torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Alice Dragstore"

al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro


Continua il programma di Kilowatt Tutto l'Anno, giovedì 2 aprile, con "Alice dragstore" della compagnia OcchiSulMondo.

Alice Dragstore

drammaturgia di Daniele Aureli e Massimiliano Burini con Daniele Aureli, Amedeo Carlo Capitanelli, Stefano Cristofani, Matteo Slovacchia, Riccardo Toccacielo regia Massimiliano Burini realizzazione scene Francesco "SKY" Marchetti disegno luci Gianni Staropoli consulenza Drag Samuel "Lilly Boat" Salamone produzione OcchiSulMondo - OSM Dynamic Acting con il sostegno di Teatro Stabile dell'Umbria, Armunia Festival, Teatro Argot Studio, Kilowatt Festival

Il programma di Kilowatt Tutto l'Anno, stagione organizzata da Capotrave/Kilowatt in collaborazione con il Comune di Sansepolcro presso il Teatro alla Misericordia di Sansepolcro (Ar), prosegue giovedì 2 aprile, alle ore 21, con la prova aperta di "Alice Dragstore", diretto da Massimiliano Burini, autore anche della drammaturgia assieme a Daniele Aureli, in scena assieme ad Amedeo Carlo Capitanelli, Stefano Cristofani, Matteo Slovacchia, Riccardo Toccacielo. Lo spettacolo, prodotto con il sostegno di Teatro Stabile dell'Umbria, Teatro Argot Studio, Armunia e di Kilowatt Festival, prende spunto da un'indagine intima e delicata sulla trasformazione dell'uomo in altro da sé, cioè sul mondo surreale delle Drag Queen, splendide regine della notte e della perfezione, stravaganti, eccentriche, eclettiche ambasciatrici della possibilità.

“Il mondo delle Drag Queen ha suscitato la mia curiosità – dice il regista Massimiliano Burini -. Per preparare il progetto siamo stati osservatori di momenti intimi di alcune Drag, di situazioni surreali, questo vaso di pandora cosi pieno di mistero ci ha rapiti. Abbiamo aperto il coperchio e percorso la vita di alcune di loro, uomini la mattina e Divine la sera, li abbiamo seguiti, intervistati, abbiamo ascoltato le loro storie, i loro racconti e quello che ci ha colpito è stato l'universo che sta nel mezzo. Un'incredibile radiografia dell'uomo contemporaneo, visto nella sua fragilità, tra le sue paure, in lotta con se stesso e con la solitudine. Un enorme viaggio poetico dentro l'animo umano, che tuttavia rimane celato agli occhi, nascosto in un camerino, dove tutto, anche il tempo, rimane sospeso.” "Io sono qualcosa che spesso nascondo – dice un personaggio, prostagonista dello spettacolo - . Sono diventata qualcos’altro che ritrovo con splendida gioia. Di notte. Quando la vita si capovolge, quando le convenzioni cadono. Sono una Divina su un tacco 12. C’è una cosa che non riesco a ricordare... Non riesco a ricordare che mi devo dimenticare... il mio nome.”

La compagnia, giovane ma già affermata, ha al suo attivo alcune riscritture di teati celebri come “Romeo e Giulietta” e “Amleto”, tutti attualizzati e trasposti nel nostro presente. Per la preparazione del nuovo “Alice Dragstore” la compagnia è in residenza a Sansepolcro, al Teatro alla Misericordia, dal 24 marzo scorso e vi resterà fino al 2 aprile, giorno del debutto. Durante il processo creativo gli artisti hanno interagito con numerosi cittadini di Sansepolcro e hanno presentato alcune prove dello spettacolo a 4 classi delle scuole superiori di Sansepolcro.

Prenotazioni Prenotazioni telefoniche: 3394074895 Via e – mail: comunicazione@kilowattfestival.it

Biglietti costo del biglietto per lo spettacolo 6 euro

Associazione Culturale Capotrave / Kilowatt Teatro alla Misericordia Via della Misericordia 19 Sansepolcro (Ar) – tel +39 0575 733063 www.kilowattfestival.it

articolo pubblicato il: 30/03/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it