torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Pizzini"

al Teatro Delfino di Milano


Pizzini
Parole contro le mafie

9 e10 aprile | Teatro Delfino ore 21.00 – domenica ore 16.00

Regia, adattamento e scrittura drammaturgica: Nini Ferrara Con: Nini Ferrara Percussioni e voce: Danila Massimi

I “Pizzini della Legalità” sono stati pubblicati per la prima volta dopo la cattura di Bernardo Provenzano, che dei Pizzini - un tempo bigliettini di parole ancora proibite tra giovani amori; o segrete, tra amanti - aveva fatto il mezzo di elezione per comunicare con la moglie, i figli e con la “famiglia”. Salvatore Coppola, editore trapanese, ebbe l’intuizione di farne uno strumento di testimonianza e denuncia degli anni di violenza e di morte inflitti da un sistema mafioso che sempre più sottilmente penetra non più solo la Sicilia, ma la società intera. Raccontando nei suoi pizzini storie vere, grondanti la freddezza del dolore - da Felicia Impastato a Rita Atria, da Gaetano Costa a Libero Grassi, dalla strage di Pizzolungo all’omicidio Terranova - i “Pizzini della Legalità” sono divenuti il veicolo di una cultura che si oppone ad ogni logica criminale e che unica può condurre a conoscere, a distinguere, a scegliere. La stessa cultura che è stata l’arma di uomini come Peppino Impastato o Giuseppe Fava, per spezzare il silenzio. E i vincoli di una società imbrigliata.

Rappresentare “Pizzini” in teatro, oggi non è solo un dovuto tributo al lavoro e all’opera di un uomo, di un amico, di un editore che ha sempre scelto di combattere in prima linea né ha mai temuto di schierarsi apertamente; è restituire vita, e coraggio, a “un’idea” che non può né deve morire. Per questo, lo spettacolo è un grande canovaccio da cui trarre immagini in forma di parole, avvertendo forte la necessità di scuotere una memoria emotiva che facilmente si assopisce, per poi brevemente risvegliarsi al prossimo, eclatante titolo di giornale; uno spettacolo in divenire, al quale auguriamo possano aggiungersi voci diverse e parole nuove, immagini o suoni, musica o canto. Tutto ciò pulsando attorno a un unico ritmo, che è battito di cuore o tempo di respiro, che è il passo di uomini e donne che con il loro semplice “essere” si sono incisi nelle nostra memoria e che ancora vivranno solo nella libertà e nella coscienza civile di ogni nostro singolo atto. “Pizzini” è stato rappresentato in anteprima presso il Teatrino di Palazzo Chigi, a San Quirico d’Orcia (SI), Comune che ne ha patrocinato il debutto. La prima di “Pizzini” si è svolta in seno alla VII edizione del Dedalo Festival di Caltabellotta, nella suggestiva cornice del perimetro esterno della Matrice, riscuotendo il successo di un’amplissima ed eterogenea platea.

In scena è Nini Ferrara, che ne ha anche curato la regia, l’adattamento e la scrittura drammaturgica. Per Ferrara, “Pizzini” rappresenta un nuovo passo in un percorso - sia in teatro che in letteratura - che da sempre, senza privarsi di una personalissima valenza poetica, affronta tematiche strettamente legate ai più caldi temi società contemporanea. Accanto a lui, Danila Massimi, eclettica percussionista e intensa interprete, che vive il ritmo facendolo assurgere a voce recitante che contrasta e completa la parola detta. Lo spettacolo include la canzone “Dormi e vola” di Giampiero Mazzone, sensibilissimo cantautore siciliano. Durata: 60 minuti

Nini Ferrara Regista, drammaturgo, scrittore, si forma presso la Scuola di Teatro dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa. Ha studiato Commedia dell’Arte con A.Fava. Nel ‘92 si trasferisce a Roma, dove suoi Maestri sono E.M. Salerno, G.Sbragia, A.Nicolaj. Lavora a fianco di protagonisti del Teatro Italiano, tra cui G.Lavia, E.Marcucci, R. de Monticelli. Più volte premiato per la scrittura teatrale e per la regia, dal 2004 si dedica alla ricerca teatrale fondando Le Officine Teatrali, di cui è Direttore Artistico. Nel 2012 pubblica Grani, suo esordio letterario. Le sue poesie e i suoi racconti sono pubblicati su antologie e riviste letterarie.

Danila Massimi Cantante, cantautrice e percussionista, inizia la sua attività artistica nel 1989 al Folkstudio di Roma. Si forma in Italia con il percussionista Giovanni Imparato e la cantante Rosanna Rossoni e a Cuba con i maestri J. Pelladito, A Chacon, R. Moran. Al folklore afrocubano e caraibico appartengono molti degli strumenti che l’accompagnano. Da molti anni lavora come compositrice ed interprete con diverse compagnie di teatro di ricerca e danza contemporanea. Grazie alle mille voci dei suoi strumenti, la sua musica non è mai un sottofondo all’ azione scenica, piuttosto è fondante dell’azione stessa.

Info biglietteria È possibile prenotare i biglietti chiamando il 333 5730340 dal lunedì al venerdì dalle ore 14.00 alle ore 19.00 o scrivendo una mail a info@teatrodelfino.it I biglietti si possono acquistare anche on line al seguente link: http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[evento]&id_show=79349 La biglietteria apre i giorni di spettacolo, un’ora prima dell’inizio di ciascuna replica. PREZZI BIGLIETTI Intero: 18,00€ | Ridotto*: 15,00€ | Convenzioni e cittadini quartiere: 10,00€ *Ridotti: over 60/Under 25/Studenti Teatro Delfino, Piazza Piero Carnelli Milano

articolo pubblicato il: 05/04/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it