torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Un uomo inesprimibile"

a Villa Piccolomini di Roma


Un uomo inesprimibile

4 studi su Kleist A cura di Giorgio Barberio Corsetti Dal 23 al 29 Febbraio 2016, ore 20:00 Villa Piccolomini - via Aurelia Antica, 164 (Roma)

Martedì 23 Febbraio 2016 alle ore 20:00 presso Villa Piccolomini, in via Aurelia Antica 164, debutta UN UOMO INESPRIMIBILE, 4 studi su Kleist condotti dal M° Giorgio Barberio Corsetti con gli allievi del II e III anno del Corso di Regia. Risultato di un’ampia analisi dell’intera opera del poeta, il lavoro ha prodotto un percorso all’interno della villa, fatto di tappe che mettono in scena diversi momenti della produzione kleistiana; ognuno degli allievi, infatti, ha scelto ed elaborato una drammaturgia tratta da diversi testi: da Penthesilea (allievo regista Carmelo Alù), a Il Principe di Homburg (allievo regista Raffaele Bartoli), dall’epistolario (allievo regista Lorenzo Collalti), a La famiglia Schroffenstein (allievo regista Mario Scandale).

Afferma Giorgio Barberio Corsetti: “Kleist ha passato la sua breve vita in una continua fuga, inseguito dal demone della scrittura e assolutamente incapace di trovare un posto nel mondo. La sua scrittura teatrale, narrativa ed epistolare è vibrante, densa e perturbante, di una sconvolgente poesia. Kleist esplora i movimenti del profondo, ed i suoi personaggi sono segnati da scivolate, cadute, svenimenti e stati di sonnambulismo. Abitano una zona liminare tra il sogno e la realtà e sono anch’essi stranieri in questo mondo. I registi del secondo e terzo anno affrontano dei testi di loro scelta. Attraverso una riduzione e drammaturgia creata da loro stessi, si confrontano con tre testi teatrali ed una serie di lettere che tracciano il percorso intimo dell’autore. L’irriducibile spirito di Kleist, la sua spinta verso le zone oscure, il rischio a cui espone le sue creature, l’ironia, la grande poesia, il sentimento della caduta e della fine, son tutti elementi di questa composizione scenica a quattro voci.”

Lo spettacolo itinerante si sviluppa all’interno degli spazi di Villa Piccolomini e vede interpreti gli allievi attori del II anno del Corso di Recitazione e un gruppo di allievi diplomati. Impianto scenico di Bruno Buonincontri, supervisione ai costumi Gianluca Falaschi, luci di Sergio Ciattaglia. Ogni sera è prevista una replica alle ore 20:00.

L’ingresso è gratuito ed è consentito sino ad esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria al numero 366 6815543, attivo dal 16 Febbraio dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: 10.30-13.00 e 14.00-16.00.

articolo pubblicato il: 16/02/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it