torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"Pianoforte Jazz Complementare"

presentazione a Forlì


Michele Francesconi e Laura Avanzolini a Cosascuola Music Academy, Forli Presentazione del libro di Michele Francesconi e concerto del duo Francesconi/Avanzolini Michele Francesconi. Pianoforte Jazz Complementare in stile Pop Jazz presentazione del libro, pubblicato da Volonté & Co.

Michele Francesconi/Laura Avanzolini Duo. Songs Michele Francesconi. pianoforte Laura Avanzolini. voce Cosascuola Music Academy Forlì. Via Spazzoli, 51 Martedì 6 dicembre 2016. ore 20.30 ingresso ad offerta libera

Martedì 6 dicembre 2016, alle ore 20.30, Michele Francesconi presenta il suo metodo didattico Pianoforte Jazz Complementare in stile Pop Jazz presso l'Auditorium di Cosascuola Music Academy. Alla presentazione del libro, seguirà un concerto tenuto dallo stesso Francesconi in duo con la cantante Laura Avanzolini. L'ingresso alla serata è ad offerta libera. Cosascuola Music Academy si trova a Forlì, in Via Spazzoli, 51.

Pianoforte Jazz Complementare in stile Pop Jazz è il frutto del lavoro ventennale svolto da Michele Francesconi in ambito didattico. Il metodo, pubblicato dalla casa editrice Volonté & Co., costituisce un’innovativa guida al siglato e all’interpretazione della notazione tipica dei real book, la cui codificazione è spesso ignorata da molti pianisti di formazione classica. Il libro permette allo studente di approcciare le complessità armoniche del jazz, di percepire intuitivamente l’importanza di ogni voce e di sviluppare un pensiero organico da compositore-arrangiatore.

Francesconi prende in esame il repertorio del Great American Songbook e, nel libro, ha inserito due brevetti: la “tecnica della nota perno”, una tecnica per disporre gli accordi in maniera coerente alla melodia, e un peculiare metodo di scrittura per l’annotazione dei voicing su un lead sheet. Il sistema sviluppato si ispira a due criteri principali: praticità e sintesi. L'intero metodo nasce, infatti, dall'esperienza maturata con gli studenti e risponde alle loro esigenze e ai problemi che incontrano nello studio dello strumento. L'esposizione ha un taglio concreto e schematico proprio per dare risalto alla sintesi, una delle risorse più preziose da sfruttare nei processi di apprendimento.

Anche la seconda parte della serata si concentra sulle canzoni. Songs è il titolo scelto da Michele Francesconi e Laura Avanzolini per il loro concerto. Il duo affronta un repertorio dove melodia, voce e senso del testo hanno sempre avuto una grande importanza: sin dalle pionieristiche stagioni di New Orleans, le canzoni hanno caratterizzato la storia del jazz, i musicisti hanno sempre ripreso materiali di altra provenienza - le hit del momento, le canzoni dei musical, le arie dell'opera e moltissimo altro... - per farlo diventare terreno utile per le improvvisazioni. Francesconi e Avanzolini affrontano alcuni dei temi più celebri che sono entrati a far parte del repertorio del jazz e sono diventati imprescindibili nella vita musicale di alcuni tra i più importanti artisti del Novecento. Il repertorio che i due musicisti presentano durante il concerto verrà presto pubblicato in un disco che si intitolerà, appunto, Songs.

Michele Francesconi è diplomato in pianoforte e musica jazz. Ha insegnato presso i Conservatori di Adria, La Spezia, Cesena, Perugia e Bologna. Ha all'attivo diverse pubblicazioni discografiche, tra le quali: Italian Tunes, Z- Best Music, 2006; Mozart In Jazz, Splasc(h) Records, 2007; Recital Trio, Widerlook, 2008; Quintorigo Plays Mingus, Sam Productions, 2008; Pane E Tempesta di Paolo Damiani, Egea, 2010; Twice, Abeat Records, 2011; La Donna Di Cristallo di Cristina Zavalloni & Radar Band, Egea, 2012; Skylark, Zone di Musica, 2013; Bologna Skyline di Andrea Ferrario & Michele Francesconi, Alfa Music, 2015. Ha suonato in diverse rassegne e jazz club: Ravenna Festival, Ethnoinsula Musicae, Festival Atlantide, Percuotere la mente, Jazz in der Altstadt, Itinerari Jazz, Garda Jazz Festival, Sabato in concerto - Fondazione Pescarabruzzo, Sonata Islands, Festival della filosofia di Modena, Cantina Bentivoglio, Roccella Jazz Festival, Casa del Jazz, Pinocchio Jazz Club, European Jazz Expo di Cagliari, Torino Jazz Festival, Auditorium Parco della Musica, Crossroads, Iseo Jazz, Torrione Jazz Club. È direttore artistico dello Zingarò Jazz Club di Faenza.

Laura Avanzolini, classe 1985, si avvicina giovanissima alla musica grazie allo studio del pianoforte e della chitarra, per poi approdare allo studio del canto e del jazz con Martina Grossi. Diplomata con il massimo dei voti e la lode in Canto Jazz al Conservatorio “Gioacchino Rossini” di Pesaro sotto la guida di Bruno Tommaso. Attualmente è iscritta al Biennio in Canto Jazz del Conservatorio “G. Martini” di Bologna. Parallelamente studia inglese e spagnolo grazie alla laurea in “Comunicazione Interlinguistica Applicata”, conseguita presso la Sslmit di Forlì. Approfondisce l'universo della voce grazie al Corso Universitario di Alto Perfezionamento in Vocologia Artistica. Ha studiato con Roberta Gambarini, Rachel Gould, DianaTorto, John Taylor, Joey Blake, Maria Pia De Vito, Cristina Zavalloni, Amy London, Cinzia Spata, Sheila Jordan, Cameron Brown. Insegna canto jazz presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Insegna canto jazz presso i corsi pre-accademici del Conservatorio “B. Maderna” di Cesena (Fc). Ha appena pubblicato “I'm all smiles” (Dodicilune, 2016), insieme a Fabio Petretti e Daniele Santimone. In precedenza, ha inciso “Skylark” (Zone di Musica, 2013), insieme a Michele Francesconi, Giacomo Dominici e Marco Frattini. Dal 2011 collabora con la Colours Jazz Orchestra diretta dal Maestro Massimo Morganti, con la quale ha inciso il disco “Quando Mi Innamoro In Samba” (Egea, 2013).

articolo pubblicato il: 02/12/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it