torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Ferite a morte"

al Teatro Gentile di Fabriano


Si avvia alla conclusione la stagione in abbonamento del Teatro Gentile di Fabriano promossa dal Comune e dall’AMAT con l’ultimo appuntamento in programma sabato 21 marzo, Ferite a morte una piéce dedicata all’universo femminile scritta e diretta da Serena Dandini e interpretata da Lella Costa.

Serena Dandini ha attinto dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. Per una volta, sono loro a parlare in prima persona. Come in una Spoon River del femminicidio, ognuna racconta la sua storia la da dove si trova ora e riprende vita e spessore, uscendo finalmente da una catalogazione arida e fredda.

Considerata la grande attualità del tema affrontato nello spettacolo, tra gli spettatori del Gentile ci saranno molti studenti delle scuole superiori di Fabriano che oltre ad assistere allo spettacolo ne svilupperanno i contenuti con incontri preliminari condotti nell’ambito di Scuola di platea, progetto di introduzione al teatro per gli studenti promosso dall’AMAT in collaborazione con il corso di Storia del Teatro dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.

Serena Dandini, con la collaborazione ai testi e alle ricerche di Maura Misiti, ricercatrice del CNR, ha scritto una breve storia per ciascuna delle vittime, pensata in chiave teatrale per sensibilizzare, attraverso il linguaggio della drammaturgia, le istituzioni italiane e l’opinione pubblica circa un fenomeno dai dati ancora incerti, ma che comporta in Italia – come ci raccontano le rare statistiche – una vittima ogni due, tre giorni. La scena teatrale è sobria: un grande schermo rimanda filmati ed immagini evocativi, la musica accompagna le donne a raccontare la loro storia assieme agli oggetti che hanno caratterizzato la loro tragica avventura.

Sul palco, ad interpretare le vittime, quattro donne - Lella Costa, Orsetta de' Rossi, Giorgia Cardaci e Rita Pelusio - che si alternano a dare voce a queste storie, in uno spettacolo teatrale drammatico ma giocato, a contrasto, su un linguaggio leggero e coi toni ironici e grotteschi propri della scrittura di Serena Dandini.

Ferite a morte è uno spettacolo prodotto da Mismaonda e La Contemporanea, realizzato con il patrocinio di Ministero degli Esteri e in partnership con Eni.

Per informazioni e biglietti (da 8 a 25 euro): Teatro Gentile 0732 3644. Inizio spettacolo ore 21.

articolo pubblicato il: 17/03/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it