torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Thanks for vaselina"

all'Auditorium Colapietro di Frosinone ed al Teatro dell'Orologio di Roma


Teatro dell’Orologio 12 -15 Febbraio 2015 11 Febbraio 2015 Frosinone | Auditorium Paolo Colapietro Carrozzeria Orfeo

Thanks for vaselina
“dedicato a tutti i familiari delle vittime e a tutte le vittime dei familiari”

drammaturgia Gabriele Di Luca regia Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi interpreti Gabriele Di Luca (Fil) Massimiliano Setti (Charlie) Beatrice Schiros (Lucia) Ciro Masella (Annalisa) Francesca Turrini (Wanda) musiche originali Massimiliano Setti luci Diego Sacchi costumi e scene Nicole Marsano e Giovanna Ferrara locandina AMBÉ2 organizzazione Luisa Supino ufficio stampa leStaffette – Raffaella Ilari, Marialuisa Giordano coprodotto da Carrozzeria Orfeo e Fondazione Pontedera Teatro in collaborazione con La Corte Ospitale, Festival Internazionale Castel dei Mondi di Andria Last Seen 2013 di Klp come migliore spettacolo dell’ anno

Per la stagione congiunta DOMINIO PUBBLICO dal 12 al 15 febbraio 2015, al Teatro dell’Orologio, e l’11 febbraio a Frosinone presso l’ Auditorium Paolo Colapietro, va in scena l’esilarante spettacolo “THANKS FOR VASELINA dedicato a tutti i familiari delle vittime e a tutte le vittime dei familiari”, ultimo lavoro della compagnia Carrozzeria Orfeo, clamoroso successo di pubblico in tutta Italia, vincitore del Last Seen 2013 di Klp come migliore spettacolo dell’anno.

Fil, cinico-disilluso, e Charlie, determinato animalista e difensore dei diritti civili, entrambi trentenni e con un futuro incerto, coltivano nel loro appartamento grossi quantitativi di Marijuana e, con due opposte motivazioni, decidono di tentare il colpo della propria vita: invertire il normale andamento del mercato della Marijuana esportandola dall'Italia al Messico. Su questo pretesto surreale si fonda la trama del testo che “esploderà” non appena nella loro vita entrerà Wanda, una trentenne obesa e insicura. Nessuno, a parere dei due, potrebbe essere più adatto di lei per diventare un insospettabile corriere della droga internazionale. Con la complicità della madre di Fil, Lucia, una cinquantenne ludopatica appena uscita da una clinica per disintossicarsi dal gioco, Fil e Charlie preparano Wanda per il grande viaggio. Tutto si complica, però, quando dopo quindici anni di assenza, torna a casa Annalisa, padre di Fil ed ex marito di Lucia…

Note di regia: Ancora una volta ci interessiamo alle dinamiche, ai paradossi e alle ipocrisie del nostro tempo con uno sguardo presente ma non moralistico sulla società. La manomissione delle parole e dell’informazione, la violenza della politica, l’occultamento di alcune verità nel rapporto vittima-carnefice tra occidente e oriente, il potere religioso, le sette religiose, le nuove religioni, i corsi spirituali, i corsi di autostima, i corsi di seduzione... “Thanks for Vaselina” è una violenza non esplicita, è il compromesso pericoloso e terribile che congela il pensiero. E’ l’abitudine a una vita tranquilla. Un ringraziamento quindi da parte nostra, non privo di una certa ironia, a chi si prende il disturbo di non farci troppo male. Un ringraziamento a tutto ciò che fa leva sul nostro dolore, sulle nostre speranze, sulla solitudine e il nostro bisogno d’amore per ricavarne qualcosa. “Thanks for Vaselina” racconta la storia di esseri umani sconfitti, abbattuti, lasciati in un angolo dal mondo che prima li ha illusi, sfruttati e poi tragicamente derisi. E' il controcanto degli “ultimi” e degli esclusi dal mondo del successo e del benessere. In un esistenzialismo da taverna dove ogni desiderio è fallimento. Genitori disperati e figli senza futuro combattono nell'"istante" che gli è concesso per la propria sopravvivenza, vittime e carnefici della lotta senza tempo per il potere e per l'amore. BIO: Diplomati all’Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine, Massimiliano Setti, Gabriele Di Luca e Luisa Supino, costituiscono nel 2007 la compagnia Carrozzeria Orfeo. Tra i loro spettacoli: “Nuvole Barocche” (2007), “Gioco di Mano” (2008), “Sul Confine” (2009), “Idoli” (2011), “Robe dell’altro mondo” (2012) e “Thanks for Vaselina” (2013). Premio Nazionale della Critica (2012) e Premio SIAE alla Creatività a Gabriele Di Luca come migliore autore teatrale (2013).

Teatro dell’Orologio Via dei Filippini 17/a | tel 06-6875550 orari: dal martedì al sabato ore 21.00, la domenica 17.30 biglietti: 10 euro (intero) 8 euro (ridotto) + tessera associativa annuale (3 euro) programma completo su: www.dominiopubblicoteatro.it

articolo pubblicato il: 06/02/2015

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it