torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Boîte à surprises!"

al Teatro Delfino di Milano


Boîte à surprises!

Dal 14 al 17 gennaio | Teatro Delfino ore 21.00 – domenica ore 16.00

Produzione: La Dual Band Uno spettacolo di Anna Zapparoli e Mario Borciani Con: Lorenzo Bonomi, Benedetta Borciani, Beniamino Borciani, Lucrezia Piazzolla Pianoforte, arrangiamenti e direzione musicale: Mario Borciani

Metti un baule pieno di storia trovato in cantina, mettici dentro tante storie nuove; mettici un pianoforte, e intorno un quartetto di voci dall'energia esplosiva; mettici un mix di generi musicali e di sapienze teatrali che va dal jazz-rock al rococò, dall'hard-core all'art-déco, dal barocco a Dario Fo, non trascurando di gettare un occhio irriverente sull'attualità. Un concerto comico, insomma, presentato da una formazione classica, agile e compatta, in cui il virtuosismo del singolo diventa il virtuosismo dell’insieme. Reduce da un grande successo di critica e di pubblico al festival d'Avignone, dove è stato ammirato da spettatori e operatori provenienti da tutta Europa, da Lisbona a Omsk, lo spettacolo è recitato e cantato in tutte le lingue, ma soprattutto nella "superlingua" delle voci che imitano strumenti musicali. Durata: 70 minuti

Teatro Delfino, Piazza Piero Carnelli - Milano Per info e prenotazioni: tel. 333 5730340 | mail info@teatrodelfino.it Intero: 20,00€ | Ridotto(over 60/Under 25/Studenti): 18,00€ | Convenzioni e cittadini quartiere: 15,00€

NOTA BIOGRAFICA La Dual Band si chiama così per la sua duplice natura, e ha una composizione, per l'appunto, Dual: sia per quanto riguarda i due “vecchi” fondatori, Mario Borciani (pianista e compositore) e Anna Zapparoli (attrice, regista e drammaturga), sia per la composizione del gruppo. Negli anni, infatti, la Dual Band si è specializzata in piccoli musical da camera e, via via, la formazione è andata allargandosi - in seguito a un felice incontro con la realtà del Coro delle Voci Bianche della Scala - a un gruppo di giovanissimi cantori innamorati del teatro. Nel frattempo i ragazzi sono cresciuti, le voci non sono più bianche, ma sono ancora bellissime, e la loro bravura scenica è cresciuta con loro; insieme ai figli Benedetta e Beniamino, rispettivamente attrice e cantante di musica barocca, la Compagnia ha preso la forma che ha oggi. Una riproposta della compagnia all’antica italiana, insomma, dove i più giovani entrano con tutta la loro vitalità in un gioco teatrale in cui l’etica artigianale si mescola al divertimento, a cavallo della linea sottilissima e a volte imprendibile che separa, o unisce, la musica e il teatro. La Dual Band è dual anche linguisticamente: tre degli attori sono madrelingua inglese; con 15 spettacoli al suo attivo, la Dual Band ha recitato in tre lingue (italiano, inglese e francese) a Milano, Roma, Londra, Avignone, Parigi, Firenze, Edimburgo, Trieste, e in tournée in Italia e Gran Bretagna.

articolo pubblicato il: 12/01/2016

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it