Italia. Gnassi, ha affermato: “in un paese che spesso ha difficoltà ad articolare relazioni, c´è anche chi guarda al futuro. Le fiere di Rimini e Vicenza costituiscono, per l´Italia, una realtà economica costituita per dare prospettive di sviluppo: un esempio concreto di come, con lucidità e intelligenza, si possono costruire sistemi forti al di là dei confini amministrativi e dei campanili. A partire da Expo, abbiamo capito che il grande campo del food e della biodiversità può far camminare a testa alta l´Italia nel mondo: Sigep rientra in questo sistema”. Oltre a Soriano che ha riscosso grandi attenzioni del pubblico che lo fermava per una foto, un autografo o un selfie riconoscendo in lui l’immagine del commissario di polizia interpretata in numerosi film o anche per averlo visto partecipe al film “Con tutto l’amore che ho” attualmente candidato al David di Donatello, altri noti personaggi dello spettacolo, tv e mondo enogastronomico sono stati una ulteriore attrazione per i visitatori della Fiera. Soriano, accolto con simpatia da Walter Wurzburger, responsabile commerciale della Kenon S.p.A., azienda campana di questo caffè, si è soffermato nel mega stand, sempre affollatissimo dello storico, noto ed affermato caffè napoletano Kenon , dove il pubblico si fermava per gustare un buon caffè offerto dalla famiglia Wurzburger storica titolare de “l’Oro di Napoli”.

Forte espansione in questo Sigep ha avuto il mondo del Caffè ed oltre a Kenon, altre aziende campane, ad esempio “Toraldo” con il suo attraente stand, insieme ai tanti altri grandi nomi di questo prodotto, italiani e esteri, hanno convinto il pubblico già conscio che il caffè debba essere buono e che il caffè è Arte. Il compagno di viaggio delle nostre fatiche quotidiane non può lasciarci con l´amaro in bocca, ma deve darci piacere ed energia. È tornata al Sigep anche Benedetta Parodi, giornalista e conduttrice televisiva (Bake Off Italia, La cuoca bendata). Assieme alla chef Cristina Lunardini, volto di Alice Tv, ha realizzato una serie di preparazioni dolci per accompagnare il gelato artigianale: cialde, un crumble caldo di mele e un tortino caldo di cioccolato con cuore morbido. “La pasticceria da forno fatta in casa è un ottimo abbinamento con il gelato - ha detto -. Il mio gusto preferito? Da piemontese, naturalmente la nocciola”. L´attore Gianmarco Tognazzi è stato ospite dello stand di Mo.Ca, al Sigep di Rimini, per raccontare la storia della Tognazza di Velletri, l´azienda vinicola fondata dal padre Ugo e oggi guidata da lui ed ha sugellato Vini e Gelato l’abbinamento Rock e Blues.

Fra i maestri della pasticceria è spiccata anche la presenza di Simone Rugiati, chef famoso al grande pubblico grazie a La Prova del Cuoco e a vari format su Gambero Rosso Channel e su La7. Al Sigep . ospite di Bravo - è stato accolto come una vera e propria star. La star dei fornelli ha soggiunto: “Qui alla fiera di Rimini vengo sempre molto volentieri, è un modo per guardarsi intorno e vedere come il nostro mondo stia andando avanti, a livello tecnologico e di gusti e mode, perché trovi una quantità di amanti del dolce con cui puoi parlare direttamente senza i filtri della tv e del web. Mi serve come termometro per capire cosa in questo momento piace di più. È bello anche per il contatto col pubblico che è la cosa che preferisco”. Dalla Campania al Sigep non è certo passata inosservata la presenza di Renato Ardovino definito “Re delle Torte” ospite dello stand Comprital. Ardovino, considerato il maggior esponente del cake design italiano, è uno dei volti di Real Time e con trasmissioni televisive come Torte in Corso con Renato e My Cake Design ha accumulato migliaia di fans. “Sono venuto la prima volta al Sigep nell´88, - dice - ma mi continua a colpire per la passione che le persone hanno per questo mestiere. È qualcosa di professionale, ma anche artigianale e creativo allo stesso tempo. Vedi la voglia di conoscere, imparare, carpire dei segreti, delle novità. Tutti si aspettano di vedere delle cose belle e nuove, quando vengono qui. E le trovano ogni anno”. Altro storico grande artista presente a questa manifestazione, definito il Maestro del freddo e campione del mondo di gelateria Amelia Mazzella, che ha dato spettacolo realizzando, a colpi di trapani, scalpelli e punte un quadro di ghiaccio a tema mare, un piccolo omaggio, oltre che al concorso vinto l´anno scorso, anche alla città che ospita la grande manifestazione fieristica.

