torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
personale di Bert Theis

al Parco Arte Vivente di Torino


Dopo l’esperienza della mostra collettiva Vegetation as a Political Agent del 2014, Marco Scotini (curatore di Too Early, Too Late. Middle East and Modernity, fino al 12 aprile alla Pinacoteca Nazionale di Bologna e curatore del Padiglione Albania alla Biennale di Venezia 2015) torna a collaborare con il PAV in qualità di curatore dell’Art Program per l’anno in corso.

Il peculiare carattere del Parco Arte Vivente, spazio interstiziale tra realtà urbana ed elemento naturale, in continua trasformazione tra i ritmi della metropoli contemporanea e quelli dettati dal susseguirsi delle stagioni, rende il museo scenario ideale per le opere dell’artista Bert Theis, la cui mostra personale verrà inaugurata il 6 Marzo 2015.

La città è al centro della poetica di Aggloville, esposizione che raccoglie maquettes, studi progettuali, video e stampe digitali su tela, sviluppati dall'artista nel corso di venti anni di attività, a partire dal Padiglione Potemkin Lock, concepito per la Biennale di Venezia del 1995. In mostra immagini di grandi dimensioni di città i cui edifici riconoscibili emergono da una fitta e rigogliosa foresta; il verde si spinge oltre gli ambienti residuali della metropoli e si sostituisce a strade e viali.

La mostra sarà visibile al pubblico dal 7 marzo al 31 maggio 2015

Bert Theis (Lussemburgo, 1952) fa parte di quella generazione di artisti, emersi nel corso degli anni Novanta, che attraverso i loro lavori hanno creato nuove possibilità per le pratiche nello spazio pubblico. I suoi lavori hanno una dimensione filosofica, sociale e politica; la maggior parte di questi sono stati creati a partire da spazi specifici della città. Nel corso degli ultimi dieci anni, è stato tra gli organizzatori di due progetti a lungo termine, Isola Art Center e out-Office for Urban Transformation, entrambi riconducibili all'ambito del conflitto urbano tra gli abitanti del quartiere di Isola, il governo della città di Milano e una compagnia multinazionale statunitense.

articolo pubblicato il: 04/03/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it