torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

arte e mostre
"Enchìridio degli umori"

allo Spazio Meme di Carpi


A Carpi in via Giordano Bruno 4, Sabato 21 febbraio alle ore 18.30, Spazio Meme inaugurerà la mostra personale di Alessia Cocca: “Enchìridio degli umori” a cura di Giovanni Cervi e Francesca Pergreffi.

Nelle sue opere, Alessia Cocca, utilizza come mezzo espressivo la fotografia e i media digitali. Il suo lavoro è fortemente caratterizzato da un personale simbolismo e da una spiccata componente pittorica. Le tematiche ricorrenti della sua ricerca artistica sono: il ricordo, la memoria e la trasformazione e sublimazione che questi acquistano col passare del tempo.

La personale che si terrà a Carpi è un ulteriore tassello della sua ricerca artistica. Cocca, interrogandosi sui sentimenti degli esseri umani - la simbologia, la rappresentazione e un’eventuale similitudine tra gli individui - stila un bestiario/enchìridio visuale degli umori.

Come dice l’artista: “Ci sono elementi simbolici comuni che ci permettono di riconoscere un sentimento? Percepiamo, affrontiamo, combattiamo, rimuoviamo, dimentichiamo, amiamo.Lo facciamo in maniera diversa o simile? Un Enchìridio, un manuale, che raccoglie una rappresentazione comune del nostro sentire. I sentimenti si distinguono tra loro come famiglie di piante, oggetti o animali. Si distinguono per forma, colore, sviluppo, evoluzione. Ogni tavola rappresenta un miscuglio di umori e di ricordi vicini, familiari.”

Alessia Cocca ha realizzato per lo spazio carpigiano delle opere inedite: un video, un istallazione e dei lavori fotografici stampati su tela. “Sono tavole immaginarie che ricalcano l'idea dei bestiari, degli erbari. Ognuno potrà riconoscere le sue personali forme di paura, gelosia, rabbia o risentimento. I soggetti rappresentati sono persone fisiche, reali, ma i loro sentimenti si proiettano al di fuori dei loro corpi come estensioni e proiezioni. Il risultato è una galleria numerata di corpi, contenitori di emozioni non sempre gestibili, che prendono vita.” La mostra è accompagnata dai testi di Giovanni Cervi e Francesca Pergreffi.

Info: Spazio Meme Via Giordano Bruno 4, Carpi (MO) Sabato e domenica 10-13; 16-20 altri giorni su appuntamento t. 339 5949429

articolo pubblicato il: 14/02/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it