Numerosi i convegni di grande interesse come quello organizzato da Fiepet Confesercenti, Associazione Italiana Maestri Gelatieri e Associazione Italiana Pasticceri e Cioccolatieri sulla “Formazione, Conoscenza e Qualità, i tre fattori decisivi per il successo dei pubblici esercizi” e quello dal titolo “Dalla caffetteria alla gelateria: i nuovi format di successo” organizzato dalla FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) che ha fatto il punto sull´andamento del canale bar con focus su caffè e gelato, grazie ai dati contenuti nel Rapporto Ristorazione 2016 e alle analisi di NDP e Tradelab.

Anche per il pane, non è mancato il momento di riflessioni attraverso il convegno incentrato sul mutare dei consumi, fotografati da Cerved con una ricerca promossa da AIBI Assitol e Sigep. Per il presidente di AIBI Palmino Poli, ´il nostro è un mercato vivace, con cambiamenti repentini. La ricerca ha evidenziato, dopo un calo negli anni scorsi, lo stabilizzarsi dei consumi. L´85,9% dei consumatori preferisce il pane artigianale (1.638mila tonnellate), quello industriale è scelto dal 7,8% e quello surgelato dal 6,3%. Sale la domanda di pasticceria prodotta dai panificatori, cresciuta del 3,1%. I dolci più apprezzati nelle panetterie sono le brioches (+5% nel 2016) ed i dolci da ricorrenza, che aumentano del 12%. Il panificio tradizionale rappresenta il canale di vendita più diffuso (43,6%), seguito da GDO (25,6%, che ha guadagnato mercato rispetto alla vendita diretta (21%). Cresce la presenza del Ôbuon pane´ nella ristorazione, che oggi copre il 10% del mercato artigianale (137 miliardi il mercato nell´UE)

L´Italia è in netta controtendenza rispetto all´Europa: il pane fresco artigianale è sempre molto presente sule tavole degli italiani, nonostante la crisi dei consumi, l´attenzione al regime dietetico e le abitudini alimentari sempre più caratterizzate da tempi ristretti e pranzi fuori casa. Secondo l´indagine Databank promossa da AIBI Assitol e Sigep, l´Italia è al terzo posto per consumi di pane, preceduta da Germania e Francia e seguita dalla Gran Bretagna. Nel mercato complessivo dei prodotti della panificazione - non solo pane, ma anche dolci, cracker, focacce - il nostro Paese finisce al quarto posto in Europa. Nei Paesi UE il mercato complessivo dei prodotti da forno vale 137 miliardi di euro, di cui 73 relativi alla produzione di pane. Fonte Ricerca Databank AIBI Assitol . Sigep Per quanto riguarda il Gelato artigianale, è stato rivelato che: crescono i consumi in Italia e nel mondo. Per l´Italia le stime più attendibili parlano di un consumo di gelato pari a 12 kg pro capite, con un tasso costante di crescita ed un giro d´affari superiore a 2 miliardi di euro. Il 66% dei consumi riguarda il gelato artigianale e l´Italia è il primo paese al mondo nel quale si assiste a questo predominio nella preferenza dei consumatori. In questi ultimi decenni il consumo si è moltiplicato di sei volte. Non esiste un prodotto alimentare protagonista di eguale performance. Candida Pelizzoli, presidente di Maestri della Gelateria, ha detto: ”abbiamo iniziato a considerare il gelato un alimento funzionale, non solo per lo sport, ma anche per chi ha una vita lavorativa intensa. Negli anni successivi abbiamo lavorato sulla riduzione degli zuccheri e l´aumento delle fibre e delle proteine, prima nei sorbetti e poi anche nei gusti crema”. Da questo Sigep è uscito anche il nuovo Campione italiano di Pasticceria che è Vincenzo Albanese, 30 anni, pasticcere di Porto Empedocle, titolo vinto al salone mondiale del dolciario artigianale, organizzato da IEG alla fiera di Rimini. Al secondo posto Alessandro Petito di Termoli e terza posizione per Vincenzo Ciccarello di Legnano. Vincenzo Albanese lavora nelle due pasticcerie di famiglia, a Porto Empedocle e ad Agrigento, dove sin da piccolo ha respirato dolci e imparato l´arte dal padre. E´ la prima volta che ha partecipato al campionato italiano e per lui anche la prima volta al Sigep. “La nostra vita quotidiana è frenetica e impegnata, ma qui a Sigep tutto è accelerato. E´ una bellissima esperienza a contatto con mostri sacri della pasticceria mondiale, con tanta gente del settore e la possibilità di scambiare conoscenze”. Il titolo di campione del mondo junores di pasticceria, invece, è stato vinto dal Giappone che in un testa a testa con l´Italia e per soli sei punti (3918 a 3912) Yokouchi e Yuki Matsuda hanno prevalso sulla coppia italiana, il bresciano Andrea Marzo e il bergamasco Mattia Cortinovis. Terza la Francia (3733). Nove le nazioni in gara alla fiera di Rimini: Francia, Giappone, India, Filippine, Singapore, Messico, Polonia, Russia e Italia.

