torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
"Emplacement"

Miroslaw Balka alla British School at Rome


Prosegue il ciclo di incontri e mostre del programma FRAGMENTS* della British School at Rome, a cura di Marina Engel. Se nel 2015 il programma si è incentrato sul Medio Oriente, quest’anno l’attenzione è rivolta all’Europa Centrale e all’Europa dell’Est.

L’appuntamento di lunedì 26 settembre 2016 è con l’artista polacco Miroslaw Balka (1958, Varsavia) che presenta la sua personale a Roma, Emplacement. La mostra interpreta il tema del frammento per porre in questione le memorie personali e collettive: dalla sua famiglia all’educazione cattolica, fino all’esperienza comune della turbolenta storia della Polonia, con particolare attenzione all’occupazione nazista.

Tra gli artisti più noti della sua generazione, la ricerca di Balka si è a lungo focalizzata sulla figura umana, attraverso l’uso di materiali e oggetti quotidiani come acciaio, legno, sale, sapone, feltro – fortemente evocativi di ricordi rituali e nascosti, e utilizza il suo studio e il suo corpo come scala di misura e punto di riferimento per la realizzazione delle sue opere.

Per la mostra alla British School, Miroslaw Balka utilizza linguaggi diversi – disegni, video e scultura – alludendo alla nozione foucaultiana di emplacement (localizzazione) e al ruolo e alla responsabilità del modernismo in architettura durante la Seconda Guerra Mondiale. A chiusura della mostra, lunedì 17 ottobre 2016, si terrà la conferenza Memory and Resposnability: Miroslaw Balka incontrerà lo storico e critico dell’architettura polacco, naturalizzato britannico, professore emerito all’Università della Pennsylvania Joseph Rykwert (Varsavia, 1926) e autore di numerose pubblicazioni.

Miroslaw Balka, è nato nel 1958 a Varsavia, dove attualmente vive e lavora. Si è diplomato nel 1985 all'Accademia di Belle Arti di Varsavia, dove dirige dal 2011 lo Studio of Spatial Activities presso il Dipartimento di Media. Le sue mostre personali recenti includono: Fragment, Centro Nazionale per l’Arte Contemporanea, Mosca; Nachtgesichten, WRO Art Center, Wroclaw (2013); Akademie der Künste, Berlino e CCA, Varsavia; Between Honey & Ashes, Douglas Hyde Gallery, Dublino (2011); Museo Reina Sofia, Madrid (2010); Modern Art Oxford, Oxford e Tate Modern, Londra (2009); Museo di Arte Contemporanea, Rijeka, e Irish Museum of Modern Art, Dublino (2007).

Le sue opere sono state esposte in numerose manifestazioni internazionali, fra cui Documenta, Kassel (1992), Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia (1990, 1993, 2003, 2005, 2013), Carnegie International, Pittsburgh (1995), Biennale di São Paulo (1998), Liverpool Biennial (1999), Biennale di Sydney (1992, 2006), Santa Fe Biennial (2006). Nel 2009 ha presentato il progetto speciale How It Is nell’ambito della Unilever Series nella Turbine Hall, Tate Modern, Londra. La BSR ringrazia Dvir Gallery, Galleria Raffaella Cortese, Gladstone Gallery, e White Cube.

Per ulteriori informazioni The British School at Rome via Gramsci 61, Rome tel. +39 06 3264939 www.bsr.ac.uk Orari di apertura della mostra martedì-sabato, ore 16:30-19:30 da martedì 27 settembre a lunedì 17 ottobre 2016

articolo pubblicato il: 21/09/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it