torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
Mario D'Imperio

a Giovinazzo


Nella splendida cornice della sala "Il Bastione" nel centro storico di Giovinazzo sarà possibile ammirare fino al 30 dicembre tutte le opere in concorso al "Premio Nazionale Natiolum".

L'importante rassegna d'arte contemporanea, dedicata alla pittura, scultura, grafica e fotografia, giunta alla XV edizione, è organizzata e promossa dalla AM Art Gallery di Antonella Merra.

Il tema ispiratore prescelto quest'anno è “l'uomo, la natura, l'ambiente". Tra i trenta artisti in gara, che provengono da varie parti d'Italia, c'è anche il Maestro lucano, originario di Matera, Mario D'Imperio con due opere: "L'albero della vita" e "Conversazione".

La pittura di Mario D'Imperio, fatta di un figurativo d'impatto, saldamente ancorato ai principi della tradizione, mantiene il rapporto con il passato e dialoga con i grandi Maestri del Novecento, Picasso sopra tutti, ma anche Deulanay, Marc e Macke, fino alla grande stagione del cromatismo avanguardista più audace con Boccioni, Balla e Carrà.

La natura è da sempre un tema caro all'artista, interpretato però in chiave surreale. Ne è un chiaro esempio "L'albero della vita" dove la natura arborea dell'ulivo, simbolo primigenio della terra, subisce una metamorfosi nei rami. Nel fogliame odoroso delle piante nascono donne dalla bellezza prorompente, uomini dalla muscolatura tonica e fascinose creature, in dialogo tra loro ma sempre legate alla natura primigenia dell'ancestrale Gea della Teogonia di Esiodo. Il tema del dialogo torna in "Conversazione", metafora della parola da intendere nel senso greco di "logos", terreno di ascolto ma anche sete di conoscenza. Simbolo certo di quella cultura orale, fatta di leggende e miti, da cui nasce la nostra cultura.

Mario D'Imperio è nato a Matera ed attualmente è direttore medico della casa di cura riabilitativa "Villa Sandra" a Roma. Dagli anni ottanta, accanto alla sua professione medica, ha svolto un’intensa attività artistica, partecipando ad oltre 100 mostre d’arte personali e collettive. Nel 2000 ha realizzato 14 formelle in ceramica per il Santuario quattrocentesco di Pozzo Faceto a Fasano. Nel 2008 ha fondato il Circolo Culturale “Casa D’Imperio”, ospitando mostre ed eventi culturali, artistici e musicali di altissimo profilo nella casa di famiglia nei Sassi di Matera. Oltre a numerosi altri premi, è stato insignito nel 2012 del prestigioso "Premio Personalità Europea" in Campidoglio a Roma durante la "Giornata d'Europa". Recentemente ha ricevuto a Porto Potenza Picena il "Premio Sant'Anna Speciale della critica", nell'ambito di una collettiva, diretta dal critico d'arte Loredana Finicelli, all'interno dell'Art Gallery di Paola Zucchini.

Da qualche mese è disponibile in libreria un catalogo delle sue opere più famose, edito da Lithos e curato da Emanuele Pecoraro, con i contributi critici del regista e produttore cinematografico, Pierfrancesco Campanella e delle storiche dell'arte Beatrice Mastrorilli e Loredana Finicelli, alternati alle liriche di Paolo Di Caprio e di Aldo Bagnoni.

articolo pubblicato il: 24/12/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it