Il tipico prodotto natalizio milanese, il “Panettone” è stato proclamato “Ambasciatore del dolce italiano nel mondo”. Un evento fortemente voluto da Iginio Massari, il maestro dei maestri della pasticceria italiana, premiato davanti al pubblico del Sigep. Masssari ha spiegato così il suo amore per questo dolce: “Il panettone ha fatto la storia della pasticceria italiana, e domani farà la storia di quella mondiale. È un prodotto complesso, che richiede anche una tecnologia elevata. Vorrei che un domani fosse obbligatorio, per ogni aspirante Maestro di pasticceria, conoscere a fondo il panettone”. Il maestro pasticcere ha inoltre sottolineato l´importanza della formazione alla degustazione: “Saper valutare la dolcezza, l´acidità data dall´uvetta, il contenuto di sale è fondamentale per modificare il prodotto e renderlo sempre migliore”. Il maestro Gino Fabbri gli ha fatto eco affermando: “Nel mondo, la pasticceria italiana è identificata dal panettone. E Massari è il testimonial ideale per portare ovunque il nostro messaggio di qualità”. Nel corso della mattinata dedicata al panettone, Federico Anzellotti, presidente di Conpait, ha presentato uno speciale annullo filatelico per una cartolina celebrativa dedicata al più italiano tra i dolci. Nell´occasione, inoltre, è stato lanciato il Pastry camp 2017 di Cast Alimenti. “Un´opportunità unica al mondo - ha spiegato il maestro Roberto Rinaldini - che vedrà i maestri della pasticceria impegnati gratuitamente quattro ore al giorno, per insegnare a giovani e meno giovani l´arte pasticcera. Questa attitudine alla formazione ha permesso all´Italia, negli ultimi quattro anni, di vincere tutti i campionati del mondo disponibili: il lavoro di squadra porta al risultato, ed è questo il modo migliore per guardare al futuro di un mestiere straordinario”. Vittorio Santoro, direttore operativo della scuola di Cast, ha ricordato: “Sono nato in pasticceria nel profumo di panettone. È stato questo dolce a darmi la spinta: ora dirigo la scuola, ma resto un pasticcere”. Altra grande realtà di questo Sigep è stata la partecipazione dei giovani che hanno aderito all’iniziativa “SigepGiovani” intesa alla formazione di giovani promesse.

