torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"Salvamamme dà la pappa"

impegno benefico di pizzaioli e ristoratori

di Giuseppe De Girolamo

Il pluricampione mondiale della pizza Umberto Fornito, conquistati tutti i più grandi riconoscimenti, che con la sua professionalità è riuscito a portare a casa e così facendo in particolare a condurre l’azione meritoria di dare lustro alla sua Frattamaggiore, lasciando spazio ad altri nella conquista di nuovi trofei, ha intensificato la sua missione di solidarietà ed ovviamente, con il suo impegno, è riuscito ad emergere anche in questo caso. Organizzato da Tiziana Sirna, presidente di Doc Italy si è svolta, infatti, una maratona che ha visto coinvolti pizzaioli, ristoratori ed altri, nel raccogliere 1€ per ogni scontrino emesso che durante il primo mese della staffetta solidale “Salvamamme dà la pappa” ha permesso di realizzare simbolici salvadanai che sono stati aperti durante una conferenza stampa tenutasi all’Unar (Unione Associazioni Regionali) di Roma. Il ricavato di questo grande impegno sociale a favore del sodalizio “Salvamamme” servirà da sostegno ai progetti di supporto alimentare per le migliaia di famiglie in difficoltà economiche, affinchè i loro bambini possano crescere sani e con un’alimentazione corretta.

“Salvamamme” opera da oltre quindici anni intervenendo nei momenti cruciali dell’abbandono e della solitudine delle mamme e delle famiglie in condizioni di grave disagio socio-economico: gli ultimi tempi della gravidanza, i giorni difficili dopo il parto, l’interminabile primo anno della maternità, quando un momento di calore al primo incontro diventa un’ancora di salvezza e il corredino che la mamma riceve il primo passo di un lungo cammino. Ma subito dopo il supporto si estende all’ambito sanitario, psicologico, legale, logistico, pedagogico, formativo: l’incontro diventa sovente consuetudine, mamme assistite si fanno volontarie dell’Associazione.

A giungere al primo posto nell’impegno del raccogliere la cifra più alta possibile, ovviamente si è piazzato il già campione, oltre che per le pizze anche per il sociale Umberto Fornito. Ricordiamo le manifestazioni personalmente organizzate da questo maestro pizzaiolo con la pizza ogni anno e l’intero ricavato delle vendite devoluto a “Telethon”. Al secondo posto è giunta Lella Gallifuoco ed entrambe sono stati premiati con diplomi e medaglie insieme agli altri pizzaioli e produttori di alimenti che hanno dato il fattivo contributo a Salvamamme. In particolare i due primi “salvadanai più ricchi” hanno ricevuto una creazione della scultrice e orafa Paola Crema, una medaglia gioiello dello scultore e designer Roberto Fallani, un’opera del maestro Marco Orlandi, collezione e maglie della neonata "IES" Insight Eagle Style 100% Made in Italy. C’è da dire che tradizione non mente e se con la sua pizzeria Umberto ha dato prova di grande riuscita, non poteva mancare una classificazione con un ottimo terzo posto di fondi raccolti, quasi pari al massimo, del figlio Pasquale Fornito nel suo ristorante Frattese, un ex aequo nella raccolta fondi Salvamamme con Enrico Di Pietro.

Protagonisti del tavolo della conferenza mattutina presieduta da Maria Grazia Passeri, presidente dell’Associazione Salvamamme, sono stati tutti coloro che hanno sostenuto l’iniziativa, Tiziana Sirna presidente di Doc Italy, insieme alla Coordinatrice Nazionale e Responsabile Doc Italy Campania Felicia Annarumma, all'Associazione di Roma e del Lazio con il Presidente Alessandro Carnevali e agli "Amici Della Puglia" con il Presidente Pasquale Mastracchio (spiritualmente presente) perché per altri urgenti motivi di lavoro non ha potuto essere presente ed ancora tante altre persone da sempre impegnate nel sociale. Importanti, utili e concreti gli interventi del Dott. Stefano Carboni che ha aperto la conferenza moderata dalla giornalista Rossella Alimenti caporedattore TG Regione Lazio. Sono seguiti gli interventi della giornalista Camilla Nata de La vita in Diretta, che da sempre è impegnata nel sociale e nel dare un valido e costruttivo apporto alle iniziative della Sirna. Ad accompagnare la Nata c’era anche suo marito Pier Paolo Segneri professore-scrittore. Poi l’intervento dell’immancabile Anthony Peth ambasciatore del Made in Italy nel mondo che ha sostenuto: ”La solidarietà è una battaglia che porto avanti con il cuore da sempre, amo la solidarietà, quella vera che fa bene all’anima”.

