torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Design Pride

a Milano


Design Pride 2016
@ Milano Design Week

Seletti presenta la prima parade dedicata al design insieme ai brand Disaronno, Gufram, Pepsi, Radio Deejay e Toiletpaper: un corteo con carri, musica e balli nel distretto delle 5 VIE e un grande party in Piazza Affari organizzato da Disaronno per lanciare la collaborazione con Studio Job mercoledì 13 aprile 2016, dalle ore 19.30 alle 24.00 Design Pride: partenza da Piazzale Cadorna (angolo via Minghetti), ore 19.30 Party piazza Affari: dalle ore 21.00 alle 24.00

In occasione della Milano Design Week 2016, Seletti, il design brand italiano più ironico e irriverente, presenta il primo DESIGN PRIDE: dopo aver animato per due anni Piazza Affari, fino a trasformarla in un Luna Park con tanto di autoscontro, quest’anno festeggia il design con una parade pop e coinvolgente di carri, musica e balli, un vero e proprio Carnevale del design. Mercoledì 13 aprile alle ore 19.30, il corteo partirà da Piazzale Cadorna (angolo via Minghetti), attraverserà il distretto delle 5 VIE e arriverà in Piazza Affari per un party celebrativo aperto al pubblico organizzato da Disaronno per il lancio della jar da collezione realizzata in collaborazione con i celebri designer di Studio Job.

A dare man forte alla colorata sfilata del DESIGN PRIDE, capitanata da Seletti e Disaronno, ci saranno: Gufram, il marchio più pop del design italiano, Pepsi con un progetto di Fabio Novembre, Radio Deejay che con la sua musica farà ballare senza sosta tutto il pubblico della parade, il magazine di sole immagini Toiletpaper, nato dal genio di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari. Numerosi anche i designer che sfileranno, tra cui: Amebe, Antonio Aricò, BBMDS, Valentina Carretta, Cristina Celestino, CTRLZAK, Umberto Dattola, Ilaria Innocenti, Emanuele Magini, Piano B, Marcantonio Raimondi Malerba, Elena Salmistraro, Studio Badini, Studio Nichetto, Giò Tirotto, Alessandro Zambelli, Zaven.

Stefano Seletti, art director del design brand: “Il design è democrazia, libertà, gioia, per questo vogliamo festeggiarlo con un PRIDE che coinvolga i designer, i brand, avvicinandoli ancor di più alle persone. La festa è aperta a tutti, giovani, anziani, bambini, insomma, a chiunque voglia festeggiare la libertà di poter sperimentare, di sviluppare le proprie idee, anche quando sembrano folli ai più: un inno alla diversità, all’indipendenza del pensiero, alla creatività”. I carri del design, accompagnati da striscioni, musica e danze, sfileranno animando le vie della città e inviteranno tutti i passanti a unirsi a questa grande festa. Seletti aprirà il corteo celebrando il “dito medio” di Cattelan, divenuto souvenir proprio grazie al brand che ha riprodotto la scultura in miniatura nelle versioni carillon e boule de neige. Seguiranno i carri dedicati ai best seller Seletti: con FONTS, gli alfabeti luminosi e non, si festeggia il lancio di LETTERS, primo e-commerce del marchio dedicato al mondo del lettering; mentre l’ironico immaginario di Marcantonio Raimondi Malerba invade il corteo con i suoi progetti ispirati alla natura, come le Monkey Lamp e gli arredi Sending Animals, entrambi realizzati con Seletti.

Disaronno, sempre attento alle tendenze più attuali, partecipa celebrando con il proprio carro la jar in edizione limitata di 5.000 pezzi, realizzata in collaborazione con il duo Studio Job. La jar Disaronno – che riprende la consuetudine diffusa negli anni ’20 del Proibizionismo americano in cui i cocktail erano serviti in barattoli di vetro per camuffarne il contenuto – si veste così dell’inconfondibile design di Studio Job, una trama i simboli iconograficamente in contrasto tra loro, dalla rosa alla pistola, dal cuore al teschio.

Paolo Dalla Mora, Global Communication Director di Disaronno: “Disaronno fa parte della ‘grande famiglia’ di Piazza Affari ormai da tre anni, e stavolta celebra il design attraverso la collaborazione con il non plus ultra del design internazionale, Studio Job, che ha disegnato per noi un’imperdibile jar da collezione trasformandola in un vero e proprio oggetto di culto. Al termine della parata, siamo lieti di invitare il pubblico della Design Week in Piazza Affari, per festeggiare fino a tarda notte sorseggiando un Disaronno Sour”.

La festa continua con Gufram che attraverserà le vie della città presentando, con la sua inconfondibile ironia, P.A.T.H.S. Pop Advanced Transportation Holystic System: un progetto che va oltre, non solo ai più i classici mode of transport – via aerea, via mare e via terra –, ma che supera anche l’Hyperloop di Elon Musk che, con le sue capsule, ci farà viaggiare alla velocità del suono. Così, mentre tutte le ricerche sui trasporti si sono concentrate fino ad ora su tecnologia, efficienza e velocità, Gufram, con il suo alternativo e pop mobility system, decide di dedicarsi ai veri desideri delle persone anche quando viaggiano: distinguersi rispetto agli altri. Con Gufram, che da cinquant’anni dà vita a oggetti talmente unici da divenire icone, questo progetto ambizioso diventa realtà proprio al DESIGN PRIDE. Pepsi e Fabio Novembre giocano con il tema degli Emojis, su cui il brand sta costruendo un nuovo immaginario, abbinando in questa collaborazione l'espressività pop delle icone, allo stile classico del design delle poltrone Nemo. Il risultato inaspettato e in linea con la parade trasmette tutta la positività del brand americano abbinata allo stile italiano. Tanta musica dal colorato carro di Radio Deejay che, con il deejay set di Shorty, farà ballare a tutto volume e senza interruzione il pubblico del corteo.

E ancora Toiletpaper contagia il DESIGN PRIDE con il suo irriverente humour nero, realizzando un carro-installazione in stile “Jungle”. Il progetto DESIGN PRIDE si inserisce all’interno di “5 VIE art + design”, patrocinato dal Comune di Milano, grazie al quale la zona più antica e ricca di storia di Milano si trasforma in un nuovo distretto proiettato verso il design e l’innovazione.

articolo pubblicato il: 20/03/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it