torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cinema
"Gli Indesiderati Europa!"

inizio delle riprese


Sotto una pioggia incessante, hanno scelto il docile movimento di un battello all’approdo dei murazzi sul Po, il fiume mare di Torino. La produzione Passepartout, il produttore catalano Lluiss Miñarro e il regista Fabrizio Ferraro hanno scelto questa location per annunciare l’inizio delle riprese del film Gli Indesiderati Europa!

Nei giorni in cui al Torino Film Festival si proietta in TFF DOC fuori concorso, l’ultimo film di Ferraro, definito l’ultimo Kolossal documentario, dal titolo Colossale Sentimento i produttori e il regista hanno annunciato con entusiasmo l’inizio di una nuova avventura cinematografica.

Prodotto con Rai Cinema e prima coproduzione italiana del noto e tra i più importanti produttori indipendenti europei, Lluiss Miñarro, tra l’altro produttore di film memorabili di Manoel de Oliveira, Naomi Kawase, Lo Zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti Palma d’oro a Cannes di Apichatpong Weerasethakul e altri. Lluiss Miñarro, con la sua casa di produzione Eddie Saeta, ha definito la collaborazione con Ferraro, come una tappa importante del suo rapporto con il cinema italiano, quel cinema italiano che da giovane suscitò in lui il definitivo e formativo amore per l’arte delle immagini. Alla domanda sull’interesse verso il cinema contemporaneo italiano ha risposto che “in questo momento le opere di Ferraro, insieme a quelle di Michelangelo Frammartino, sono quelle che mi interessano maggiormente nel panorama attuale del cinema del vostro paese.”

Il film Gli Indesiderati Europa!, ripercorre le vicende di un sentiero sui Pirenei, che ha visto transitare da un senso all’altro migliaia di persone e rifugiati, in fuga dai fascismi diffusi nel cuore dell’Europa del secolo scorso. Catalani e miliziani internazionalisti in fuga dal franchismo prima, ebrei, comunisti e dissidenti dal nazismo poco tempo dopo. Il noto filosofo Walter Benjamin fu uno di questi e sarà uno dei protagonisti del film. Il film sarà interpretato, tra gli altri, da: Albert Pla, cantautore catalano ribelle, Catarina Wallenstein, una delle ultime muse di Manoel De Oliveira, il regista Amos Gitai e il critico italiano Roberto Turigliatto.

Il produttore Marcello Fagiani, produttore di vari film di Ferraro, sostiene che “in questo film la macchina da presa di Ferraro prova a frapporsi tra l’uomo Benjamin, il sentiero, e ciò che spinge alla fuga questi uomini. È un film sui sentieri battuti dagli uomini, sugli incroci e sul limite, e sulla condizione ahimè eterna di Indesiderato.” Il regista Fabrizio Ferraro invece riflette su come “questo film non è l’ennesimo film ma è ancora, più semplicemente, l’ennesima composizione filmica fatta di tutti gli altri miei film: c’è una continuità chiara e densa tra Je suis Simone o Quattro notti di uno straniero per arrivare a SebastianO. È un unico variegato e articolato movimento verso quella oscura luminosità emessa dagli indesiderati di questo mondo, ai quali noi tutti, su questo battello sul Po, sentiamo di appartenere.” Le riprese sono appena iniziate e termineranno a fine marzo 2017

articolo pubblicato il: 24/11/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it