Poi ancora l’attore Vincenzo Soriano che ultimamente è stato protagonista del film ”Con tutto l’amore che ho” insieme a Barbara De Rossi Presidente Onorario di Salvamamme, il quale intervenendo ha detto: ”Bambino - mamma è un grande binomio e consentitemelo di poterlo dire perché io sono stato abbandonato appena nato, storia che molti conosceranno perché ospitato da “La vita in Diretta”, mi è stato chiesto di raccontarla. Questo mi ha portato sempre ad impegnarmi per i ragazzi meno fortunati ed oggi mi occupo dei detenuti, maggiormente per i figli dei carcerati creando delle ludoteche nelle carceri e permettendo ai piccoli di stare con i genitori”.

Significativo l’intervento del Senatore Bartolomeo Amidei noto come "il Paladino della Pizza" che intervenendo al tavolo della conferenza ha rassicurato i tanti pizzaioli presenti del suo impegno per la risoluzione del disegno di legge presentato per il riconoscimento di una qualifica professionale di pizzaiolo con il rilascio di un diploma previo superamento del corso teorico – pratico a coloro che con gran capacità ed arte operano in questo settore leader della ricchezza italiana e del Made in Italy nel mondo. Partecipi all’incontro anche Alessandro Scorsone (Sommelier a Palazzo Chigi e storico de “La prova del cuoco”), Dario Frega (Tradizione e Gusto Evento ed esperti settore), Roberto Capecchi (Capecchi Spa Sponsor ed esperto settore) e Stefano Carboni (importante Ufficio stampa settore Agroalimentare).

Fra gli chef intervenuti ricordiamo Errico Bartolomeo (Si chef), Enrico Di Pietro, Maurizio Iannicelli, Michele Leo, Lella e Linda Gallifuoco, Antonio e Giovanni Venturoli, Ivan Di Leva, Attilio Albachiara, Franco Ursini e Alfredo Romano. Dopo la conferenza, alla quale era presente anche il prefetto di Cesena e Forlì Fulvio Rocco De Marinis e la sociologa e show-girl Deborah Bettega e Manuela Metri coautrice, insieme a Fioretta Mari, del libro “Ciao Artista” edito dalla Salani, appena rientrata da Los Angeles vivendo tra questa città e Roma per i suoi tanti lavori di grande attrice, regista creatrice di arti sceniche e vice presidente della International Division della Carlyle Productions (di Phyllis Carlyle), si è passati sul terrazzo dell’Unar. Qui tutti i presenti hanno potuto assaporare un primo piatto di “Orecchiette con le fave e peperoni friarielli” e poi le straordinarie pizzette “montanare”, il tutto preparato a vista. Queste delizie gastronomiche, sono state il preludio ad un fine giornata che è seguito dalle ore 18.00 fino a notte inoltrata, ospitato da Mondofitness a Roma, con la presenza di tanti invitati che hanno potuto gustare un ricchissimo buffet. Nel corso della serata, come anche in conferenza stampa, la Sirna ha partecipato a tutti che dopo questo primo mese che ha visto protagonisti Campania e Lazio nella raccolta fondi Salvamamme / Chef e Pizzaioli campioni di solidarietà, per la prossima “staffetta Salvamamme”, il ruolo spetterà alla Puglia.

A causa del tragico scontro ferroviario, il premio Internazionale Doc Italy Puglia è stato spostato a data da definire.

articolo pubblicato il: 14/07/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it