torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
"Alterità condivise"

alla Fortezza di Montepulciano

di Michele De Luca

A Montepulciano, dal 4 settembre al 2 ottobre 2016, nei prestigiosi spazi della Fortezza, sarà visitabile la mostra “Alterità condivise”, collettiva degli artisti Giorgio Bronco, Guido Fei e Gianfranco Gobbini curata da Andrea Baffoni. La mostra, patrocinata dal Comune di Montepulciano (Siena), offre allo spettatore un percorso fra i diversi linguaggi dei tre artisti, rispettivamente due scultori e un pittore, accomunati da una sensibilità tecnica che li spinge alla realizzazione di opere dal forte impatto emotivo: dalle ludiche sculture in ferro di Giorgio Bronco, dove è protagonista la fantasia onirico-metafisica unita ad una leggerezza d’insieme, alle metamorfiche sculture in legno di Guido Fei, dove emerge la sensibilità tecnica per le dinamiche di questo materiale, alle suggestioni cromatiche di Gianfranco Gobbini, le cui pitture spingono verso abissi coloristici ricchi di fascino evocativo.

Dopo la mostra “Allegorie fra le nuvole”, tenuta nel 2015 presso i suggestivi spazi della Chiesa-Museo di San Francesco a Corciano (Perugia), questi tre artisti, attivi nell’area di Città della Pieve e Chiusi, si ritrovano nuovamente per portare a Montepulciano il loro messaggio e allietare gli occhi degli spettatori con le loro opere cariche di suggestione e autentico spirito di condivisione.

In particolare, Giorgio Bronco (1963, Città della Pieve), scultore, predilige l’utilizzo del ferro. Ha vissuto per circa due anni a Berlino, approfondendo interessi artistici. Rientrato in Italia ha frequentato lo studio dello scultore Paolo Massei e lungamente collaborato con Roberto Zambelli, direttore del Centro per l’arte contemporanea Torre Strozzi di Parlesca, partecipando dal 2003 al 2007 alle relative manifestazioni tra cui le varie edizioni della Biennale di Scultura in ferro. Nel 2015 espone con Guido Fei e Gianfranco Gobbini nella mostra Allegorie fra le nuvole, presso la chiesa museo di San Francesco a Corciano (Perugia), mentre, nello stesso anno, tiene un’importante personale dal titolo Al di spora al di fuori presso la tenuta Monteverdi Tuscany a Castiglioncello sul Trinoro.

Da parte sua, Guido Fei (1948, Chiusi), scultore, è stato insegnante di materie tecniche applicate presso l’Istituto Tecnico Industriale di Arezzo. Le conoscenze in ambito tecnologico lo portano ad unire la caratteristica tecnica a quella immaginativa dell’opera d’arte. La sua ricerca artistica si indirizza verso la natura, utilizzando quasi esclusivamente il legno. Come artista partecipa a mostre collettive in molte località toscane e umbre ricevendo notevoli apprezzamenti nel 2015, espone con Giorgio Bronco e Gianfranco Gobbini nella mostra Allegorie fra le nuvole presso la chiesa museo di San Francesco a Corciano (Perugia).

Il pittore Gianfranco Gobbini (1953, Città della Pieve), infine, si forma da autodidatta elaborando un’astrazione che deriva dalla profonda osservazione della natura. Presente in numerose mostre fra Umbria e Toscana nel 2015 ha esposto con una personale nei prestigiosi spazi di Palazzo Della Corgna a Città della Pieve. Insieme a Guido Fei e Giorgio Bronco ha esposto, sempre nel 2015, nella mostra “Allegorie fra le nuvole” presso la chiesa museo di San Francesco a Corciano (Perugia). Nel 2016 ha presentato le sue opere in Germania a Denzlingen nella personale “Farbentiefe (Abissi di colore)”.

articolo pubblicato il: 23/08/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it