torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Dei crinali"

al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche


Civitanova Danza tutto l’anno - rassegna giunta alla diciottesima edizione e promossa dal Comune di Civitanova Marche, dai Teatri di Civitanova e dall’AMAT – offre sabato 21 marzo al Teatro Annibal Caro “un’altra incursione” nella danza contemporanea d’autore italiana con lo spettacolo Dei crinali di Manfredi Perego.

Manfredi Perego, studioso di arti marziali e danzatore free-lance in compagnie di teatro-danza e danza contemporanea in Svizzera, Germania e Italia, è interessato a cogliere e trasformare alcuni tratti degli sport praticati in elementi attivi della propria ricerca coreografica. Vincendo il Premio Equilibrio 2014 con Grafiche del silenzio, quest’anno si è guadagnato con Dei crinali - spettacolo che proprio a Civitanova Marche ha sviluppato l’ultima fase di prove nell’ambito del progetto Civitanova Casa della Danza - un posto nella prestigiosa programmazione del Festival della Nuova Danza che da qualche stagione ormai sta portando all’Auditorium Parco della Musica di Roma alcuni tra gli artisti più interessanti del momento.

“Dei crinali segna, per Perego, il passaggio dall'assolo al gruppo - ha scritto il critico Giuseppe Distefano in occaisone del debutto - mostrando già una prova di maturità espressa nella ricerca raffinata di un linguaggio personale che predilige un'indagine profonda legata al corpo. La scrittura coreografica, astratta e stratificata – che attinge anche alle arti marziali, disciplina che fa parte del bagaglio formativo di Perego – si fa segno concreto tracciabile sulla scena; nei salti repentini; nelle schiene rasenti a terra e nei ginocchi piantati; nei giri turbinosi e nei gesti fulminei; nei volti sorpresi che ci guardano e muovono in alto; nelle braccia in volo e di linee spezzate; nelle corse in gruppo, e diagonali avanti e indietro; negli allontanamenti singoli subito ricomposti; nelle posizioni isolate per assoli riflessivi; nelle linee dei corpi sorpresi tra cielo e terra. Vestiti con pantaloni grigi e maglietta blu – gradazioni della terra e del cielo – i tre bravissimi performer nello scontro e nella fluidità dei movimenti, nelle asperità e nella leggerezza che generano, germinano continuamente come un corpo unico, che vive e respira all'unisono. E raggiungono, nella ripetuta sequenza in cui, saltando l'uno sulle spalle degli altri con un incastro del solo braccio, un'immagine fremente di relazione e ricongiungimento, di una forma e di un paesaggio umano integrato in uno scenario di rotte naturali. Non solo immaginarie.”

“I crinali sono uno dei pochi orizzonti immaginari raggiungibili sulla terra, li osservi sempre dal basso - afferma Manfredi Perego - quando ti sospendi sopra di essi sei sul confine tra due luoghi sulla schiena terrestre; questa tende al cielo, prosegue la sua corsa parallela tramite tentativi di innalzamento. Puoi seguirla per un po’ ma poi da una parte o dall’altra dovrai scegliere di scendere. Non puoi restare sospeso per sempre. Quello che porti con te sono le innumerevoli sensazioni e azioni emotive, che sul punto di confine traversano il corpo. Dei Crinali narra un paesaggio che porta alla sospensione, senza mettere nessuna parola fine alla sua esplorazione. Nel 2014 ha vinto il prestigioso Premio Equilibrio con Grafiche del silenzio e ha fondato MP-ideograms.

Per informazioni e biglietti (da 8 a 12 euro): Teatro Rossini (0733 812936) nei tre giorni precedenti lo spettacolo dalle ore 18 alle ore 20 e in tutti i giorni e orari di apertura Cinema, AMAT (071 2072439) fino a venerdì dalle ore 10 alle 16. Biglietteria presso il Teatro Annibal Caro (0733 892101) il giorno di spettacolo dalle ore 16 Inizio spettacolo ore 21.15.

articolo pubblicato il: 18/03/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it