torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
"Le Chiese di legno della Romania"

presentazione del documentario alla Biblioteca Vaccheria Nardi di Roma


East Movies Production e l’Associazione culturale rumeno italiana PROPATRIA con il patrocinio di Ambasciata della Romania in Italia in collaborazione con Biblioteche di Roma e l’Officina delle culture presentano

Le Chiese di legno della Romania

documentario del regista Kiki Vasilescu 48’ in rumeno con sottotitoli in italiano Riprese aeree senza precedenti in un documentario che racconta la storia delle Chiese di legno – monumenti della regione di Ardeal e Oltenia.

“Le chiese di legno della Romania” è un documentario di Kiki Vasilescu tra architettura e storia con animazione di Cristina Iordache che non fa perdere nessun dettaglio delle famose chiese costruite totalmente ad incastro senza l’utilizzo di neanche un chiodo. Le chiese di legno sono la migliore testimonianza dell’arte della costruzione in legno, sono l’icona dell’anima cristiana ortodossa e mantengono l'essenza della storia non scritta della Romania. Le chiese di legno in Romania, comuni un po’ in tutta l’Europa orientale, sono delle costruzioni così particolari che otto di esse sono entrate nella lista dei siti considerati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Il documentario Le chiese di legno della Romania è anche un’incursione unica in un territorio rumeno, con uno spettacolare scenario naturale, in particolare con dei monumenti unici: le chiese di legno costruite nel XIX secolo. Le riprese aeree con i droni sono particolarmente efficaci e senza precedenti girate da 500 m di altezza. Il progetto è una produzione “East Movies”, co-finanziato dall’Amministrazione del Fondo Nazionale Culturale della Romania e sostenuto dal Museo del Contadino Romeno, Fondazione Pro-Patrimonio e l'Ordine degli Architetti in Romania. Lo scopo dei produttori è di mettere sulla carta turistica del paese questi edifici unici, monumenti di valore del punto di vista architettonico e storico ma sconosciuto al grande pubblico.

Il documentario, diretto da Kiki Vasilescu presenta i particolari monumenti, ma anche il paesaggio e le piccole comunità dove queste chiese continuano ad operare. Il ritmo del documentario è dinamico, e gli splendidi paesaggi si alternano con le testimonianze. Le interviste appartengono a persone che hanno un legame diretto con le chiese di legno: Ion Blajan (responsabile del Dipartimento "Patrimonio" del Museo Contadino Rumeno), preti che celebrano tuttora funzioni religiose nelle chiese di legno, architetti ma anche la gente del posto, memorie preziose della storia del loro villaggio. Il documentario "Le chiese di legno della Romania” è una presentazione cinematografica di particolare pregio architettonico a specificità nazionale. Il film si concentra meno sui rituali religiosi e più sulla storia degli edifici, sulle tecniche di costruzione in legno e di artigianato, impiegate per la realizzazione delle decorazioni interiori ed esteriori. Per creare un collegamento con il presente a questi monumenti che sono caduti nel dimenticatoio, il film insiste sulla presentazione dell’ambiente naturale e sulle comunità di piccole dimensioni che frequentano queste chiese.

L’evento terminerà con una sessione aperta di domande e risposte e sarà condotto dalla scrittrice e giornalista Tatiana Covor. Saranno presenti il regista Kiki Vasilescu, la produttrice Cristina Iordache e uno degli autori della colona sonora, il compositore Pasquale Mollo.

Venerdì 8 aprile, ore 16.30 Biblioteca Vaccheria Nardi via Grotta di Gregna, 37 Roma INGRESSO LIBERO

articolo pubblicato il: 05/04/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it