torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Michelin a Pontecagnano

la pizzeria amata da Eduardo De Filippo


“Qui trovi il vino e le pietanze buone...vide 'e passà pure 'a prucessione”. Condensa in poche parole il ruolo della Pizzeria Negri a Pontecagnano la penna di Eduardo De Filippo, soltanto uno dei numerosi ospiti celebri che questo locale ha ospitato nella sua lunga storia. Un luogo di ristoro prima per il Principe Umberto di Savoia, che d'estate si trasferiva nella Residenza Reale di Persano, poi per volti noti del regime fascista come Pietro Badoglio e Achille Starace.

La amò fortemente anche il sindaco di Salerno Alfonso Menna, e poi la “dolce vita” che qui temporeggiava fino a tarda notte ai tavoli dell'antico giardino: Sofia Loren, Gina Lollobrigida, Vittorio De Sica, Totò, Silvana Pampanini, Walter Chiari ed anche Peppino Di Capri e Mina. Fu proprio quest'ultima a provocare una vera e propria chiusura della strada (tra le più celebri), in occasione di una sua cena da Negri.

Di loro v'è traccia nelle foto autografate, negli articoli di giornale e in quelle sale così caratteristiche, nate dall'estro del fondatore di questo storico locale campano: il commendatore Edoardo Negri. Basterà citare la Sala Cantina “Oli e Vini”, la Sala Pompeiana e la Grotta Azzurra, queste ultime commissionate ad un artista veneziano che stava lavorando alla cattedrale di Pontecagnano.

Un successo incessante, dunque, sin da quando fu fondata nel 1928 e fino a giungere ad un risultato che gli eredi ignoravano fino a poco tempo fa: la stella Michelin assegnatale nel 1962.

Così – in un momento di dibattito sulla possibilità di destinare le stelle Michelin anche alle pizzerie – viene fuori che in effetti c'è un unico e celebre precedente, quello della Pizzeria Negri.

Saranno state le cameriere che venivano dal Veneto e che a suon di marcetta servivano l'antipasto e la frutta, oppure quel pollo alla Negri che ancora oggi non cede il passo. Sarà quella pizza alle olive, suggerita da Maria Josè, oppure quel segreto che oggi è in mano a Marcello (il pizzaiolo) cresciuto nella pizzeria, il quale rende la pizza Negri una pizza con una forte identità, non paragonabile alla classica napoletana.

Al timone - dal 2009 - è tornata la famiglia Negri. Oggi la pizzeria conserva a pieno il fascino della sua storia, le sale sono esattamente come ai tempi del commendatore, così come è maniacale la tutela delle tipicità che hanno contraddistinto la Negri da sempre.

La scelta di materie prime locali di qualità, una selezione attenta di vini ed una ricca carta di birre artigianali, fanno di questa pizzeria stellata un locale cult per la storia della pizza in Campania.

“Il nostro futuro sta nel brillante passato che amiamo conservare e condividere con chi viene a trovarci”, commenta Arturo Negri. “Alle porte abbiamo una nuova stagione estiva che rinnova anche il nostro abituale giardino sovrastato dai glicini. Un luogo della memoria collettivo, ma anche un rinnovato tempio del gusto”.

Pizzeria Negri Via G. Budetti, 28 – Pontecagnano Faiano (SA) tel. 089.848001 www.pizzerianegri.it Pagina FB Pizzeria Negri 1928 Su Instagram Pizzeria Negri

articolo pubblicato il: 11/05/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it