torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
street art

ad Ascoli Piceno


Arte Pubblica, progetto ideato e realizzato dall’Associazione Cultuale Defloyd, promosso dal Comune di Ascoli Piceno, patrocinato dalla Regione Marche, ha l’obiettivo di far rivivere spazi urbani dimenticati grazie ad interventi site specific di street art.

In questa seconda edizione, gli interventi riguarderanno due contesti urbani che caratterizzano la vita sociale e civile della città: la Scuola Primaria“Don Bosco” e l’Auditorium “Casa della Gioventù”, rispettivamente nel quartiere di Porta Maggiore e nella zona Pennile di Sotto ad Ascoli Piceno.

Il primo intervento, previsto dal 24 al 29 maggio, interesserà le pareti d’ingresso della Scuola Primaria “Don Bosco”in via Kennedy. Sarà a cura dell’artista Urka, street artist ascolano, già attivo da molti anni nella scena dell’arte urbana, che con i suoi poster e illustrazioni dal tratto fumettistico, ci invita a riflette su argomenti come ambiente, politica e problematiche sociali. Il tema scelto per l’opera che sarà realizzata, è quello dell’inclusione sociale, il fine è quindi educativo e didascalico.

Il secondo intervento avrà luogo dal 14 al 19 giugno, e vedrà impegnato nel dipingere la facciata di ingresso dell’Auditorium “Casa della Gioventù”, situato in Piazza Roberto Strulli (nei pressi del Pattinodromo comunale), l’artista SeaCreative. Di origini lombarde, l’artista, conosciuto a livello internazionale per partecipazioni ad importanti progetti di street art, unisce la passione per il writing agli studi di Graphic designer, che lo portano a creare personaggi immersi in paesaggi quasi fiabeschi, spesso su edifici e contesti industriali. Scopo di questo secondo intervento è la riqualificazione e rivitalizzazione di un luogo nato per ospitare i giovani e le loro attività.

articolo pubblicato il: 24/05/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it