torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"L'idiota"

al Cineteatro Duse di Agrate Brianza


Sabato 11 aprile, ultimo dei quattro appuntamenti della nuova stagione del Cineteatro Duse di Agrate Brianza, curata dalla compagnia La Danza Immobile in collaborazione con l’Amministrazione comunale. In scena lo spettacolo cult de La Danza Immobile, in tournée da oltre dieci anni: L’idiota, tratto dal celebre romanzo di Fëdor Dostoevskij, diretto e interpretato dal regista e direttore artistico della compagnia Corrado Accordino.

Finora si sono alternati sul palco del Duse spettacoli brillanti: dal one man show di Natalino Balasso alla coppia comica Colina-Bertato, per arrivare al successo de La cantatrice calva con i volti noti di Zelig, Manera, Pisu e Parassole. La chiusura della stagione è invece affidata a uno degli spettacoli più rappresentativi della compagnia, L’idiota. Doverosi i ringraziamenti: al Comune di Agrate Brianza, in particolare all’Ufficio Cultura e al Consigliere Delegato Patrizia Beretta, all’efficientissimo gruppo di volontari che gestisce lo spazio e soprattutto al pubblico che ha premiato le scelte artistiche della nuova stagione teatrale riempiendo la sala nei precedenti appuntamenti. Vi aspettiamo quindi sabato 11 aprile, alle ore 21.

L’idiota è una rilettura delicata e coinvolgente del capolavoro della letteratura russa. L’attenzione si concentra sull’episodio iniziale che contiene già tutti gli elementi della poetica dostoevskiana: crudeltà, contraddizione, innocenza. La messinscena è animata soltanto dai tagli di luce in cui l’attore di volta in volta si trasforma grazie a un sapiente uso della voce e della gestualità. Una pièce che il quotidiano la Repubblica ha definito «un’operazione teatrale coinvolgente». Dell’intricata sequenza di avvenimenti che vengono raccontati nel libro, il regista ha scelto la preistoria del romanzo. Solo in scena, Accordino racconta la storia della giovane Marie: una malata di tubercolosi, vittima di una madre cattiva e della gente del suo villaggio che la umiliava e la isolava. Ad alleviare le sue pene, arriverà inaspettatamente il principe Myskin. Attraverso la storia di Marie, Myskin rivela anche se stesso. Un idiota che salva una reietta, una storia di grande e poetica pietà.

Un personaggio enigmatico e affascinante il Principe Myskin: «Ad ogni rilettura L'idiota – dichiara Corrado Accordino - mi regala suggestioni e riflessioni nuove. A volte rido del Principe Myskin, a volte provo compassione, altre volte lo invidio. Sono travolto dal suo spirito superiore e dalla sua fede cieca negli altri. Il Principe Myskin non è mai uguale a se stesso, e come tutte le grandi figure della letteratura la sua personalità è una somma di tanti individui. A volte sembra che sia Cristo stesso a parlare con la sua parola infinitamente bella e chiara, altre volte invece sembra il Cavaliere dalla Triste Figura, comico e amaro, tragico e sublime insieme».
Binario Duse tornerà in autunno con nuove proposte per il cartellone 2015/2016

articolo pubblicato il: 03/04/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it