torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Corso di Alta Formazione

al Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto


Prosegue con successo a Villa Redenta il Corso di Alta Formazione per Cantante del Repertorio Operistico Barocco, Mozartiano e Rossiniano del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”, in collaborazione con la Regione dell'Umbria. I dieci cantanti, Chiara Notarnicola, soprano di Ragusa, Maria Chiara Gallo, mezzosoprano di Correggio (Reggio Emilia), Midori Kamishima, mezzosoprano di Nagano (Giappone), Chiara Manese, mezzosoprano di Pistoia, Candida Guida, contralto di Vico Equense (Napoli), Pedro Bomba, baritono di Perugia, Eugenio Di Lieto, basso di Fondi (Latina), Marco Simonelli, basso di Ascoli Piceno, tutti motivati dopo la masterclass tenutasi la scorsa settimana con il direttore d’orchestra Federico Maria Sardelli, seguono ora una masterclass con il celebre baritono Claudio Desderi.

Claudio Desderi, compiuti gli studi musicali presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, ha debuttato al Festival di Edimburgo nel Signor Bruschino di Rossini (1969). Nella sua carriera ha privilegiato i ruoli buffi, in particolare rossiniani, nel quadro tuttavia di un repertorio assai ampio che spazia dal barocco alla musica contemporanea. Dal 1973 è regolarmente ospite del Teatro alla Scala dove si è esibito ne La Cenerentola e ne L’Italiana in Algeri per la direzione di Claudio Abbado, nonché le opere di Mozart su libretto di da Ponte dirette da Riccardo Muti. Il suo repertorio spazia da Monteverdi a Nono, con particolare attenzione al genere cameristico e liederistico all'opera di Schumann, Schubert e Brahms. La sua carriera lo ha portato ad esibirsi all'Opéra di Parigi in Falstaff, al Covent Garden di Londra in Le nozze di Figaro e Così fan tutte, nonché a New York e Chicago in altri importanti ruoli mozartiani e rossiniani. Da diversi anni svolge un’intensa attività come Direttore d’orchestra che lo ha portato alla testa di numerose compagini italiane e straniere. Tra le produzioni più significative La Scala di seta e L’occasione fa il ladro di Rossini a Montpéllier nel 1992, Falstaff di Verdi e La pietra del paragone di Rossini al Festival di Aldeburgh nel 1993, oltre ad un trittico composto da Il maestro di cappella, Il Telefono di Menotti e La voix humaine di Poulenc, da lui diretto e interpretato nel 1995 a Napoli. Tra i prestigiosi incarichi ricevuti, la Direzione artistica del Teatro Verdi di Pisa dal 1991 al 1997 e quella del Regio di Torino dal 1998 al 2001. È stato consulente artistico del Festival Verdi di Parma, oltre ad essere stato sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo dall'agosto 2002 al dicembre 2003. Attualmente è accademico di Santa Cecilia di Roma e docente di alto perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole, l’Accademia di S. Cecilia di Portogruaro e l’Accademia del Festival Internazionale di Verbier.

Dopo la masterclass tenuta da Claudio Desderi, gli allievi del Corso per Cantante del Repertorio Operistico Barocco, Mozartiano e Rossiniano saranno preparati dal mezzosoprano Marina Comparato, vincitrice del Concorso “Comunità Europea” per Giovani Cantanti Lirici del Teatro Lirico Sperimentale nel 1997, e dall’attore Giorgio Bongiovanni per la recitazione. Nel frattempo prosegue con successo, nelle Sale del Complesso di San Nicolò di Spoleto, il XVI Corso per Pianisti Maestri Collaboratori Sostituti con gli insegnamenti del pianista Marco Boemi.

articolo pubblicato il: 13/03/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it