torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Ron in giuria

al concorso letterario Città di Castello


L’ estate sta finendo e l’aria settembrina preannuncia l’arrivo di un dolce autunno e con questo si ripresenta puntuale la premiazione del prestigioso concorso letterario Città di Castello. Fra i tanti nomi prestigiosi che compongono la giuria, preseduta da Presidente: Alessandro Quasimodo Attore teatrale e critico letterario, Anna Kanakis attrice e scrittrice, Antonella Appiano, giornalista e scrittrice, Alessandro Masi Segretario Generale della Società Dante Alighieri, Claudio Pacifico Ambasciatore d’Italia, Daniela Lombardi giornalista, Alberto Stramaccioni Docente Università per Stranieri di Perugia, a quest’edizione si è aggiunto il cantautore Ron.

Ron è uno dei più ammirati cantautori del nostro panorama musicale, le sue canzoni sono vere e proprie poesie, molte le ha scritte per un altro grande: Lucio Dalla.

E’ un vero piacere parlare con lui di musica, di ricordi legati al grande Lucio Dalla, ai suoi esordi e alla sua escalation nell’olimpo del grandi.

“Non nascondo che quando mi hanno chiesto di far parte della giuria di questo prestigioso premio letterario sono rimasto piacevolmente sorpreso ed ho accettato con entusiasmo. La cultura è alla base di ogni essere umano e la letteratura ne è una ferma rimostranza” afferma Ron con la sua voce pacata e sensuale.

Lei è considerato un poeta della nostra musica, quanto è legata la musica alla parola?

“Molto, a seconda di come viene interpretata una canzone si può cambiare completamente il significato di una canzone. Direi che musica, testo e interpretazione sono i tre elementi principali che determinano il successo di una canzone. Attenti al lupo è una canzone che ho scritto per Lucio nel 1990. È tratta dall'album CAMBIO. Io avrei voluto un’interpretazione più seriosa, il lupo è il male della nostra società, Lucio ne ha fatta una canzone quasi ironica, con un risultato magico”.

(Questa canzone viene presentata al programma Fantastico 11 condotto da Pippo Baudo. Ed è subito un successo: schizza in classifica al 10º posto il 17 novembre 1990 e successivamente al numero 1 rimanendo in classifica fino al 30 marzo 1991. Alla fine dell'anno Attenti al lupo risulterà essere stato il sesto singolo più venduto in Italia).

Chissà se Ron Troverà ispirazione fra i tanti testi presentati al Premio letterario per una nuova canzone. In questo caso beato il prescelto!

articolo pubblicato il: 12/09/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it