Mangiare sano. Questo il tema a cui dovevano ispirarsi gli oltre 70 ragazzi degli istituti professionali di tutta Italia riuniti all´interno di SigepGiovani, il concorso che da 26 anni valorizza il percorso formativo che le giovani promesse della pasticceria compiono prima di accedere alla professione. Quattro ore a disposizione per le 12 scuole del settore pasticceria, 4 del settore panificazione e 2 del settore sala bar per realizzare un dessert al piatto gluten free e un dolce della prima colazione riservato a un´intolleranza alimentare. La giuria era formata da esperti del settore, presieduta dal maestro Alessandro Racca (Carpigiani Gelato University). Primo posto per i ragazzi dell´Istituto di Formazione Professionale Alberghiero di Rovereto, che hanno vinto una temperatrice per cioccolato per la scuola e un corso di approfondimento presso la Cast Alimenti; secondo posto per lo IAL Lombardia di Saronno, che si è aggiudicato uno stage formativo presso l´azienda Fiasconaro; terzo posto per il Centro di formazione professionale ´E. Reffo´ di Tonezza del Cimone (Vicenza), premiato con una fornitura di stampi professionali Silikomart. A tutti i vincitori, inoltre, è stato fatto dono di libri Chiriotti Editore. SigepGiovani ha il tradizionale e determinante supporto di Pasticceria Internazionale e nel suo intervento il direttore editoriale Livia Chiriotti si è così espressa: “Crediamo da sempre che la formazione sia il fulcro del successo in pasticceria ed è gratificante vedere come questi ragazzi mostrino a Sigep la fierezza di esserci e la possibilità di comprendere che vale la pena studiare e sacrificarsi. Qui vedono l´approdo possibile dell´impegno a cui sono chiamati e ringrazio davvero i Maestri e le tante aziende che collaborano con l´iniziativa mettendo a disposizione saperi e tecniche di lavoro”. “Quest´anno - commenta il Direttore tecnico Samuele Calzari - ho visto nei ragazzi in gara una forte motivazione e una sana competizione. Sigep Giovani è un importante appuntamento per questi ragazzi, oltre che per sfidarsi mettendo in mostra le proprie abilità, anche e soprattutto per incontrarsi e confrontarsi. Tutto questo all´interno del Salone più importante per il settore della pasticceria. È questo il vero cuore dell´iniziativa”. E’ stato ricordato anche il Gelato World Tour, la ´Formula Uno del Gelato´, che si avvia alla conclusione della sua seconda edizione dopo i successi delle tappe di Chicago a maggio 2016 e Shenzhen ad agosto 2016 e dei Challenge in Italia e Illinois che hanno coinvolto più di 1.000 gelatieri in un solo anno. In vista del Gran Finale Mondiale che si terrà a Rimini, sullo splendido lungomare tanto amato da Federico Fellini dall´8 al 10 settembre. Sigep 2017 è così divenuto il palcoscenico da cui ripartire con le prossime tappe che porteranno alla selezione dei 40 finalisti mondiali che si sfideranno per il titolo di ´World´s Best GelatGELATO WORLD TOUR - Organizzatori: Sigep . Italian Exhibition Group e Carpigiani Gelato University; Main Partner: Ifi e PreGel; con il patrocinio di: Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero degli Affari Esteri, Regione Emilia Romagna; Partner tecnici: Screams, Medac, Carpino, Metalmobil, Hiber.o´. Una così importante manifestazione non poteva non comprendere un gesto di solidarietà e come per gli anni precedenti è tornata, organizzata dal Banco di Solidarietà, con il supporto di Sigep, offrendo tutto il gelato che al termine del grande Salone del dolciario organizzato da IEG resterà inutilizzato, in vendita a offerta libera, sabato 28 gennaio, dalle 9 alle 20, in vaschette da 1,5 kg., presso il centro commerciale ÔI Malatesta´ di Rimini. Come nelle scorse edizioni, l´intero ricavato sarà utilizzato per comprare alimenti di prima necessità che saranno donati a famiglie in difficoltà.

Sigep e A.B. Tech sono un evento davvero mondiale. Non solo perché i visitatori arrivano da 170 Paesi, ma anche grazie ad uno straordinario sforzo di trasmissione dei contenuti che avviene in diretta via streaming. Solo nella prima giornata, oltre 30.000 persone nel mondo si sono collegati con i cinque canali attivi, a cui si accede direttamente dalla home page www.sigep.it. Due canali dai campionati baristi, uno dalla Pastry Arena dove era in corso il campionato mondiale juniores di pasticceria, un quarto dai Bakery Events per seguire le squadre di otto paesi in gara per Bread in The City ed un quinto canale dall´area Pastry&Culture, dove si sono alternati eventi legati alla pasticceria. Le riprese sono state poi ritrasmesse durante la notte per agevolare la visione a chi vive dall´altra parte del mondo.

L’intenso calendario fieristico di questo nuovo polo riminese - vicentino prosegue con altri tre appuntamenti di vario settore per giungere al suo quarto evento dell’anno 2017, nonchè prossimo appuntamento con le manifestazioni IEG del Food&Beverage che risponde al nome di “Beer Attraction” la Fiera Internazionale dedicata a specialità birrarie, birre artigianali, food, tecnologie e materie prime, oltre a chef e mondo della Pizza, in programma dal 18 al 21 febbraio. Le specialità birrarie abbinate alle specialità food made in Italy e non solo per la ristorazione fuori casa. Dove possiamo sin d’ora annunciare la partecipazione della Nip Food di Dovilio Nardi, che presente a questo Sigep ha accolto festosamente l’attore Vincenzo Soriano, che ha richiamato nello stand un gran numero di visitatori e lo ha ufficialmente invitato a tornare come suo ospite nell’evento di fine febbraio ed a cimentarsi nell’elaborare goliardicamente un piatto con le proprie mani ed arte insieme a noti chef maestri dell’altra gastronomia d’Inghilterra, che saranno anch’essi ospiti del suo mega stand, da sempre punto di riferimento per i visitatori della fiera oltre che per lo spazio che occupa anche e soprattutto per gli eventi che organizza.

articolo pubblicato il: 26/01/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it