torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"After the end"

al Teatro dell'Orologio di Roma ed al Teatro Elfo Puccini di Milano


Teatro dell’Orologio What’s the Time? Stagione teatrale 2014|2015 dal 28 aprile al 10 maggio 2015 Sala Gassman

After the end
di Dennis Kelly

con Alessandro Lussiana e Valeria Perdonò regia Luca Ligato produzione Alraune Teatro

Arriva a Roma, al Teatro dell'Orologio, lo spettacolo After the end di Dennis Kelly, nell’ambito della programmazione Let’s get British, dedicata al teatro britannico. La giovane compagnia interpreta il feroce mondo ideato da Dennis Kelly, creando uno spettacolo nero dall’ironia cruda e di una tagliente contemporaneità.

In un rifugio antiatomico, Mark e Louise, due ragazzi di venticinque anni, parlano di un’esplosione nucleare avvenuta in seguito ad un attacco terroristico che ha raso al suolo interi quartieri e ucciso una gran quantità di persone, tra cui, probabilmente, anche molti dei loro amici e le loro famiglie. Mark è riuscito a mettere in salvo Louise nel suo rifugio, portandola in braccio, priva di sensi, tra le macerie. In questo ambiente di convivenza forzata, gli aspetti più reconditi dell’animo umano crescono e tutto si trasforma in una lotta per il potere in cui il ruolo di vittima e carnefice si confonde e il confine tra il bene e il male diventa sempre più labile.

"After the end", del drammaturgo inglese Dennis Kelly (noto al grande pubblico per importanti progetti come la serie tv Utopia, il musical Matilda - per cui ha ricevuto numerosi premi - e altri testi teatrali) è una black comedy accattivante, con ritmi serratissimi e un impianto quasi cinematografico. Un linguaggio modernissimo, ironico, pungente e anche molto violento che tiene incollato lo spettatore. Scritto nel 2005 subito dopo gli attacchi terroristici di Londra, è attualissimo ancor più oggi alla luce degli ultimi fatti di cronaca. Un viaggio psicologico e profondo tra amicizia, amore, etica, spirito di sopravvivenza e scoperta di cosa siamo veramente o cosa potremmo essere al di là degli schemi sociali. Drammaturgia contemporanea e allestimento asciutto, inaspettate risate in una suspence continua.

Dennis Kelly Londinese, classe 1970, è uno dei drammaturghi contemporanei più amati e premiati. Ha al suo attivo una quindicina di testi, tra cui Osama The Hero (2004), rappresentato con successo all'Hampstead Theatre, e After the End presentato al Traverse Theatre di Londra nel 2005 e, successivamente, al Festival di Edimburgo riscuotendo grande consenso. In Italia è noto soprattutto grazie alla serie tv di culto Utopia (2013).

Luca Ligato Classe 1982. Collabora con Pasquale Marrazzo come aiuto regia per il lungometraggio “Non sono lacrime da coccodrillo”; lavora come assistente alla regia e aiuto regia teatrale con Corrado d’Elia; Pasquale Marrazzo; John Pascoe; Paola Giacometti e Silvano Ilardo. Debutta come regista indipendemente con lo spettacolo “L’Ombelico di Alvise” di C. Porta, “Il diario del doppio reduce” di M. Perego, “Orphans” e “After the end” di Dennis Kelly. Attualmente lavora anche come docente di corsi e laboratori teatrali per scuole medie e superiori.

Alessandro Lussiana Si diploma alla Scuola del Teatro Stabile di Torino. Partecipa a spettacoli diretti da registi quali Massimo Scaglione, Adriana Innocenti, Beppe Navello e Jean Claude Penchenant. Comincia a lavorare fin da subito in cinema, tv-fiction, doppiaggio e spekeraggi. Diretto da Claudio Longhi, Serena Sinigaglia, Michele di Mauro, Mauro Avogadro, Valter Malosti. Nel 2008 frequenta un master per attori professionisti diretto da Massimo Castri e organizzato da E.R.T. Fondazione- Teatro Stabile dell’Emilia Romagna, con la quale comincia una proficua collaborazione partecipando a spettacoli quali “La Presidentessa” di Hannequin, regia dello stesso Castri, “Pasqua” di Strindberg, regia M. Conti e “Freddo” di Lars Norèn per la regia di M. Plini. Recentemente ha preso parte al cast di “History Boys” di Alan Bennet, per la regia di E. De Capitani e F. Bruni.

Valeria Perdonò Si diploma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma. Studia con Maestri come Luca Ronconi, Lorenzo Salveti, Anna Marchesini, Peter Clough, Francesco Manetti, Serena Sinigaglia, Daniele Salvo, Carmelo Rifici, Sergio Rubini. Lavora con artisti come Daniele Salvo, Lorenzo Salveti, Gianfranco de Bosio, Cesare Lievi, Antonio Zanoletti, Corrado d’Elia, Eleonora d’Urso, Giuseppe Emiliani. Nel 2013 vince il Premio Salicedoro Prosa classificandosi al terzo posto. Si esibisce in recital e spettacoli musicali tra cui “All’ombra dell’ultimo sole - parole e musica per Fabrizio De André” regia E. Russo, o i monologhi teatro-canzone “Femminile” scritto e diretto da O. Nedjari, “Amori Assassini” da lei scritto e interpretato sul tema della violenza sulle donne. Ha partecipato al Premio Takunda 2010.

traduzione Monica Capuani regia Luca Ligato con Alessandro Lussiana e Valeria Perdonò scene Giovanna Angeli costumi Carla Goddi musiche originali EON disegno luci Alessandro Tinelli foto di locandina Mauro Pomati responsabile di produzione Monica De Giuli responsabile organizzativo Monica Belardinelli produzione ALRAUNE TEATRO

prossime repliche: Teatro Elfo Puccini di Milano | dal 19 al 27 maggio 2015

info e biglietteria: Teatro dell’Orologio Via dei Filippini 17/A – 00186 Roma Facebook: Teatro dell'Orologio | Twitter: @teatroorologio SALA GASSMAN: prezzo unico 10 euro Ingresso consentito ai soci: tessera associativa annuale € 3,00 La prenotazione è vivamente consigliata 06 6875550 | biglietteria@teatroorologio.com prenotazioni: dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 19.00 e la domenica dalle 16.00 alle 19.00

articolo pubblicato il: 24/04/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it