torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Padiglione 40, l'ordine imperfetto"

al Festival di Borgio Verezzi


Con “Padiglione 40, l’ordine imperfetto”, spettacolo liberamente ispirato a “Qualcuno volò sul nido del cuculo” di Ken Kesey, il Festival di Borgio Verezzi rinnoverà sabato 23 luglio la scelta di impegno sociale già espressa lo scorso anno, ospitando nuovamente sul palco di piazza Sant’Agostino la Compagnia teatrale Scatenati, composta per la maggior parte da persone detenute nel carcere di Genova Marassi.

Prima della rappresentazione è in programma un altro momento che conferma la scelta di impegno sociale della stagione verezzina: la consegna del Premio Camera di Commercio Riviere di Liguria 2015 allo spettacolo “Figli di un dio minore” di Mark Medoff (noto anche per l’omonimo film del 1986), andato in scena lo scorso anno al Festival con protagonisti Giorgio Lupano e Rita Mazza e per la regia di Marco Mattolini, una produzione a.Artisti Associati di Gorizia in collaborazione con O.T.I. Officine del Teatro Italiano. “Figli di un dio minore” è stato premiato “per aver affrontato con delicatezza la tematica della sordità e aver felicemente messo a contatto due mondi, solo in apparenza incapaci di comunicare tra loro, sia sul palcoscenico - dove attori non udenti recitavano accanto a colleghi udenti -, sia in platea, con tutti gli spettatori uniti a fine rappresentazione in un commovente applauso "silenzioso": una distesa di mani aperte che si agitavano nell'aria”. Un progetto di grande valenza sociale e artistica, che ha visto la sua realizzazione proprio al Festival di Borgio Verezzi, e che è stato poi portato in tournée nei teatri italiani. Il Premio sarà consegnato dal presidente della Camera di Commercio Luciano Pasquale all’attore Giorgio Lupano e al regista Marco Mattolini.

Dopo “Angeli con la pistola”, andato in scena nel 2015, quest’anno gli autori Fabrizio Gambineri e Sandro Baldacci e l’Associazione Teatro Necessario Onlus hanno proposto al Festival “Padiglione 40. L’ordine imperfetto”, un testo tratto dal celebre romanzo “Qualcuno volò sul nido del cuculo” di Ken Kesey, diventato nel 1975 anche un film di grandissimo successo per la regia di Milos Forman. A recitare accanto ai detenuti saranno gli attori Carola Stagnaro, Matteo Alfonso, Filippo Anania, Francesca Pedrazzi e Silvia Bargi. La regia è di Sandro Baldacci.

“Il Padiglione 40 era il reparto agitati dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa proverbialmente riconosciuto da tutti come “l’anticamera dell’inferno”. – scrivono nelle note gli autori Gambineri e Baldacci - La letteratura e, di conseguenza, il cinema hanno spesso tratto ispirazione da queste realtà particolarmente drammatiche, mettendo in evidenza come l’unico fine non dichiarato di queste istituzioni totalmente inadeguate, fosse quello di isolare in maniera totale dal mondo civile, e per ben due volte, (una come detenuti, un’altra come “pazzi”) individui che, in molti casi, sarebbero stati suscettibili di un recupero, che la natura stessa dei “trattamenti” subìti rendeva di fatto impossibile, riducendoli alla stregua di animali al tempo stesso feroci ed impauriti: un cocktail che in molti casi può portare veramente al peggio; specie quando si sa che ormai non si ha più nulla da perdere. La Compagnia teatrale “Scatenati” affronta un viaggio tragicomico attraverso il drammatico mondo della reclusione psichiatrica, una realtà che in Italia, così come nella maggior parte del mondo, è stata per troppi anni un’autentica vergogna del sistema giudiziario. Lo fa con la guida del romanzo di Ken Kesey Qualcuno volò sul nido del cuculo, e lo fa ponendosi delle domande molto semplici: e se un giorno, in uno di questi ospedali, arrivasse un tizio capace di reagire alle violenze e ai soprusi? Alle sevizie e alle costrizioni? Se lo facesse contando solo su se stesso? Sulla propria identità e sul proprio carattere? E se questo individuo avesse in qualche modo un ascendente positivo sui suoi compagni di sventura? Se fosse capace di coinvolgerli scardinando un sistema fondato sull’omertà e sulla manipolazione? Se fosse capace di risvegliare sogni che sembravano ormai sopiti per sempre? Continuamente in equilibrio fra il sogno e la realtà, spesso in bilico fra una lacrima e un sorriso, questa è la storia che racconteranno gli attori detenuti della Compagnia Teatrale Scatenati del Carcere di Marassi”.

Sabato 23 Luglio Piazza S. Agostino – ore 21.30 Associazione Culturale Teatro Necessario Onlus di Genova Presenta PADIGLIONE 40 L’ORDINE IMPERFETTO di Fabrizio Gambineri e Sandro Baldacci Liberamente ispirato a Qualcuno volò sul nido del cuculo di Ken Kesey Con Carola Stagnaro, Matteo Alfonso, Filippo Anania, Francesca Pedrazzi, Silvia Bargi e la Compagnia Scatenati del Carcere di Genova – Marassi Scene e costumi Elisa Gandelli Musica Bruno Coli Luci Clivio Cangemi Regia SANDRO BALDACCI Info e prevendita: Ufficio Festival Teatrale, Viale Colombo, 47 – Borgio Verezzi – Tel. 019.610167 – biglietteria@comuneborgioverezzi.it - www.festivalverezzi.it

Il Festival è organizzato dal Comune di Borgio Verezzi, con la direzione artistica di Stefano Delfino e il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione Liguria e della Camera di Commercio Riviere di Liguria. Sponsor e partner privati: Fondazione A. De Mari, F.lli Orsero, Virgin Active, Banca Pianfei, Cooperativa A.Bazzino, Canepa Sas, Tecnica srl.

articolo pubblicato il: 21/07/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it