torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

musica
SaxArts Festival

a Russi


Mercoledì 13 luglio 2016, alle 21.15, il SaxArts Festival si apre a Russi con il concerto di Massimo Valentini. Il sassofonista presenta Jumble, il suo nuovo disco pubblicato con la Abeat Records, nella suggestiva cornice del Giardino della Rocca. Insieme a lui, saranno sul palco Andres Eduardo Langer al pianoforte, Paolo Sorci alle chitarre, Lorenzo De Angeli al basso fretless, Luca Luzi alla batteria e, come special guest, Hilario Baggini alla chitarra acustica, al charango e alla quena. Il concerto è a ingresso libero.

Jumble nasce dalle ispirazioni raccolte da Massimo Valentini nei luoghi in cui ha vissuto o suonato. Jumble, in inglese, significa guazzabuglio, mescolanza e, per traslato, fusione: nella musica del sassofonista si fondono, ad esempio, suoni e ritmi del Sud America e dell'Europa orientale. Con questo progetto, Massimo Valentini riesce a dare coerenza alle sue intenzioni musicali, esce dagli steccati dei singoli generi - jazz, musica sudamericana, musica balcanica, fusion o world music - per mettere a confronto atmosfere e attitudini lontane tra loro, tanto per distanza geografica che per inclinazione culturale.

Jumble diventa perciò la sintesi di tanti aspetti anche contraddittori, presi singolarmente: eleganza e rozzezza, precisione e confusione, pazzia e razionalità, dolcezza e sfrenata passione. Una musica che rappresenta a pieno l'essenza espressiva di Valentini, la sua visione del mondo ed il suo modo di vivere. La stessa strumentazione utilizzata dai musicisti sul palco riflette le intenzioni del leader e evoca nell'ascoltatore le suggestioni di un percorso sfaccettato e ricco. L'interplay tra i musicisti consente una visione di insieme utile a dare spessore e coerenza all'incontro sonoro evocato da Valentini e svelato immediatamente nel titolo del progetto. Come scrive Javier Girotto nelle note di copertina, Jumble presenta «una ricerca di scrittura e interpretazione di stili provenienti da diverse parti del mondo» e questo ne fa «un disco rivolto a tutti, per intenditori e non, dove il comune denominatore è la melodia che ci accompagna, senza accorgerci, all’ascolto completo di tutto il disco.»

Massimo Valentini è un musicista da sempre attento alle possibilità di incontro tra musiche di provenienza diversa. Jumble Music è il nuovo progetto formato nel 2016 e che lo ha portato alla registrazione del primo disco a suo nome, Jumble appunto. Il suo percorso è testimoniato inoltre dalle sue molteplici collaborazioni come quella con l'Atem Saxophone Quartet con cui ha registrato insieme a Javier Girotto i dischi "Suix", pubblicato dall'etichetta "Parco della Musica Records", e "Araucanos" pubblicato per l’etichetta "JG Records" o la sua presenza nell'Italian Saxophone Orchestra, fondata nel 1985 e diretta dal Maestro Federico Mondelci. E, ancora, dal 2010 è un componente della band che accompagna il pianista e cantautore Raphael Gualazzi, con cui lavora e collabora già dal 1999, e del gruppo "Del Barrio", attivo ormai da 10 anni, con cui esplora la musica popolare sudamericana e il sodalizio artistico con la cantante Elisa Ridolfi. La sua attività artistica lo vede presente anche sul fronte della composizione e dell'arrangiamento e, dal 2007, lavora stabilmente con il pianista e compositore Paolo Marzocchi e con Musica Pesante Studios per la composizione di musiche da film. Dal 2008 è docente di Armonia Jazz, Tecniche di Improvvisazione e Sassofono presso il CentroMusicale "Barco" ad Urbania (Pu).

Cinque giorni di concerti, masterclass ed incontri, il sassofono protagonista attraverso le numerose possibilità di interpretarne la voce e i suoni. Il SaxArts Festival 2016 presenta al suo pubblico un musicisti di livello internazionale a partire da Branford Marsalis che sarà ospite del festival per l'intera giornata di sabato 16 luglio con una masterclass rivolta sia ai musicisti classici che ai jazzisti e, in serata, con la sua presenza speciale nel concerto Equilibri da Turbare, in programma nelle splendide sale della Pinacoteca Comunale di Faenza. Tutte le informazioni sul programma si possono trovare sul sito www.faenzasaxfestival.com e sulle pagine del festival sui social network (www.facebook.com/SaxArtsFestival e www.twitter.com/SaxArtsFestival) L'edizione 2016 del SaxArts Festival si svolge tra Faenza, Russi e Tredozio e promuove l'incontro tra il valore della musica e la bellezza dei luoghi in cui si svolgono i concerti: la scelta di luoghi come la Pinacoteca Comunale di Faenza, il Giardino della Rocca di Russi e il Palazzo Fantini di Tredozio rendono ulteriormente prezioso il percorso della rassegna e mettono in evidenza le specificità del territorio.

Il SaxArts Festival viene organizzato con la preziosa partnership della Fondazione della Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza, con il contributo del Comune di Faenza, Comune di Tredozio e del Comune di Russi e con il Patrocinio della Provincia di Ravenna e della Regione Emilia Romagna. Altrettanto importanti sono il sostegno degli sponsor privati - Romagna Giochi, Confcooperative, Salesiani 2.0, Banca di Romagna Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena - che continuano a sostenere e a credere nella qualità del lavoro svolto dal festival e il supporto materiale ed umano delle famiglie ospitanti che accolgono i ragazzi convenuti a Faenza per il festival. Tutti i concerti sono ad ingresso libero con esclusione del concerto di sabato 16 luglio (Equilibri da Turbare con Branford Marsalis, Marco Albonetti e il SaxArt Project) per il quale è previsto un biglietto di 10 euro. La masterclass con Branford Marsalis ha invece il costo di 25 euro (prezzo comprensivo anche del biglietto per il concerto serale).

articolo pubblicato il: 11/07/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it