torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

musica
"Aspettando... Pagliacci"

Bitonto Opera Festival


La stampa e le tv nazionali troppo frequentemente presentano casi di femminicidio. Atroci omicidi perpetrati da mariti e fidanzati gelosi o traditi o da ex che non hanno ancora accettato la fine della loro storia d’amore. Un fenomeno orribile e in crescendo che non lascia indifferente il Bitonto Opera Festival, che nella sua tredicesima edizione vuole lanciare un messaggio forte attraverso l’opera “Pagliacci”.

«Ogni anno ci divertiamo a studiare una nuova opera – dichiara Graziana Romita, presidentessa de “La Macina”, l’associazione socioculturale organizzatrice del BOF -. Per il 2016, abbiamo deciso di puntare sul capolavoro di Ruggero Leoncavallo, una scelta rafforzata da tutti i casi di femminicidio avvenuti negli ultimi anni. Il nostro fine è invitare, anche attraverso l’arte, a denunciare ogni abuso». Ancor prima che con la messa in scena dell’opera, in programma per venerdì 26 agosto presso la Masseria “Lama Balice” (Biglietto: 18 €. Info, prenotazione e acquisto ai numeri 3391175513 e 3288930349), il BOF cerca di raggiungere quest’obiettivo con “Aspettando… Pagliacci”, la Guida all’ascolto dell’opera lirica in due atti su libretto e musica di Ruggero Leoncavallo. Dopo il successo a Bitonto e Palombaio, l’appuntamento sarà replicato a Mariotto domenica 21 agosto alle ore 20.00 presso Villa Jannuzzi (via Garibaldi, Mariotto-Bitonto).

L’evento, a cura de “La Macina - Associazione socioculturale” ed in collaborazione con l’associazione culturale “Just Imagine”, vuole unire musica, cinema e cronaca grazie alla partecipazione di Teresa Tassiello, cantante lirica e storica dell’arte, e Domenico Saracino, giornalista e critico cinematografico. Modererà Viviana Minervini, giornalista. «Siamo convinti che il nostro territorio meriterebbe attenzione a 360 gradi – continua Graziana Romita -. Per questo abbiamo deciso di portare alcuni eventi nelle frazioni. Si dovrebbe lavorare in rete per non far restare questi eventi casi isolati e tradurre questa pratica in normalità. Con le guide all’ascolto, inoltre, cerchiamo ogni anno di raggiungere luoghi diversi sempre attraverso l’opera che è nel nostro DNA, nella cultura italiana».

La serata si concluderà con l’esecuzione del “Va’, pensiero”, tratto dal “Nabucco” di Giuseppe Verdi, del Coro Lirico Giovanile “Città di Bitonto”, in memoria delle vittime dell’incidente ferroviario avvenuto il 12 luglio tra Andria e Corato. «Per noi – rivela Alessandro Saracino, presidente dell’associazione Coro Lirico Giovanile “Città di Bitonto” -, quest’aria è una vera e propria preghiera rivolta a tutta la nostra patria e in particolare alla nostra regione. Un vero inno, nel nostro piccolo, per ricordare coloro che hanno perso la vita nella tragedia e per essere vicini ai loro famigliari». «La strage ferroviaria ha lasciato un vuoto incolmabile in noi e in tutto lo staff del Bitonto Opera Festival, con cui da anni condividiamo il cammino – continua -. Mettiamo a disposizione il nostro tempo, le nostre conoscenze musicali e le nostre attitudini al servizio di questa manifestazione che ci offre l’opportunità di affiancare grandi professionisti che, oltre a fornirci supporto, ci trasferiscono anche il loro bagaglio musicale e culturale ai fini di una rappresentazione più accurata sia a livello interpretativo che tecnico».

Il Bitonto Opera Festival 2016 non è soltanto musica, ma anche e soprattutto beneficienza. Quest’anno, infatti, il festival vuole contribuire a dare una speranza a Patrizia, una giovane mamma bitontina, che lo scorso luglio è stata colpita da una trombosi all’arteria basilare del cervello. Per riacquistare una vita dignitosa sono necessarie cure molto costose in una clinica di neuroriabilitazione in Austria. Pertanto, tutte le manifestazioni del BOF saranno dedicate a Patrizia ed ognuno, in un salvadanaio presente all’ingresso, potrà donare il proprio libero contribuito.

Il Bitonto Opera Festival, patrocinato dalla Regione Puglia, dal Comune di Bitonto e dal Parco delle Arti, è organizzato da “La Macina – Associazione socioculturale” e dalla “Raffaello Comunicazione”, in collaborazione con l’Associazione socioculturale “Coro lirico giovanile – Città di Bitonto”, Masseria “Lama Balice”, Fondazione Villa Giovanni XXIII – Onlus, la testata giornalistica “da Bitonto”, Gruppo ETIS Tecnologie S.R.L. e Gruppo Intini. La manifestazione rientra nel cartellone della Bitonto Estate 2016.

articolo pubblicato il: 18/08/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it