torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"La piccionaia"

alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino


Casa del teatro ragazzi e giovani Stagione 16/17 per Giovani e Adulti Il teatro è social Venerdì 27 gennaio, ore 21.00 Giorno della memoria La battaglia dei pedali. Gino Bartali. Un ragazzo controvento Drammaturgia e regia Ketti Grunchi Con Aurora Candelli, Francesca Bellini, Julio Escamilla Scenografia e luci Yurji Pevere

La piccionaia

Tre giovani attori raccontano, in modo ironico e poetico, i sogni e le imprese del "Ginettaccio", che incantò l'Italia con le sue meravigliose imprese sportive. Un percorso in salita, una militanza silenziosa, al di sopra della giustizia di un regime che si ritrova al seguito delle follie razziste dettate dall’arianesimo. Tutto ha inizio in un piccolissimo paese sulle colline toscane. Una chiesa, un’osteria, una bottega di ciclista, un barbiere senza pretese, un mulino. Lì, i Bartali li conoscono tutti. Vivono in una casa popolare: due stanze come quelle di Geppetto e Pinocchio. Niente luce, e niente acqua corrente. Il piccolo Gino corre, sempre! Su e giù per salite, campi, prati e uliveti, tra lunghi corridoi di panni stesi profumati di alloro. Ma a Gino, più di tutto, piace quella meravigliosa opera dell’ingegno umano che lui in sogno, ogni notte, cavalca come se fosse uno stallone selvaggio... la bicicletta!

In scena Aurora Candelli, dalla voce calda e avvolgente, Francesca Bellini, dallo sguardo penetrante e sincero, e Julio Escamilla, messicano dalla veemente enfasi espressiva. In occasione del GIORNO DELLA MEMORIA venerdì 27 gennaio la Casa del Teatro ricorda la figura di Gino Bartali che nel settembre del 2013 è stato riconosciuto come "Giusto tra le Nazioni” per il suo impegno come corriere durante l'occupazione tedesca: in quegli anni, infatti, nascondendo documenti falsi nella canna e nel sellino della sua bicicletta, ha salvato oltre ottocento persone dalla deportazione nei lager. Una vita, fin da bambino, disseminata di salite, scelte difficili e vittorie conquistate con grande fatica. La vita di un uomo che visse controvento, tenendo segrete fino alla morte le sue imprese più grandi. Un invito, alla fatica e al coraggio, per le nuove generazioni.

Biglietti: Intero € 10 - Ridotto € 9 (over 65, Associazioni e CRAL convenzionati) - Ragazzi € 7 (under 12) Casa del teatro ragazzi e giovani Corso Galileo Ferraris 266 - Torino tel. 011.19740280 - biglietteria@casateatroragazzi.it - www.casateatroragazzi.it

articolo pubblicato il: 21/01/2017

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it