torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Everything is ok"

al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro


Si conclude giovedì 23 aprile con "Everything is ok", di Marco D'Agostin, Kilowatt Tutto l'Anno, programma di residenze creative, spettacoli teatrali e di danza contemporanea in scena al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro (Ar). Everything is ok
un progetto di e con Marco D'Agostin

suono LSKA disegno luci Rocco Giansante movement coach Marta Ciappina progetto fotografico e video Alice Brazzit co - produzione VAN, CSC/Operaestate Festival Veneto, Dansateliers con il supporto di Kilowatt Festival, inTeatro, D.ID Dance Identity, Danzarte

Marco D’Agostin, giovane coreografo veneto, è stato ospite di Kilowatt nel 2011, con il suo acclamato solo “Viola” e, come interprete, l’estate scorsa, nel lavoro di Giorgia Nardin “All dressed up with nowhere to go”. Il nuovissimo "Everything is ok", che D’Agostin sta preparando a Sansepolcro dove è in residenza dal 13 aprile, è una coreografia incentrata sull’esibizionismo del nostro tempo. Lo spettacolo cerca di rispondere ad alcune domande: come creare la stanchezza di uno sguardo collettivo, arrendevole, che lasci che le cose si narrino da sole? La risposta che D’Agostin si è dato parte dalla volontà di creare uno spettacolo che mostri un corpo iperattivo che incarni, in un ritmo forsennato e senza respiro, tutte le iconografie di quello che oggi si manifesta per divertirci, eccitarci, interessarci. Un corpo “baraccone”, uno spettacolo impazzito, un cabaret implosivo. Può lo sguardo che accoglie in sé questo corpo cedere il passo a un'amabile stanchezza, e accorgersi finalmente del paesaggio?

La prova aperta inizia giovedì 23 aprile, alle ore 21, al Teatro alla Misericordia e conclude la programmazione di Kilowatt tutto l’anno, rassegna di residenze creative, di spettacoli teatrali e di danza contemporanea alla sua seconda edizione. Kilowatt tutto l'anno è un progetto articolato, che consente agli artisti selezionati di risiedere a Sansepolcro per due settimane durante le quali portare avanti la propria ricerca, intervallando momenti di “protezione” del proprio lavoro con incontri col pubblico locale e interazioni con la città, fino alla prova aperta che chiude ciascuna delle residenze. Un’occasione irripetibile sia per il pubblico di intercettare i processi artistico-creativi della contemporaneità, sia per gli artisti di confrontarsi in maniera costruttiva con gli spettatori. La stagione inziata a novembre 2014, ha visto in scena 5 prove aperte - vere e proprie finestre sui processi creativi di giovani artisti emergenti, ovvero esiti di processi di residenza creativa, e 4 spettacoli, 2 dei quali presentati in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo e Comune di Sansepolcro.

Ad ulteriore arricchimento del progetto Sansepolcro è stata sede di due momenti di alta formazione per il pubblico: il primo costituito dal laboratorio del coreografo e danzatore ceco Michal Zahora, nell'ambito del progetto europeo Be SpectACTive!, una residenza di ricognizione nella quale il danzatore ha lavorato quotidianamente con dodici cittadini di Sansepolcro sul tema degli scambi epistolari, lavoro che confluirà nello spettacolo completo di Zahora che debutterà in prima internazionale a Sansepolcro il 19 luglio prossimo, all'interno della XIII° edizione di Kilowatt Festival. Il secondo appuntamento formativo è stato invece “il Centro della Visione – per un’accademia dello spettatore”, percorso iniziato lo scorso anno e ideato dalle compagnie CapoTrave/Kilowatt e Laboratori Permanenti sotto la direzione di Piergiorgio Giacchè per indirizzare il pubblico verso un giusto e completo approccio all’opera d'arte. Il laboratorio di quest'anno ha visto l'incontro con il regista e drammaturgo Marco Martinelli, fondatore del Teatro delle Albe di Ravenna e la giornalista Maddalena Giovannelli.

Prossimo appuntamento Kilowatt Festival 2015, che si terrà dal 18 al 25 luglio, con tante importanti novità e oltre 30 spettacoli in programma. Si consiglia la prenotazione al contattando il numero 339.4074895 oppure scrivendo a comunicazione@kilowattfestival.it

MARCO D'AGOSTIN si forma come danzatore studiando con, tra gli altri, Yasmeen Godder, Nigel Charnock, Emio Greco, Rosemary Butcher. Negli anni danza per, tra gli altri, Claudia Castellucci/Socìetas Raffaello Sanzio, Alessandro Sciarroni, Tabea Martin, Sharon Fridman. Approfondisce le tematiche legate alla pratica e alla ricerca coreografica con, tra gli altri, Peggy Olieslaegers, Guy Cools, Wendy Houstoun, anche grazie ai progetti internazionali Choreoroam Europe, Act Your Age, Triptych in cui viene invitato come coreografo. Tra i suoi lavori come autore, Viola (vincitore Premio Gd’A Veneto 2010, selezione Aerowaves 2011 e Anticorpi XL 2011), Spic & Span (vincitore Segnalazione Speciale Premio Scenario 2011 e Finalista Masdanza 2013), Per non svegliare i draghi addormentati (vincitore Premio Prospettiva Danza 2012 e progetto parte del circuito Teatri del Tempo Presente).

BIGLIETTI costo del biglietto per lo spettacolo 6 euro

ASSOCIAZIONE CULTURALE COMPAGNIA CAPOTRAVE Teatro alla Misericordia Via della Misericordia 19 Sansepolcro (Ar) – tel +39 0575 733063 www.kilowattfestival.it info@kilowattfestival.it

articolo pubblicato il: 21/04/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it