torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
Biennale giovane

a Viterbo


Festeggia la sua 4a edizione, nell’Anno Giubilare della Misericordia e del 400° anno dalla morte del grande scrittore William Shakespeare, la Biennale più “giovane” d’Italia.

Giovane nello spirito, nelle dinamiche, e nell’attenzione sempre riservata fin dagli esordi alla generazione artistica accademica, emergente e contemporanea, senza mai dimenticare ed esaltare la bellezza e la cultura antica.

Già nel 1994 era stato proposto alle Istituzioni di Viterbo, attraverso le pagine del "Bullettin" (notiziario di arte, ecologia, storia, cultura, suono e movimento), l’istituzione di una "Biennale d’arte", constatata la scarsa considerazione in cui veniva tenuta l’arte, non adeguatamente promossa. Viterbo, in cui da sempre si parla di valorizzare le notevoli risorse culturali e storiche, mancava di questo necessario strumento che rinforzasse e mantenesse la creatività contemporanea di alto livello artistico.

Nasceva così, nel 2010, la 1a Biennale d’Arte di Viterbo in cui poter esprimere le migliori energie creative della città e della Tuscia, ma non solo, a cura dell’Associazione per la Promozione delle Arti in Italia.

In questo modo si riparò alla sua posizione subalterna e "lontana" rispetto alle grandi rassegne di città limitrofe, pensando non solo a Roma ma anche a Spoleto, Perugia ed altre. Riuscendo sempre a mantenere i requisiti della freschezza e della novità, non costituiti in modo accademico tradizionale bensì dimostrazione concreta e vera della creatività viterbese, degli artisti "tutti" che meritano di essere riconosciuti come "creativi" in senso lato e difensori della cultura, evitando di essere una vuota rassegna, copia di altre più famose, bensì essere un esempio innovativo e rivoluzionario della concezione artistica. Insomma, un attrattore forte per addetti ai lavori.

Dopo l’edizione 2014, che ha visto la partecipazione di artisti viterbesi e non del calibro di Pasquale Altieri, Andrea Aquilanti, Francesco Maria Bianchini, Annalù Boeretto, Gregorio Botta, Bruno Ceccobelli, Massimo De Giovanni, Davide Dormino, Alessandra Giovannoni, Federico Paris, solo per citarne alcuni, la Biennale si prepara ad aprire i battenti con grandi e nuove sorprese dal 5 maggio al 5 giugno 2016 in prestigiose sedi del centro storico di Viterbo. Accanto alla mostra principale, come sempre, i Premi Accademie, Emergenti e Senior. Stay tuned.

articolo pubblicato il: 18/03/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it