torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Il giorno delle altalene"

al Teatro Elsa Morante di Roma


In occasione della Giornata Mondiale per la Lotta alla Pedofilia la Compagnia Teatrale Iposcenio presenta

Il giorno delle altalene

5 maggio 2015 ore 21:00 Teatro Elsa Morante - Centro Culturale Elsa Morante Piazzale Elsa Morante angolo via Guido da Verona, Roma

La Compagnia Teatrale Iposcenio presenta il nuovo esperimento di teatro sociale, uno spettacolo teatrale tratto dal libro di Sasà Russo «Tra cioccolata e vergogna», che ripercorre senza troppi giri di parole il dramma della pedofilia, analizzato in un preciso contesto di violenza domestica. Una storia vera, una pièce teatrale prodotta da Iposcenio Spettacoli, che vuole far chiarezza su un tema ormai troppo taciuto e quasi dimenticato, che risalta all’opinione pubblica solo in drammatiche occasioni di cronache che raccontano violenze sessuali sui minori, per un fenomeno che invece dovrebbe essere affrontato con estrema semplicità e maggior frequenza rivolto ai più piccoli e ai genitori.

Quante persone sono realmente informate sul tema della pedofilia? Quanta attenzione è rivolta a questo fenomeno? Da quando è diventato reale l’interesse dell’opinione pubblica riguardo gli abusi sessuali sui minori? Da queste domande è nato l’interesse di veicolare attraverso il teatro un messaggio così forte, grazie alla Presidente della Commissione delle Elette e Pari Opportunità del municipio IX Paola Vaccari, promotrice dell’evento. «Il sesso con i minori è uno dei maggiori tabù sociali e culturali dell’umanità» spiega Paola Vaccari, perché parlare di pedofilia fa paura, crea incertezze e porta alla luce scenari e situazioni sconvolgenti da screditare la bontà e il valore del genere umano.

La pedofilia, per la sua natura omissiva e omertosa, è stata per molto tempo minimizzata, il sesso con i minori è considerato un tema scottante e per tale motivo è rimasto a lungo fuori dai dibattiti pubblici, come se non si volesse credere alla sua reale esistenza e diffusione. «E’ per questo che vogliamo proporre qualcosa di diverso dal solito, NON usando foto commuoventi di bimbi maltrattati, feriti o piangenti, NON parlando della pedofilia in modo arido e inutile, come qualcosa di lontano e sempre troppo distante da noi, ma con uno spettacolo teatrale perché sono certa che riusciremo a scatenare quelle emozioni che solo con l’arte si riesce a far provare» continua Paola Vaccari.

Ancora oggi sono pochissimi i genitori che riescono a parlare con i figli di questo problema. «E’ comprensibile che gli adulti siano imbarazzati nel parlare di sessualità, e soprattutto di sessualità malata, con dei bambini tanto piccoli. Proprio per questo servirebbero delle campagne mirate, preparate da specialisti ed indirizzate alle scuole materne ed elementari, per parlare di pedofilia direttamente ai bambini, senza imbarazzi e senza allarmismi».

Scritto e diretto da Sasà Russo, in scena Masaria Colucci, Giuseppe Laudisa, Claudia Alfonsi, Donatella Barbagallo, Maila Barchiesi, Francesca Surcis, Rita Melis e Francesca Melis (Dance Mania Fitness di Cagliari) Un ringraziamento particolare al Sindaco di Roma Ignazio Marino, Carla Di Veroli, Zètema Progetto Cultura, alla Dottoressa Gabriella Paolino e TIBURNO TV Media Partner dell’evento (www.tiburno.tv)

Dopo lo spettacolo è previsto il dibattito sulla pedofilia al quale interverranno: l’incaricato della Polizia Postale (sezione pericoli sul web), Andrea Santoro (Presidente del IX municipio), Carla Strappafelci (Segreteria Nazionale del Coordinamento Genitori Democratici), Dottoressa Francesca Romana Coribanti (Tutore minorile volontario), Paola Vaccari (Presidente della Commissione delle Elette e Pari Opportunità municipio IX), Staff della Compagnia Teatrale Iposcenio.

articolo pubblicato il: 02/05/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it