torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Ce lo chiede l'Europa"

al Teatro Belli di Roma


Daunideadi presenta Fabio Avaro in

Ce lo chiede l’Europa

con Vanina Marini e la preoccupante partecipazione de la Banda dell’UKU Regia di Vanina Marini Dal 10 al 22 gennaio 2017 Teatro Belli – Roma

Dal 10 gennaio al Teatro Belli di Roma andrà in scena Ce lo chiede l’Europa l’esilarante commedia con protagonista l’insolito trio composto da Fabio Avaro, Vanina Marini, qui anche in veste di regista, e la Banda Dell’UKU, nella forma dei tre musicisti Fabrizio Sartini, Luca Sgamas e Emiliano Giuliano. Prendete un attore squattrinato e sconosciuto, tre musicisti di una band che sbarca il lunario facendo serate qua e la per locali e aggiungeteci una malcapitata giovane e promettente regista di teatro intenta ad allestire uno spettacolo per partecipare ad un bando della Comunità Europea che le farebbe ottenere un cospicuo finanziamento. L’improvvisata compagnia ha poche ore per creare uno spettacolo vincente: riuscirà la giovane regista a domare l'esuberante attore con al seguito la sua assurda band? Riusciranno tutti a rispettare le rigide richieste del bando? In scena fino al 22 gennaio lo spettacolo, che mette in scena il teatro, ma soprattutto uno spaccato di italianità, si compone di un susseguirsi incessante di battute e inserti musicali proponendo al pubblico un’ora e mezza di tante risate e buona musica.

SINOSSI Gianni è un attore che da anni prova con scarso successo ad imporsi nel mondo del teatro. La sua vita e quella dei musicisti che lavorano stabilmente con lui sono ora ad un punto morto: gli ultimi spettacoli sono stati dei fiaschi clamorosi ed ormai vivono sommersi di debiti. Gianni lavora come barista nel foyer di un teatro e con la Band fa feste di musica country in posti squallidissimi. La soluzione a tutti i loro guai sembra presentarsi quando nel teatro dove lavora deve andare in scena uno spettacolo di una giovane affermata regista, che a poche ore dal debutto dello spettacolo, al quale assisterà un commissario del Fondo Europeo per l’arte e la cultura, viene abbandonata dall’attore protagonista e dalla sua orchestra. La giovane è nel panico. Unica soluzione, idea forse malsana, chiedere a Gianni e la Banda dell’Uku di sostituirli. Per Gianni e la Banda è la grande occasione. Tutto perfetto dunque se non fosse che il testo deve essere originale ed inoltre ideato, scritto e messo in scena trattando tematiche specifiche richieste dalla comunità europea nel bando, il tutto in poche ore. Per la giovane e promettente regista, Gianni e la banda, sarà la notte più lunga della loro vita.

NOTE DI REGIA “Che cosa succede quando stai per andare in scena e il tuo primo attore non si presenta? La prima idea può essere quella di annullare lo spettacolo, ma stavolta proprio non si può perché se non si va in scena si rischia di perdere 100 mila euro stanziati dalla Comunità Europea. Certo è che se ci fosse qualcuno disposto a fare una sostituzione allora in teoria il problema sarebbe risolto. Ma se per caso questo qualcuno fosse solo un antieuropeista incallito che per sbarcare il lunario è costretto a fare il cabaret nei locali allora forse i problemi potrebbero raddoppiarsi. Se poi a tutto questo si aggiungesse un’improbabile band che suona il country ai matrimoni allora i problemi potrebbero anche triplicarsi. Ma il tempo è poco, il commissario dell'Unione Europea sta arrivando e valuterà se lo spettacolo è degno di vincere il bando e andare in una tournée mondiale. D'altronde è facile bisogna solo parlare delle personalità e delle scoperte scientifiche che hanno reso grande il nostro paese e fare tutto questo senza che il poveraccio sappia che c'è di mezzo l'Europa e senza che il commissario sappia che il primo attore non è propriamente un attore. Insomma ce la faranno? L'unica cosa certa è che accada quel che accada the show must go on”.

CHI E’ FABIO AVARO Attore e showman romano da anni calca i principali teatri italiani con le commedie scritte e dirette da Gabriele Pignotta tra cui ad esempio Contrazioni pericolose, Ti sposo, ma non troppo, Mi piaci perché sei così. Sempre a teatro è stato diretto di recente da Silvio Giordani in Il Testimone di Nozze di Jean-Luc Lemoine e ha ottenuto un grande successo con il suo one man show Bravi Voi, io è una vita che vi seguo! e con lo spettacolo Siamo Tutti comunicatTivi. Al cinema ha recitato nella trasposizione cinematografica di Ti sposo ma non troppo di Gabriele Pignotta e Colpi di fulmine di Neri Parenti.

CHI E’ VANINA MARINI Attrice e doppiatrice è tra gli speaker ufficiali della RAI. Tra le altre cose insegna nella scuola di Enrico Brignano e segue per tre anni un master di Artiterapie ad orientamento psicofisologico per ampliare le sue conoscenze sulla comunicazione e sulla formazione. Di recente ha recitato ne Il Mercante di Venezia con Giorgio Albertazzi e nel Rugantino di Enrico Brignano con i quali è stata in toureé in tutta Italia.

CHI E’ LA BANDA DELL’UKU Fabrizio Sartini, Luca Sgamas, Emiliano Giuliano sono tre ragazzotti con l’ukulele la cui prerogativa principale è quella di arrangiare brani tra i più conosciuti nella storia del Rock, del Reggae, del Country e del Pop, o brani tradizionali, in chiave umoristico/cabarettistica. Hanno all'attivo più di 90 concerti ed esibizioni in tutta Italia e in Festival e Rassegne anche internazionali e passaggi radio su Stereonotte di RadioRai 1, Teleradiostereo2, RadioOltre. Ultimamente hanno partecipato, riscuotendo enorme successo, alla trasmissione Rai “Ah Ah car”.

CE LO CHIEDE L’EUROPA Dal 10 al 22 gennaio Teatro Belli, Piazza di Sant’Apollonia, 11 - Roma Con: Fabio Avaro, Vanina Marini e la Banda dell’UKU Scritto da: Fabio Avaro, Luca Sgamas, Vanina Marini Regia: Vanina Marini Disegno luci: Maximiliano Lumachi Per info e prenotazioni: 06.5894875 - 329.9736619 Biglietto: 18 euro, ridotto 13 euro Repliche: dal martedì al sabato ore 21,00, domenica ore 17,30

articolo pubblicato il: 31/12/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it