torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

copertina
"Un ballo in maschera"

a Spoleto, Perugia, Assisi, Città di Castello, Todi e Orvieto

di Carla Santini

“Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi ha chiuso in modo superbo la Stagione del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto 2016 con uno spettacolo denso di contenuti e di forma.

Non ha tradito ciò che il pubblico si aspetta da un’opera verdiana sul piano musicale e sul piano della rappresentazione scenica, cui Verdi era molto attento.

“Un ballo in maschera” è un’opera sentimentale, travagliata sia per la storia che l’ha ispirata sia per la censura che ne ha in parte condizionato la stesura. Permette al contempo ed ha permesso in passato approcci stilistici ed interpretativi molteplici.

L’allestimento visto al Teatro Nuovo ha soddisfatto il melomane, ma ha consentito al semplice fruitore di vivere un’intensa emozione.

Complici del successo la direzione musicale del Maestro Marco Angius, che non ha sottaciuto libertà e sperimentazione, sia la colta regia del Maestro Stefano Monti che ha colto e evidenziato il lirismo della vicenda e gli spunti politici ad essa legati.

Il conflitto tra ruolo istituzionale e vita privata del protagonista avrebbe potuto cedere alla tentazione di una attualizzazione forzata, anche se giustificabile, ed esasperata. Il conflitto è rimasto chiuso nella sfera esistenziale personale che trova piena esaltazione nella scena conclusiva. Tutto torna nell’ordine delle cose, ma ognuno sarà costretto a trovare in sé le risposte.

I fondali scenici ottocenteschi, in tutt’uno armonico con il Teatro Nuovo, e la scenografia fortemente simbolica nella sua essenzialità hanno costituito un altro elemento di profonda suggestione, di raffinata lezione di metateatro.

Lo spettacolo sarà replicato il 24 e il 25 settembre a Spoleto e proseguirà con una tournée il 26 e 27 al Teatro Morlacchi di Perugia, il 28 al Teatro Lirik di Assisi, il 29 al Teatro degli Illuminati di Città di Castello, il 30 al Teatro Comunale di Todi ed il primo ottobre al Teatro Mancinelli di Orvieto.

articolo pubblicato il: 24/09/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it