torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Maratona di New York"

al Teatro Argot Studio di Roma


Teatro Argot Studio dal 6 al 18 dicembre 2016 (dal martedì al sabato ore 20.30 - domenica ore 17.30) PRODUZIONE THE SHAPE OF WATER / INTRO

Maratona di New York

Di Edoardo Erba regia Maurizio Pepe con Edoardo Purgatori e Marcello Paesano

Dal 6 al 18 dicembre per la sezione LARGE della stagione teatrale all’Argot Studio di Roma, debutta, in prima nazionale, lo storico testo teatrale dell’autore e drammaturgo Edoardo Erba, Maratona di New York, andato in scena per la prima volta all’Argot nel gennaio 1993 con gli interpreti Bruno Armando e Luca Zingaretti; a distanza di vent’anni lo ritroviamo nella regia di Maurizio Pepe con Marcello Paesano e Edoardo Purgatori, attore nella serie televisiva “Un medico in famiglia”.

Breve sinossi
Mario e Steve, immersi nell’atmosfera rarefatta ma molto fisica della corsa dipanano le loro esistenze scanditi da un tempo che pare non obbedire più alle regole consuete. Il mondo notturno e deserto, lo spazio senza più riferimenti nel quale i due uomini si muovono, tutto asseconda il tentativo di Mario e Steve di affidarsi ai ricordi e alla memoria come ultima risorsa per rivendicare la propria esistenza e trionfare in società.

note di regia
La grandezza di “Maratona di New York” risiede nella sua semplicità; il racconto altro non è che le chiacchiere di due giovani, Stefano e Mario, che si allenano per la maratona di New York. Dietro questa apparente normalità, durante questo ennesimo allenamento notturno, ecco che emerge qualcosa di inaspettato. Sembra una notte normale come tante altre, l’allenamento prosegue nel tentativo di raggiungere il passaggio a livello alla fine della strada; la corsa inizia a essere faticosa e i muscoli non ce la fanno più. Unico sostegno per non mollare è la profonda amicizia che lega i due amici; ecco che il passaggio a livello diviene un traguardo irreale, ecco che emergono le inquietudini dei personaggi nel tentativo di dare un senso a se stessi, alla vita, al proprio agire; Stefano e Mario si ritrovano in un non-luogo dove la corsa diviene metafora della vita e i due personaggi danno voce a dubbi e inquietudini che fanno parte della vita di ognuno, per i quali forse non c’è una vera risposta.
Maurizio Pepe

Teatro Argot Studio Via Natale del Grande, 27 Orari spettacoli: al martedì al sabato ore 20.30 - domenica ore 17.30 Biglietti: 12 euro (intero) - 8 euro (studenti e over 65) Tel 06.5898111 – Email: info@teatroargotstudio.com Site: www.teatroargotstudio.com

articolo pubblicato il: 28/11/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it