torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Perché non parli"

al Teatro Comunale di Cagli


"Perché non parli"

di e con Paolo Cevoli Regia di Daniele Sala Teatro Comunale di Cagli - Sabato 15 ottobre 2016 ore 21.00

La stagione teatrale 2016 2017 del Teatro Comunale di Cagli si apre con uno spettacolo di Paolo Cevoli, uno dei comici più amati dal pubblico italiano. Sabato 15 ottobre alle 21.00 va in scena "Perché non parli" un lavoro scritto interamente da Cevoli e messo in scena con la sapiente regia di Daniele Sala, che ha diretto alcuni degli spettacoli comici di maggiore successo degli ultimi anni. In "Perché non parli" Paolo Cevoli interpreta Vincenzo "Cencio" Donati, un immaginario garzone nella bottega del grande Michelangelo Buonarroti. Distratto e pasticcione, non riesce ad esprimersi correttamente per colpa della sua balbuzie. Per questo motivo il sommo scultore fiorentino gli si rivolge con la famosa frase "Perché non parli, bischero tartaglione!".

Cencio è un orfano cresciuto nel convento dei frati domenicani di Bologna. Da bimbo è paffutello, biondo e riccio, tanto che Michelangelo lo prende a modello per la statua di un angelo reggicandelabro. Ma il piccolo Cencio ha un difetto: è mancino e usa la "manina del diavolo" anche per farsi il segno della croce. Per correggere questo "difetto" i frati gli legano la mano sinistra dietro alla schiena e per questo motivo Cencio inizia a balbettare. Tuttavia quando Cencio incontra una compagnia di guitti, scopre che la sua parlata non ha incertezze nei momenti in cui legge o recita. La vita di Cencio è legata a doppio filo con quella di Michelangelo Buonarroti e i due saranno insieme fino alla fine. E quando Cencio, nella Cappella Sistina, alzando gli occhi verso la volta affrescata, vede Adamo che allunga la mano verso Dio, dirà "Ma A-da-da-mo è ma-ma-mancino! Vigliacca boia!".

Uno spettacolo coinvolgente e divertentissimo che, pur scatenando le risate, avvicina il pubblico ad alcuni dei più grandi capolavori della storia dell'arte italiane e universale. Un racconto che trasporta il pubblico in un'epoca antica e che svela i segreti di uno dei massimi maestri dell'arte italiana.

Paolo Cevoli calca le scene da oltre venti anni e ha dato vita a personaggi indimenticabili della comicità italiana a partire da Palmiro Cangini, assessore alle "attività varie ed eventuali" di un immaginario comune di Roncofritto Superiore, e poi Teddi Casadey imprenditore proprietario del "Glorioso Maialificio Casadey Srl" e tanti altri. Ha partecipato a diversi programmi televisivi, a partire da Zelig, ma non ha mai trascurato il teatro e le esibizioni dal vivo. "Perché non parli" è la terza commedia-monologo di carattere storico, scritta ed interpretata da Paolo Cevoli con la regia di Daniele Sala, dopo i grandi successi de "La Penultima Cena" (le vicende del cuoco dell’Ultima Cena) e de "Il Sosia di Lui" (la controfigura di Mussolini).

www.teatrodicagli.it Biglietti: Platea e Palchi 15,00 € - Loggione 10,00 € Informazioni: Tel. 0721 781341 - 0721 780773

articolo pubblicato il: 09/10/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it