torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

musica
Giò De Luigi

allo Zingarò Jazz Club di Faenza


Mercoledì 28 settembre 2016, sarà la formazione guidata da Giò De Luigi ad aprire la nuova stagione di concerti dello Zingarò Jazz Club di Faenza. Il direttore artistico della rassegna, Michele Francesconi, ha costruito, anche per la tredicesima rassegna, un programma che coinvolge le diverse tendenze stilistiche presenti nel panorama nazionale. Come di consueto, i concerti sono tutti ad ingresso libero e si terranno di mercoledì, con inizio alle 22, nella splendida sala di Via Campidori, 11.

Come si accennava nell'apertura, Michele Francesconi ha voluto tracciare il programma della nuova stagione tenendo conto delle tante realtà e delle diverse spinte che animano la scena jazzistica italiana, senza dimenticare i territori sonori vicini al jazz, capaci anch'essi di utilizzare elementi come la sintesi tra linguaggi differenti e l'improvvisazione. Saranno presenti jazzisti ormai affermati e presenti sui palchi dei festival più importanti e talenti emergenti e, naturalmente, ci sarà una particolare attenzione ai nuovi progetti dei musicisti del nostro territorio.

Si comincia con il viaggio nella musica black proposto da Giò De Luigi per attraversare nel corso di 28 appuntamenti tutte le matrici e le intepretazioni del jazz. La ricerca di Francesconi porta sul palco del club faentino la tradizione del jazz interpretata dalle voci di Francesca Bertazzo e Chiara Pancaldi e le tante possibili declinazioni del linguaggio offerte dalle formazioni guidate da Fabio Petretti, Federico Tassani, Gianni Azzali, Max Rocchetta, dal trio Manzi/Di Gregorio/Dominici e dai duo formati da Paolo Birro e Alfredo Ferrario e da Andrea Pozza e Mattia Cigalini. Lo spirito curioso di formazioni come il Tino Tracanna Trio, il Greg Burk Expanding Trio, il Fazzini/Fedrigo XY Quartet, il duo formato da Joe Pisto & Fausto Beccalossi, l'omaggio al jazz sudafricano di Rainbow Nation, il trio composto da Barend Middelhoff, Massimo Morganti e Nico Menci, la fusion di Havona e il quartetto Standard Quartet. La ricerca infine diretta verso le tanti radici etniche e popolari e le sue concatenazioni con il jazz vedrà protagonisti Relendo Villa Lobos, Paola Lorenzi/Pedro Mena Peraza Quartet, Vince Vallicelli Project, Minavagante, il Saxea 4tet e Tango Tres.

Saranno due i momenti dedicati alla presentazione di libri e documentari legati al jazz. Mercoledì 16 novembre 2016, in occasione del concerto in duo di Paolo Birro e Alfredo Ferrario, la regista Marianna Cattaneo presenta il documentario “Quando a Milano c'era il Jazz”, mentre il primo marzo 2017, prima del concerto del Tino Tracanna Trio, Francesco Martinelli presenta il libro “Conversazioni con Steve Lacy”.

L'appuntamento conclusivo, come ormai tradizione, è programmato nel Chiostro della Scuola Sarti, mercoledì 24 maggio 2017: il Gruppo laboratorio dedicato a Bill Evans conclude il percorso didattico che verrà svolto da Michele Francesconi nel corso del prossimo anno accademico. Il concerto vedrà impegnati Simone Migani, Luca Magnoni, Alberto Gramellini, Rossella Giannini, Enrico Cristofani, Alberto Fattori, Larry Ceroni nella rilettura della musica interpretata dal grande artista statunitense.

Lo Zingarò Jazz Club conferma, anche per la prossima stagione, l'incontro con la rassegna Fiato al Brasile, organizzata dalla Scuola Sarti con la direzione artistica di Silvio Zalambani, che giungerà nel 2017 alla sua sesta edizione.

Lorenzo Gaudenzi accompagna la stagione dello Zingarò Jazz Club con una nuova installazione fotografica dedicata al jazz: gli scatti hanno anche una valenza ecologica, in quanto Gaudenzi ha utilizzato un particolare cartoncino riciclato sia per la stampa che per la confezione della mostra. Lo Zingarò Jazz Club è a Faenza in Via Campidori, 11.

articolo pubblicato il: 16/09/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it