torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"Cenando sotto un cielo diverso"

V edizione

di Giuseppe De Girolamo

5° edizione per Cenando sotto un cielo diverso Sabato 5 e domenica 6 il grande evento Attraverso una conferenza stampa ospitata dall’hotel Miramare di Castellammare di Stabia, che nelle sue eleganti sale in stile marinaresco poggianti direttamente sulla spiaggia di uno dei posti più belli e significativi del golfo di Napoli, ha accolto chef, giornalisti e referenti del progetto di Alfonsina Longobardi “Cenando sotto un cielo diverso on the road” presidente dell’Associazione ‘Tra cielo e Mare’ che si occupa della riabilitazione di ragazzi con disagio mentale, è stato illustrato il programma della V edizione di questa kermesse che ormai ha allargato i suoi spazi e confini.

Come evidenziato ad inizio del suo intervento dalla giornalista Annamaria Ghedina, direttore del periodico “Lo Strillo” e partner mediatico dell’evento, questa tornata dell’ormai annuale appuntamento per promuovere il recupero dei ragazzi diversamente abili, che coadiuvano i master chef e per valorizzare i prodotti tipici campani, ha trovato sin dall’inizio una perfetta rispondenza agli intendimenti del titolo dato alla manifestazione con la presenza di tante stelle della cucina campana intervenuti alla conferenza.

Un grande plauso ad Alfonsina Longobardi è stato espresso da tutti gli intervenuti al tavolo della conferenza che ha visto alternarsi ad una prima tornata di interventi di responsabili istituzionali e sostenitori dell’evento, un seguente cambio di protagonisti della serata: gli chef che hanno sostenuto e porteranno avanti gratuitamente l’iniziativa che mira ad una riconquista di valori in senso lato che la nostra regione può vantare.

Al primo round sono intervenuti: Nino Giordano, Sindaco di Lettere; Anna Mendola, Assessore alle Politiche Sociali del comune di Lettere; Antonio Calabrese, direttore amministrativo del Pastificio Liguori sponsor dell’evento; Nicola Rivieccio, in rappresentanza di Coldiretti; Mauro Avino, fiduciario Slow Food Costiera e Penisola sorrentina e Emanuele Izzo rappresentante l’AIS penisola sorrentina. Alla seconda tornata di interventi sono intervenuti: le giornaliste Annamaria Ghedina e Angela Merolla; il consigliere comunale di Sant’Antonio Abate, Carmine D’Aniello; e gli chef Marco Del Sorbo, ristorante “l’Accanto” di Seiano; Gianmarco Carli, ristorante “Il Principe” di Pompei; Giovanni De Vivo, ristorante “Il Mosaico” di Ischia ed il famoso maestro pasticciere Gerardo Di Dato, titolare dell’omonima pasticceria ad Angri. Di Dato, è intervenuto ai lavori di conferenza per ricordare alcune tradizionalità di pasticceria da molti dimenticate e che ha portato in degustazione, come il “Frammellicco” qualcosa frammentata e leccata come lo zucchero da lui cotto a lastra e poi spezzato irregolarmente e proposto al gusto leccandolo o il “boccaciello diVino” sua nuova creazione, dal concetto divino, per la riscoperta di unione di antichi sapori proposti in chiave moderna d’unione, ma contenuti in antiche soluzioni atte a conservarne inalterati i sapori.

Ad accompagnare il gran maestro pasticciere, c’era anche presente alla conferenza, sua moglie Rita Russo, pluridecorata campionessa nazionale ed internazionale delle barlady dell’Aibes ed International Bartenders Association, in grado di sedurre i palati dei buongustai del buon bere miscelato con i suoi impareggiabili e perfetti cocktails, con i quali ha dato lustro alla nostra nazione vincendo trofei internazionali oltre a quelli nazionali, prelibatezze che è possibile gustare nel suo bar.

Emozionata per la presenza di tanti amici convenuti e per la loro attenta ed interessata partecipazione alla conferenza, la Longobardi ha salutato tutti ribadendo le date dell’appuntamento annunciate nel corso della serata ed invitando tutti sabato 5 novembre al Gala di Beneficenza che si terrà nell’Hotel Parco di Gragnano e che vedrà impegnati Lo chef Stellato Giovanni De Vivo con le promesse del territorio, madrina della serata la signora Livia Iaccarino, consorte di Alfonso che con il loro ristorante di Sant’Agata sono al vertice della classifica dei migliori ristoranti d’Italia e da quest’anno ne detengono il primo posto. Inoltre domenica 6, nella location dell’Hotel Miramare di Castellammare di Stabia, in corso Garibaldi 1, avverrà l’elaborazione dei piatti di oltre 50 chef stellati e non. Il biglietto d’ingresso, costituito da una offerta di beneficenza a partire da 20 €, offrirà il poter vivere momenti utili a rappresentare, attraverso la convivialità del cibo, l’integrazione con chi vive una dimensione considerata “Altra”.

articolo pubblicato il: 26/10/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it